INFORMAZIONI La Legge Regionale 10 gennaio 2000, n.

Servizi educativi e servizi ricreativi per la prima infanzia

INFORMAZIONI

La Legge Regionale 10 gennaio 2000, n. 1 "Norme in materia di servizi educativi per la prima infanzia", modificata dalle Leggi Regionali n. 8/2004, n. 20/2006, n. 21/2011 e n. 6/2012 e la Direttiva applicativa approvata con Delibera del Consiglio Regionale 25 luglio 2012 n. 85 " Direttiva in materia di requisiti strutturali ed organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia e relative norme procedurali. Disciplina dei servizi ricreativi e delle iniziative di conciliazione" stabiliscono, fra le altre cose, le tipologie di servizi educativi e ricreativi per la prima infanzia, i criteri generali per la realizzazione, la gestione, la qualificazione ed il controllo dei servizi per la prima infanzia (0-3 anni), pubblici e privati, ed inoltre, specificano le caratteristiche generali dell'area, della struttura nonché i requisiti e i compiti del personale addetto.

1. SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA
Sono servizi educativi per la prima infanzia:
- Nidi d’infanzia (comprensivi di micronidi, sezioni primavera, nidi aziendali)

- Servizi domiciliari (piccoli gruppi educativi)

- Servizi integrativi (spazio-bambini e centro per bambini e genitori)

- Servizi sperimentali

MODALITA' DI RICHIESTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO:
Per ottenere l'autorizzazione occorre presentare domanda all'U.O. Diritto allo Studio Servizi Amministrativi corredandola con tutti i dati e tutte le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà previste dalla Direttiva approvata con delibera di Consiglio Regionale n. 85 del 2012.
L'autorizzazione sarà rilasciata solo dopo la verifica di TUTTI i requisiti da parte della Commissione Tecnica Provinciale. In mancanza dei requisiti l'autorizzazione verrà negata. Qualora dopo 90 giorni il richiedente non ottenga nessuna comunicazione, può attivare il servizio, previa comunicazione al Comune.
L'autorizzazione ha la durata di 7 anni e può essere rinnovata con apposita richiesta inoltrata almeno 90 giorni prima della scadenza.

2. SERVIZI RICREATIVI

I servizi ricreativi di cui all’art. 9 della legge regionale si collocano su un piano diverso da quello dei servizi educativi; per questo motivo la legge regionale fissa, quali unici requisiti, quelli imposti dall’esigenza di tutelare la sicurezza, l’igiene e la salute dei bambini.

Pertanto, oltre agli obblighi previsti dalle leggi vigenti in materia, i servizi ricreativi devono osservare le disposizioni dell’art. 27, comma 2 della legge regionale e quelle della presente direttiva in materia di sicurezza, igiene e funzionalità dell’ambiente, tutela del benessere oltre alle caratteristiche sotto riportate.

Il servizio ricreativo, a differenza dei servizi educativi per la prima infanzia, si contraddistingue per l’occasionalità e temporaneità dell’offerta e prevede:

- una frequenza massima giornaliera di due ore;

- una frequenza massima di due giorni alla settimana;

- il divieto di erogare il servizio mensa.

ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO RICREATIVO
Occorre presentare, all'U.O. Diritto allo Studio e Servizi Amministrativi, segnalazione certificatadi inizio attività comprendente l'autocertificazione del possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente accompagnata dal regolamento del servizio.  

 

LEGGE REGIONALE N. 1 DEL 10 GENNAIO 2000 “NORME IN MATERIA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA” -  TESTO COORDINATO CON LE MODIFICHE APPORTATE

 

LEGGE REGIONALE N. 6 DEL 22 GIUGNO 2012  “MODIFICHE E INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 10 GENNAIO 2000, N. 1 (NORME IN MATERIA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA)”

 

DELIBERAZIONE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONE EMILIA-ROMAGNA N. 85 DEL 25 LUGLIO 2012  "DIRETTIVA IN MATERIA DI REQUISITI STRUTTURALI ED ORGANIZZATIVI DEI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA E RELATIVE NORME PROCEDURALI. DISCIPLINA DEI SERVIZI RICREATIVI E DELLE INIZIATIVE DI CONCILIAZIONE”

Data: 
Sabato, 20 Settembre, 2014 - 02:00