Nella presente sezione vengono pubblicati i provvedimenti (nei confronti delle società det

PROVVEDIMENTI

 

Nella presente sezione vengono pubblicati i provvedimenti (nei confronti delle società detenute direttamente ed indirettamente) con cui l'Amministrazione:

  • fissa gli obiettivi specifici, annuali e pluriennali, sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale, delle società controllate, come indicato dall'articolo 19, comma 7,  del D.Lgs. n. 175/2016;
  • assegna gli obiettivi strategici da perseguire attraverso le “società a controllo pubblico” (diretto e/o indiretto, anche congiunto);

  • approva preventivamente le principali operazioni per la gestione delle partecipate, ai sensi della lettera d-bis) del comma 1 dell'articolo 22 del D.Lgs. 33/2013, ovvero "i provvedimenti in materia di costituzione di società a partecipazione pubblica, acquisto di partecipazioni in società già costituite, gestione delle partecipazioni pubbliche, alienazione di partecipazioni sociali, quotazione di società a controllo pubblico in mercati regolamentati e razionalizzazione periodica delle partecipazioni pubbliche, previsti dal decreto legislativo adottato ai sensi dell'articolo 18 della L. 124/2015".


ITER DI ASSEGNAZIONE, TRASMISSIONE, ATTUAZIONE E RENDICONTAZIONE DEGLI OBIETTIVI DA PARTE DEL COMUNE DI RIMINI DEGLI OBIETTIVI  SUL COMPLESSO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO E SUGLI OBIETTIVI STRATEGICI ALLE SOCIETA' CONTROLLATE

Il Comune di Rimini definisce, a fine luglio di ogni anno, nel proprio D.U.P. (Documento Unico di Programmazione, pubblicato all'interno della sezione "Bilanci di previsione"), gli obiettivi di due distinte tipologie: "obiettivi strategici" e "obiettivi sul complesso delle spese di funzionamento" per le società da esso controllate (direttamente o indirettamente) e glieli assegna formalmente in agosto-settembre, con invito ad inserirli espressamente nei rispettivi bilanci di previsione (dell'anno successivo), che esse predispongono ed approvano (generalmente nel mese di ottobre). Successivamente, le società in questione attuano tali obiettivi (nell'anno di riferimento) e rendicontano il relativo effettivo conseguimento in due distinti momenti:

  1. nella propria "relazione semestrale" di fine luglio - inizio agosto, in cui indicano il conseguimento al 30 giugno dell'anno in corso. Il conseguimento viene poi riportato, in maniera molto sintetica - sotto forma di percentuale di raggiungimento complessivo dei vari obiettivi assegnati - all'interno della relazione sul "monitoraggio dell'andamento degli organismi partecipati nell'anno in corso", che generalmente l'ufficio competente del Comune predispone tra fine agosto e ottobre, dopo aver visionato le relazioni semestrali in questione e che viene inserita nella "nota di aggiornamento al Dup" in novembre (pubblicato all'interno della sezione "Bilanci di previsione");
  2. in apposta relazione sintetica "annuale" (poi trasfusa anche nei documenti descrittivi - "nota integrativa" o "relazione sulla gestione" - dei rispettivi "bilanci di esercizio"), che inviano al Comune all'inizio (febbraio-marzo) dell'anno successivo (a quello di riferimento), in cui indicano il resoconto al 31 dicembre, riportato poi, in maniera completa all'uffico competente, all'interno del "documento di valutazione sulla performance" del Comune, approvato dalla Giunta comunale a fine aprile.