Si rinnova la convenzione fra diversi comuni del territorio per l’Ufficio Unico del Sistema di Allertamento, che si occupa della gestione in forma associata del servizio di allertamento locale di Protezione Civile

Un’attività unitaria di monitoraggio, valutazione dei rischi e coordinamento.

Un’attività unitaria di monitoraggio, valutazione dei rischi e coordinamento.

Con l’approvazione della convenzione per la gestione in forma associata del servizio di allertamento locale di Protezione Civile, si rinnova - dopo 5 anni - la convenzione per l’Ufficio Unico del Sistema di Allertamento, un organo unitario, che mette insieme la proficua collaborazione di più enti pubblici, allestito, come ufficio centrale, a Rimini, in Via Marecchiese n.193, presso la struttura di Protezione Civile del Comune di Rimini.

I Comuni che aderiscono alla gestione associata della funzione di allertamento sono Rimini, Bellaria-Igea Marina, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica, Coriano, San Giovanni in Marignano, Sassofeltrio, Montecopiolo ed i Comuni aderenti alle Unioni di Comuni Valmarecchia e Valconca.

Il documento che, disciplina l’attribuzione delle funzioni all’ufficio associato, nonché i rapporti tra i Comuni aderenti, in particolare riguarda gli aspetti strumentali, organizzativi e gestionali per l'organizzazione ed il coordinamento del servizio di allertamento.

All’Ufficio Unico del Sistema di Allertamento infatti spettano diversi compiti tra cui: il monitoraggio quotidiano dei bollettini di vigilanza e allerte meteo, idrogeologiche, idrauliche emesse dall’ ARPAE e dell’Agenzia regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile;   l’analisi puntuale delle condizioni di criticità locali attraverso il coordinamento con i COC e i COI e con il servizio sicurezza territoriale e protezione civile di Rimini.

Un unico coordinamento quindi che - fra le diverse funzioni elencate nella convenzione - si occupa anche della valutazione ed interpretazione delle criticità locali individuate dai diversi codici colore delle allerte regionali. Oltre a provvedere alla notifica tramite apposito sistema di messaggistica istantanea multipiattaforma ai responsabili dei Centri Operativi Comunali e Intercomunali dei bollettini di vigilanza e le allerte.

Un’attività unitaria di monitoraggio, valutazione dei rischi e coordinamento, condivisa anche nei costi di gestione. Per tale ufficio infatti è prevista, nel 2022, una spesa complessiva di € 35.000, di cui circa € 13 mila a carico del Comune di Rimini ed oltre € 21 mila a carico dei comuni partecipanti alla gestione associata.

Ultimo aggiornamento

01/04/2022, 13:22