Street tutor tra piazzale Boscovich, lungomare Tintori e piazzale Fellini

Anche il prossimo fine settimana previsto il servizio sperimentale dei facilitatori di strada.

Anche il prossimo fine settimana previsto il servizio sperimentale dei facilitatori di strada.

E' previsto anche in questo fine settimana il servizio di prevenzione e controllo messo in campo dagli street tutor, gli addetti specializzati coinvolti nel progetto sperimentale di prevenzione integrata per il miglioramento della vivibilità e sicurezza della città.

Saranno impiegati nelle serata di venerdì e sabato prossimo e si concentreranno nella zona di piazzale Boscovich, lungomare Tintori e lungo viale Vespucci, tra le aree individuate di concerto con la Prefettura come quelle “maggiormente sensibili” anche perché altamente frequentate negli orari serali e notturni.

Il servizio, svolto da operatori qualificati e appositamente formati -  facilmente identificabili - ha come effetto immediato quello di aumentare la sicurezza percepita, in quanto si tratta di persone che si fanno vedere, danno informazioni, intervengono nelle situazioni pericolose o a rischio e possono essere di supporto. Questi operatori inoltre conoscono già la zona, sanno come muoversi e in queste serate sono entrati in contatto con i gestori dei locali della zona, nell’ottica di stringere rapporti di collaborazione per il proseguo della stagione.

Come noto il progetto sperimentale, finanziato dalla Regione Emilia Romagna con un investimento complessivo di 180 mila euro, è stato affidato ad un’agenzia specializzata  che metterà a disposizione 25 addetti, operatori qualificati e formati per la professione, anche a seguito di uno specifico corso tenuto dalla  Fondazione Scuola Interregionale di Polizia Locale. Compito degli street tutor - figura professionale disciplinata dalla legge regionale del 2003 – sarà quello di intervenire sul fronte della sicurezza con un'azione di mediazione delle conflittualità, a tutela della convivenza civile. Un’azione di prevenzione per quelle aree individuate di concerto con la Prefettura, come zone maggiormente sensibili.  Il progetto “street tutor”, promosso dal Comune di Rimini e finanziato dalla Regione Emilia Romagna, proseguirà per tutta l’estate. Il calendario dei servizi sarà definito in coordinamento con gli enti preposti e oltre alla fascia del mare, comprenderà centro storico, Borgo Marina, Miramare e altre zone ritenute più sensibili.

Ultimo aggiornamento

23/06/2022, 14:58