Per perseguire il duplice fine "di riduzione delle partecipazioni detenute e di riduzione dei costi

Piano operativo di razionalizzazione (POR) delle società partecipate del 31/03/2015

Per perseguire il duplice fine "di riduzione delle partecipazioni detenute e di riduzione dei costi di quelle da mantenere" l’articolo 1, commi 611 e seguenti, della L. 190/2015 (c.d. “legge di stabilità per l’anno 2015”) ha previsto che i legali rappresentanti degli enti territoriali (Presidente della Regione, Presidente della Provincia, Sindaco, ecc.):

  • entro il 31/03/2015 definiscano, approvino, pubblichino sul sito internet dell’ente ed inviino alla Corte dei Conti, un “piano operativo di razionalizzazione” delle partecipazioni dell’ente, corredato da apposita relazione tecnica, che individui precisamente le azioni che l’ente intende porre in essere per conseguire, entro il 31/12/2015, gli scopi della norma, con indicazione dei relativi tempi, modalità e dei risparmi che l’ente prevede di realizzare con esse;
  • entro il 31/03/2016 inviino alla medesima Corte dei Conti apposita relazione su quanto effettivamente realizzato dai propri enti (e sui risparmi effettivamente conseguiti) in attuazione del piano stesso.