Tra le Misure urgenti per la crescita del Paese del Decreto Legge n.

Società a Responsabilità Limitata (S.R.L.) semplificata

Le novità del Decreto Sviluppo 2012

Tra le Misure urgenti per la crescita del Paese del Decreto Legge n. 83/2012 (70 articoli) spiccano le agevolazioni e detrazioni fiscali per aiutare le imprese, favorire l'’occupazione e rilanciare settori strategici come Edilizia e Green Economy.

Tra le novità più attese:

  • estensione a tutti delle Srl semplificate
  • nuova finanza per le PMI
  • novità sulla legge fallimentare
  • incentivi alle assunzioni di personale qualificato

 

Estensione a tutti delle Srl semplificate

Con il DL Sviluppo sarà possibile per tutti costituire una srl semplificata. L'’atto costitutivo e l'’iscrizione al registro delle imprese restano esenti dal diritto di bollo solo per under 35 (il che significa che l’'agevolazione non è estesa a chi ha superato questa soglia di età).

Anche se resta applicabile a tutti la norma per cui non sono dovuti onorari notarili, la legge stabilisce che il ministero della Giustizia debba fissare un importo massimo per il rimborso delle spese generali che il notaio può chiedere solo per srl di soci con più di 35 anni.

Nuova finanza per le PMI

Il decreto prevede strumenti finanziari appositamente pensati per le piccole e medie imprese come le cambiali finanziarie (anche in forma dematerializzata) e le obbligazioni per PMI non quotate in Borsa (mini bond).

Novità sulla legge fallimentare

Il Decreto Sviluppo prevede una serie di novità in materia di giustizia per le imprese, a partire da quelle sul concordato preventivo: si facilita la gestione delle crisi aziendali consentendo all'’impresa in difficoltà di proseguire con l’'attività nella fase del concordato preventivo sin dall'’ammissione della domanda. La misura del DL Sviluppo tende ad anticipare l'’emersione delle situazione di crisi aziendale con lo scopo di ridurre il numero dei fallimenti aziendali. In pratica, la stessa presentazione della domanda di concordato preventivo consente all’'azienda di proseguire con l'’attività avvalendosi di tutte le protezioni previste dalla legge fallimentare, sempre che vengano rispettati una serie di adempimenti previsti specificamente dalla norma, fra cui la nomina di un professionista che certifichi la situazione di difficoltà.

 Assunzioni agevolate di personale altamente qualificato

Si introduce un contributo in forma di credito d'’imposta per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato in possesso di laurea magistrale a carattere tecnico o scientifico impiegato in attività di ricerca e sviluppo o in possesso di dottorato di ricerca senza vincoli sulle attività di impiego. L'’aliquota del beneficio è pari al 35% delle spese calcolate sul costo aziendale con un vincolo di trattenere il personale assunto per almeno 3 anni.

Allegato: 
Data: 
Mercoledì, 21 Novembre, 2012 - 01:00