Il Mediatore europeo ha il compito di esaminare le denunce dei cittadini contro casi di cattiva ammi

Mediatore europeo

Il Mediatore europeo ha il compito di esaminare le denunce dei cittadini contro casi di cattiva amministrazione nell'azione delle istituzioni e degli organi della Comunità Europea che sono:
- Commissione europea
- Consiglio dell'Unione europea
- Parlamento europeo
- Corte dei Conti
- Corte di Giustizia (salvo nella sua funzione giurisdizionale)
- Comitato economico e sociale
- Comitato delle regioni
- Banca centrale europea
- Banca europea per gli investimenti.

Si parla di "cattiva amministrazione" quando un'istituzione omette di compiere un atto dovuto, opera in modo irregolare o agisce in maniera illegittima.
Alcuni esempi:
irregolarità amministrative, iniquità, discriminazione, abuso di potere, carenza o rifiuto di informazione, ritardo ingiustificato.

Può presentare denuncia ogni cittadino di uno stato membro dell'Unione o residente in uno stato membro, nonchè le imprese, le associazioni ed altri organismi con sede ufficiale nell'Unione.

Il servizio viene attivato tramite una denuncia scritta, inviata al mediatore, in una delle 11 lingue ufficiali dell'Unione, indicando chiaramente le proprie generalità, l'istituzione o l'organo comunitario contro il quale presentare denuncia ed i motivi della denuncia.
Questa deve essere presentata entro 2 anni dalla data in cui si è avuta conoscenza dei fatti contestati, dopo aver già interpellato l'istituzione o l'organismo in questione.

Il mediatore esaminerà la denuncia e informerà direttamente sui risultati dell'indagine.

E-mail: 
euro-ombudsman@europarl.eu.int
Cosa occorre: 

Per presentare la denuncia seguire i seguenti punti:
Al Mediatore Europeo
Oggetto: denuncia di cattiva amministrazione

1) Dati personali: nome, cognome, indirizzo, telefono e fax.
2) Contro quale istituzione o organo comunitario si vuole presentare la denuncia.
3) Indicare quale è la decisione all'origine della denuncia, quando è stata presa tale decisione o quando è stata notificata (corredare di allegati se necessario).
4) Che risultato si spera di ottenere attraverso la denuncia.
5) Indicare se si è già contattato l'istituzione o l'organo comunitario denunciato al fine di ottenere una riparazione.
6) Se la denuncia è inerente ai rapporti di lavoro, indicare se sono state esaurite le possibilità interne di domanda o ricorso amministrativo e se sono scaduti i termini fissati per la risposta da parte dell'autorità interessata.
7) Se la denuncia è già stata risolta da un tribunale o è pendente dinanzi ad un tribunale.
8) Se si autorizza l'inoltro della denuncia ad un'altra autorità (europea o nazionale), qualora il Mediatore ritenga di non essere abilitato a trattarla.
9) Data e firma.

Referenti: 

Mediatore Europeo
1 Avenue du President Robert Schuman
CS 30403
FR - 67001 Strasbourg Cedex
Tel. 0033 3 88172313
Fax 0033 3 88179062

Data: 
Mercoledì, 26 Novembre, 2008 - 01:00