Richiedendo il ricongiungimento familiare, lo straniero in possesso di permesso di soggiorno rilasci

Ricongiungimento familiare

Richiedendo il ricongiungimento familiare, lo straniero in possesso di permesso di soggiorno rilasciato per lavoro può esercitare il diritto all'unità familiare.

Si può richiedere il ricongiungimento in favore:

  • del coniuge non legalmente separato e di età non inferiore a 18 anni;
  • dei figli minori anche del coniuge o nati fuori dal matrimonio, non coniugati, a condizione che l'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consenso;
  • dei figli maggiorenni a carico, se non possono provvedere alle proprie esigenze di vita in maniera permanente o per le loro condizioni di salute che comporti invalidità totale;
  • dei genitori a carico che non abbiano un adeguato sostegno familiare nel proprio Paese di origine o di provenienza.

Dal 10 aprile 2008 è partita la nuova procedura di inoltro delle richieste di ricongiungimento familiare di competenza dello Sportello Unico per l'Immigrazione.
Pertanto a partire da questa data non saranno più accettate domande di ricongiungimento che non siano presentate via web.

E' necessario rivolgersi alle organizzazioni sindacali o ai patronati alle associazioni autorizzate ad accedere al sistema e quindi a presentare le domande.

è possibile avvalersi dell'assistenza delle associazioni nazionali rappresentative dei datori di lavoro, delle organizzazioni sindacali, e delle associazioni

Normativa: 

- Decreto Legislativo n.5 del 8/1/07;
- Decreto legislativo n. 160 del 3 ottobre 2008;
- Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 8/1/2007 n. 5, recante attuazione della direttiva 2003/86/CE relativa al diritto di ricongiungimento familiare.

Referenti: 

Prefettura di Rimini - Sportello Unico per l'Immigrazione
Via IV Novembre 40 - 47900 RIMINI - Tel. 0541/436111

 

Data: 
Venerdì, 6 Settembre, 2013 - 02:00