Paesaggistica

Sono individuati come beni paesaggistici:

le aree tutelate per legge, ai sensi dell'art. 142, 1° comma del D.Lgs 42/2004, ad esempio quelli più presenti nel Comune:

  • i territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare;
  • i fiumi, i torrenti, i corsi d'acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici, approvato con Regio Decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna;
  • i territori coperti da foreste e da boschi, ancorché percorsi o danneggiati dal fuoco, e quelli sottoposti a vincolo di rimboschimento, come definiti dall'articolo 2, commi 2 e 6, del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 227 e s.m.i.;
  • le zone di interesse archeologico.

gli immobili ed aree di notevole interesse pubblico, ai sensi dell'art. 136 del D.Lgs. n. 42/2004, le seguenti zone del Comune:

  • vincolo paesaggistico “località Covignano e area collinare circostante, in Comune di Rimini”, ai sensi dell’art.136 lett. c) e d) del D.Lgs.42/2004, e s.m.i. e art.71 della L.R. 24/2017, di cui alla Delibera di G.R. Emilia – Romagna n. 825/2018 pubblicata all’albo pretorio del Comune di Rimini dal 12/07/2018 al 10/10/2018 - il perimetro dell'area include inoltre il bene paesaggistico “Colle delle Grazie”, vincolata con D.M. 22/11/1924 e la villa “La Carletta”,bene culturale di cui al D.M. 31/05/1982;
  • zona panoramica del “Colle delle Grazie”, vincolata con D.M. 22/11/1924 ex Legge 11/06/1922 n. 778 e s.m. i.;
  • area dei colli di “San Martino Monte L’Abate” e “San Lorenzo in Correggiano” – D.M. 31/01/1996 registrato alla corte dei conti il 3/04/1996 n. 86 – dichiarazione di notevole interesse pubblico ex 1497/39 e s.m. e i.