VENDITE PROMOZIONALI Le vendite promozionali non possono essere effettuate nei 30 giorni antec

Vendite straordinarie, saldi di fine stagione e vendite sottocosto

VENDITE PROMOZIONALI
Le vendite promozionali non possono essere effettuate nei 30 giorni antecedenti i periodi delle vendite di fine stagione per i seguenti prodotti: abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di abbigliamento, pelletteria e tessuti per abbigliamento ed arredamento.
Non occorre alcun tipo di comunicazione.

SALDI DI FINE STAGIONE
Si possono effettuare solo in due periodi dell'anno:
- i saldi invernali o vendite di fine stagione si possono svolgere a partire dal primo giorno feriale antecedente l'Epifania (6 gennaio) per un periodo fisso di sessanta giorni (periodo invernale). Nel caso il giorno di inizio coincida con il lunedì i saldi possono essere anticipati al sabato;

- i saldi estivi o vendite di fine stagione si possono svolgere a partire dal primo sabato del mese di luglio per un periodo fisso di sessanta giorni (periodo estivo).

I saldi riguardano i prodotti di carattere stagionale o di moda che col tempo si deprezzerebbero.
Da dicembre 2013 non occorre più alcuna comunicazione sulla data di inizio e la durata dei saldi  (Si tratta di una semplificazione nel campo delle liberalizzazioni del commercio, introdotta con la delibera della Giunta regionale 1780 del 2/12/2013)

VENDITE DI LIQUIDAZIONE
Si possono effettuare tutto l'anno, ma solo per un periodo limitato e nei quattro casi di seguito specificati. (Non si possono effettuare nel mese di dicembre le liquidazioni a seguito di rinnovo locali).
Occorre una comunicazione da inoltrare al comando della Polizia Municipale tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, almeno 15 giorni prima dell'inizio della vendita, indicando il motivo, l'ubicazione e il periodo.

Occorre inoltre allegare:
- per cessazione attività commerciale (durata massima 13 settimane) :
una dichiarazione del richiedente di cessare l'attività al termine della vendita
- per cessione dell'azienda (durata massima 13 settimane) :
atto di compravendita;
- per trasferimento sede (durata massima 6 settimane) :
dichiarazione di possesso dell'autorizzazione al trasferimento;
- per rinnovo locali (durata massima 6 settimane con asclusione del mese di dicembre) :
dichiarazione di avere richiesto il rilascio della concessione o autorizzazione edilizia (se necessaria) o copia del preventivo di spesa e conferma d'ordine all'impresa incaricata. L'esecuzione dei lavori che si intendono eseguire devono determinare la chiusura dell'esercizio per almeno 15 giorni consecutivi.


NOTE
-
I manifesti o gli striscioni di promozione pubblicitaria obbligatoriamente affissi sulle vetrine sono soggetti ad una dichiarazione e al pagamento di una tassa.
Sono esentati solo i manifesti pubblicitari con superficie inferiore a mezzo metro quadro per ogni vetrina.
- La tassazione minima ha la durata di un mese oppure si possono scegliere tassazioni di mesi 2, 3 o 1 anno.


- La merce esposta deve avere sempre il cartellino contenente il prezzo di vendita, la percentuale di sconto e il prezzo scontato.

VENDITE SOTTOCOSTO
Per vendita sottocosto si intende la vendita al pubblico di uno o più prodotti ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto, maggiorato dell'IVA e di ogni altra imposta o tassa.
I commercianti che intendono fare una vendita sottocosto devono darne comunicazione almeno 10 giorni prima della data di inizio della vendita medesima, indicandone la durata.
Non è soggetta a comunicazione al Comune la vendita di:
- prodotti alimentari freschi e deperibili
- prodotti alimentari qualora manchino meno di tre giorni alla data di scadenza o meno di quindici al termine minimo di conservazione
- prodotti tipici di festività tradizionali, dopo la ricorrenza
- prodotti extralimentari difettati o tecnologicamente obsoleti.

Il numero delle referenze oggetto di ciascuna vendita sottocosto non può essere superiore a 50.
Obbligo di:
- Indicazione chiara ed inequivocabile dei prodotti, del quantitativo disponibile per ciascuna referenza e periodo temporale della vendita
- Inequivocabile identificazione dei prodotti in vendita sottocosto all'interno dell'esercizio commerciale
- Comunicazione al pubblico di eventuale chiusura anticipata della vendita per esaurimento merci.

Si possono effettuare solamente tre volte nel corso dell'anno, con una durata non superiore a 10 giorni.
Non può essere effettuata una vendita sottocosto se non è decorso almeno un periodo di 20 giorni dalla precedente, salvo che per la prima vendita sottocosto dell'anno.
Normativa: 

Delibere di Giunta regionale n.1732 del 28/9/99, n. 2549 del 9/12/200, n. 2052 del 1/12/2008, n. 2549 del 9/12/2003, n. 1948 del 10/12/2007, n. 867 del 11/6/2008, n. 2052 del 1/12/2008, n. 1666 del 8/11/2010, n. 725 del 30/11/2011, n. 1780 del 2/12/2013, n. 1804 del 9/11/2016

Altre normative:
- Regolamento Consiglio dei Ministri del 23/03/2001 articolo 2 comma 1^ (disciplina delle vendite sottocosto)
- Decreto Presidente della Repubblica 6 aprile 2001 n. 218
- Decreto Legislativo 31 Marzo 1998 n. 114 art.14 (obbligo esposizione prezzo di vendita) e 15.
- Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome (24/3/2011)

Allegato: 
Data: 
Venerdì, 28 Dicembre, 2018 - 10:00