Biblioteca gambalunghiana - ingresso

La Biblioteca si trova nel superbo palazzo che il riminese Alessandro Gambalunga fece costruire, fra il 1610 e il 1614, nella centrale via dove sorgevano le case dell'antica nobiltà riminese.

Descrizione

La Biblioteca si trova nel superbo palazzo che il riminese Alessandro Gambalunga fece costruire, fra il 1610 e il 1614, nella centrale via dove sorgevano le case dell'antica nobiltà riminese. Influenzato dai canoni architettonici di Sebastiano Serlio, l'edificio può essere ammirato per l'eleganza dei suoi dettagli costruttivi e ornamentali, ispirati all'architettura classica.

Il grande portale d'ingresso si affaccia su una bella corte, al cui centro, dal 1928, è posto un settecentesco pozzo in pietra d'Istria. Nell'atrio e nel cortile sono conservati alcuni dei marmi che la comunità ha dedicato ai Riminesi illustri. Originariamente al pian terreno c'erano le stalle, le officine, le rimesse e i magazzini. All'ultimo piano si trovavano i granai, le abitazioni dei servi, del fattore e una piccola officina per rilegare i libri, di cui Gambalunga era un attento raccoglitore. Il piano nobile, oggi sede della Biblioteca, ospitava gli appartamenti di Alessandro e della moglie Raffaella Diotallevi. Lussuosamente arredato con arazzi, broccati e dipinti, il palazzo fu luogo d'incontro di eruditi e letterati, di cui Alessandro fu generoso mecenate.

Dopo la sua morte, la libreria venne collocata a pian terreno, nelle tre sale di via Tempio malatestiano, ove rimase fino agli anni '70, quando, con la ristrutturazione dell' edificio, la biblioteca fu trasferita nelle sale superiori. Qui, insieme ai nuovi servizi della biblioteca multimediale, si trovano in continuità spaziale e temporale le quattro sale storiche (tre del secolo XVII e una del secolo XVIII), con gli arredi e i fondi bibliografici originali. Il pianterreno è oggi sede della Cineteca e della Biblioteca dei ragazzi.

Servizi

Le informazioni bibliografiche relative al materiale librario, documentario e multimediale posseduto dalla biblioteca sono, in linea generale, disponibili sul catalogo on line della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino Scoprirete , sul catalogo on line del Sistema Bibliotecario Nazionale, oppure nei cataloghi cartacei presenti in biblioteca.

L'iscrizione si può effettuare sia in presenza, recandosi in Biblioteca, sia a distanza. In questo secondo caso è sufficiente compilare il modulo di iscrizione, allegare copia di un documento d'identità ed inviarlo a  reference@comune.rimini.it . Il modulo può essere scaricato qui 
Per gli utenti minorenni se l'iscrizione viene richiesta in Biblioteca è necessaria la presenza di un genitore o di chi esercità la potestà genitoriale, se on line il modulo deve essere inviato insieme ad una copia di un documento di identità valido di un genitore o di chi esercità la potestà genitoriale.

Per gli utenti di età inferiore ai 15 il modulo da scaricare è questo e va inviato, insieme ad una copia di un documento di identità valido di un genitore o di chi esercita la potestà genitoriale,  al seguente indirizzo: biblioteca.ragazzi@comune.rimini.it

Modalità di accesso

Accesso da Via Gambalunga 27

Dove

Biblioteca gambalunga

Via Gambalunga 27
47921 Rimini RN
Italia

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006

Comune di Rimini
Piazza Cavour 27 - 47921 Rimini
Tel. +39 0541 704111
PEC protocollo.generale@pec.comune.rimini.it 
P.iva 00304260409

URP - UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - FRONT OFFICE
Piazza Cavour 29 - 47921 Rimini
Tel. +39 0541 704704
Email: urp@comune.rimini.it

 

Ultimo aggiornamento

26/01/2023, 15:36