“Coloniae”, il libro fotografico di “Corto di colonie”. Il volume raccoglie le immagini delle colonie marine riminesi, fotografate dagli studenti del Liceo Giulio Cesare Manara Valgimigli

Si è svolto sabato scorso - nel giardino archeologico del Lapidario romano al Museo di Rimini - l’evento conclusivo del concorso "Corto di colonie” in cui è stato presentato il libro fotografico “Coloniae”. Presente per l'amministrazione comunale Sara Donati, Presidente del Consiglio Comunale.

Si è svolto sabato scorso - nel giardino archeologico del Lapidario romano al Museo di Rimini - l’evento conclusivo del concorso "Corto di colonie” in cui è stato presentato il libro fotografico “Coloniae”. Presente per l'amministrazione comunale Sara Donati, Presidente del Consiglio Comunale.

Realizzato a conclusione del laboratorio di fotografia all’interno del progetto Corto di colonie, Per chi crea 2018 SIAE MIBACT, il volume raccoglie le immagini scattate alle colonie marine riminesi dagli studenti del Liceo Giulio Cesare Valgimigli di Rimini, che hanno frequentato il laboratorio della fotografa Patrizia Zelano.

Gli studenti durante il laboratorio hanno visitato e rappresentato secondo la propria scelta stilistica, le colonie Bolognese, Novarese, Comasca e Forlivese. Un percorso di indagine fotografica che ha portato i giovani a studiare alcuni tra i grandi fotografi contemporanei sotto la guida di una artista riconosciuta e importante come Patrizia Zelano.

Stampato da LaPieve Poligrafica Editoriale di Villa Verucchio, il volume è stato curato da Maria Rita Semprini, docente del Liceo Giulio Cesare Valgimigli e referente del progetto Corto di colonie.

Il progetto del liceo riminese, vincitore del bando Per Chi Crea, si è avvalso della adesione del Comune di Rimini e la collaborazione delle Associazioni “Il Palloncino Rosso”, “Le città visibili”, “Amarcort” e ha visto la sua conclusione a dicembre 2020 con la realizzazione del cortometraggio “Racconti di Colonia”.  

Ultimo aggiornamento

20/05/2021, 17:49