Nasce una nuova tariffa per l'utilizzo dei taxi, la tariffa di taxi collettivo o taxi sharing, che c

Taxi collettivo

Nasce la tariffa per il taxi collettivo

Nasce una nuova tariffa per l'utilizzo dei taxi, la tariffa di taxi collettivo o taxi sharing, che consentirà all'utente di risparmiare in media il 40% rispetto alla tariffa ordinaria per la corsa singola. La Giunta Comunale ha infatti approvato l'istituzione di tale tariffa con delib. n. 170 del 02/07/2013 immediatamente eseguibile.

La tariffa di taxi collettivo si rivolge, come facilmente capibile dalla denominazione, all'utente che sceglierà di condividere il taxi con altre persone, sono infatti sufficienti per usufruire della tariffa in oggetto 2 (due) soli passeggeri per corsa. Si tratta, pertanto, di una tariffa che da un lato va incontro alle esigenze degli operatori, dall'altro porterà evidenti vantaggi agli utenti del servizio.

In questo modo, infatti, i tassisti ottimizzeranno l'uso dei mezzi a loro disposizione, trasportando un maggior numero di clienti a parità di auto disponibili, con una conseguente diminuzione delle corse dei taxi che contemporaneamente incidono sul traffico cittadino, con un minor carico per la viabilità particolarmente apprezzabile soprattutto in prossimità ed in corrispondenza di eventi di grande richiamo.

Per quanto riguarda gli utenti i vantaggi che la tariffa di taxi collettivo comporta sono più di uno; si pensi, in primo luogo, al minor tempo di attesa per avere un taxi disponibile, visto che la tariffa di taxi collettivo è utilizzabile, come detto, già con due soli utenti a bordo. In secondo luogo si tratta anche di un risparmio tangibile sulla spesa del servizio dato che la tariffa in oggetto è a base multipla con impostazione del tassametro in base ai Km. effettivamente percorsi, alle soste effettuate, ai carichi e scarichi dei passeggeri durante il tragitto ed al supplemento notturno, senza supplementi per la chiamata di radio-taxi, per il servizio festivo, per il tasporto di bagagli/animali e per il tragitto fuori comune/aeroportuale, con una tariffa finale più vantaggiosa per l'utente/utenti trasportato/i che potrà usufruire sino ad un risparmio medio del 40% circa rispetto alla tariffa ordinaria per la corsa singola. Non va poi dimenticato come in tal modo si abbia anche una maggiore trasparenza nella definizione della tariffa per la pluralità dei trasportati, escludendosi il ricorso a criteri di suddivisione meramente forfettari dell' importo a carico di ciascun trasportato.

La tariffa di taxi collettivo è stata richiesta dalla CO.TA.RI. (Cooperativa Taxisti Riminese), di per sé rappresentativa della grande maggioranza dei taxisti operanti sul territorio cittadino, ben 54 su 71, con adesione anche della nuova Cooperativa denominata "Rimini Radio Taxi" alla quale aderisce una buona parte dei taxisti non iscritta alla CO.TA.RI., pertanto è possibile parlare di una quasi se non assoluta totalità dei taxisti riminesi che aderiscono al progetto della tariffa di taxi collettivo.

L'Amministrazione ha condiviso la proposta con le Associazioni di Categoria e con gli organi operativamente interessati. Spetterà alla Polizia Municipale il compito di verificare la taratuta dei tassametri ed il rispetto da parte degli operatori di quanto stabilito dalla Giunta Comunale con il richiamato atto deliberativo.

La tariffa di taxi collettivo (tariffa 4) si aggiunge alla tariffa 1 per il servizio urbano, alla tariffa 2 per il servizio extraurbano ed alla tariffa 3 relativa alle corse da e per l'aeroporto di Miramare di Rimini, consultabili nella scheda "taxi: tariffe".

 

 

Allegato: 
Data: 
Mercoledì, 18 Marzo, 2015 - 01:00