Il traffico è un flusso continuo di sedili vuoti che viaggiano in ogni direzione.

Muoversi in stile JUNGO - Condividere gli spostamenti riducendo costi e inquinamento

Il SURF sulle "correnti naturali di traffico"

Il traffico è un flusso continuo di sedili vuoti che viaggiano in ogni direzione. JUNGO non fa altro che creare le condizioni perchè queste "correnti naturali" diventino un valore per tutti.

JUNGARE significa "fare surf sulle correnti naturali di traffico"

Quando un automobilista vede uno jungonauta (riconoscibile dal braccio alzato, ma al posto del "pollice" mostra la "card"), accosta volentieri perchè sa di essere protetto da 3 dispositivi di sicurezza, guadagna il ticket (il jungonauta versa 10 centesimi al Kilometro, più 20 di "fisso"), contribuisce alla riduzione dell'anidride carbonica e conosce una persona nuova.

I quattro dispositivi per la sicurezza reciproca
Quando l'auto si ferma, i due si mostrano la propria card nominativa (ologrammatica), che garantisce:

  1. "non ho precedenti penali" (controllo a cura di Jungo)
  2. "non ho subito l'esclusione a seguito di segnalazioni di malcomportamento"(l'esclusivo software jungo consente un vaglio ponderato e contestuale delle segnalazioni).

Per agevolare l'avvio del sistema, tutti gli automobilisti, anche non iscritti, sono invitati ad imbarcare jungonauti.
Lo jungonauta infatti dispone, al pari del guidatore, di un ulteriore dispositivo:
3. con un sms contenente la targa o il nome, può registrare l'imbarco mediante sms: la centrale terrà in memoria "chi è - con
chi è - a che ora".
Per loro maggiore tranquillità le jungonaute possono limitare la proposta di imbarco solo alle donne:
4. basta un nastrino rosa alla mano.

Il codice JUNGO
La centrale servizi, la regolamentazione uniforme, il "codice di comportamento" e il pool di giuristi Jungo, concorrono a garantire un elevato grado di affidabilità complessiva.

Referenti: 

Associazione Jungo
e-mail jungo@jungo.it

Data: 
Sabato, 22 Maggio, 2010 - 02:00