Commissione comunale controllo prezzi

Le Commissioni Comunali di Controllo della rilevazione dei prezzi al consumo sono stabilite dal R.D.L. n° 222 del  20 febbraio 1927 convertito nella Legge n°2421 del 18 dicembre 1927 e dalla Legge n° 621 del 26 novembre 1975. La Commissione è costituita con un apposito atto deliberativo del Sindaco e dura in carica due anni. E’ presieduta dal Sindaco o da un suo delegato ed è composta dai seguenti membri:

  • dal Dirigente dell’Ufficio Comunale di Statistica, che assolve alle funzioni di segretario con diritto di voto. Qualora gli siano state delegate dal Sindaco le funzioni di presidenza, le funzioni di segretario saranno svolte da altro funzionario dell’ufficio di statistica (sempre con diritto di voto);
  • dal Dirigente dell’Ufficio Provinciale di Statistica presso la C.C.I.A.A.;
  • un rappresentante del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Ispettorato del Lavoro);
  • sei rappresentanti del mondo del lavoro (tre delle organizzazioni degli imprenditori e tre delle organizzazioni dei lavoratori).

Il numero legale previsto per ogni seduta deve essere costituito dalla presenza di almeno sei membri.

La Commissione Comunale di Controllo si riunisce obbligatoriamente una volta al mese ed adotta  le decisioni a maggioranza dei presenti. Compiti della Commissione sono di:

  • validare mensilmente la media delle quotazioni dei prezzi rilevati dagli uffici comunali di statistica;
  • verificare che la rilevazione sia stata effettuata nel rispetto delle norme stabilite dall’Istat;
  • controllare che le elaborazioni siano state eseguite correttamente, ma non correggere o modificare i prezzi raccolti ed elaborati;
  • controllare il rispetto della periodicità;
  • accettare con riserva variazioni di prezzo troppo forti ( a meno che non vi siano valide motivazioni);
  • far accertare la veridicità di prezzi che si presentino troppo stabili nel tempo o aumentino in maniera stranamente costante;
  • verificare la dinamica dei prezzi in corrispondenza delle variazioni stagionali;
  • valutare gli elaborati sfruttando anche le professionalità acquisite dai singoli membri relativamente ad aspetti generali riguardanti il commercio, i mercati, ecc…

A livello riminese la Commissione Comunale di Controllo è stata costituita con atto deliberativo n° 503 del  5 novembre 2002.

Nel 2006 è stata aggiornata con atto deliberativo n° 186 del 16 maggio 2006 in seguito alla circolare ISTAT prot. n° 5308 del 26 luglio 2005.

Il 26 luglio 2011, con atto deliberativo di giunta comunale n° 227, è stata nuovamente aggiornata così come nel 2012 con atto deliberativo di giunta comunale n° 314 del 13/11/2012 e nel 2014 con atto deliberativo di giunta comunale n°44 del 04/03/2014. L'8 marzo del 2016, con atto deliberativo di giunta comunale n° 86, è stata nuovamente aggiornata, poi l' 11/7/2017 con determina di giunta comunale n.188 ed infine con determina di G.C. n. 89 il 03/04/2019.

I membri che costituiscono la Commissione sono:

 
Alessandro Bellini Dirigente ufficio di statistica del Comune di Rimini

Raffaella Popolo (sostituto Daniele Fabbri)

Camera di Commercio della Romagna di Forlì-Cesena e di Rimini

Franco Raffi (sostituto Michela Parmeggiani)

Confindustria Romagna

Vittorio De Santis (sostituto Giovanni Gabriele)

Ispettorato territoriale del lavoro

Claudia Zangheri (sostituto Karin Sanchini)

Confcommercio

Stefano Zannoni (sostituto Paolo Righini)

Confesercenti

Giovanni Marra (sostituto Sara Benedetti )

C.G.I.L.

Fulvio Biondi (sostituto Stefania Battistini)

C.I.S.L

Claudio Marches (sostituto Antonello Cimatti)

U I. L.
Susanna Mangianti Ufficio Statistica del Comune di Rimini

scarica allegati