Le manifestazioni di beneficenza (pesche, tombole o lotterie locali) possono essere promosse e diret

Manifestazioni di sorte locali - Pesche, tombole e lotterie

Le manifestazioni di beneficenza (pesche, tombole o lotterie locali) possono essere promosse e dirette da: enti morali, associazioni e comitati senza fini di lucro aventi scopi assistenziali, culturali, ricreativi e sportivi e dalle Onlus, per far fronte alle esigenze finanziarie degli stessi.

Per le Lotterie locali la vendita dei biglietti non deve superare l'importo massimo di 51.645,69 Euro.
Per le Tombole i premi in palio non possono superare la somma di 12.911,42 Euro (non c'è limite nel numero di cartelle che possono essere distribuite).
Per le Pesche o i Banchi di beneficenza il ricavato non deve superare l'importo di 51.645,69 Euro.

I premi in palio per le Lotterie e le Pesche o i Banchi di beneficenza possono consistere solo in servizi e beni mobili; sono esclusi denaro, titoli pubblici e privati, valori bancari, carte di credito e metalli preziosi (tale limitazione non è prevista per le tombole).

NOTE:
La cauzione che occorre versare al Comune, nel caso di organizzazione di Tombole, potrà avvenire mediante:

  • deposito in denaro, titoli di stato o garantiti dallo stato, al valore di borsa, presso la tesoreria provinciale;
  • fideiussione bancaria;
  • fideiussione assicurativa.

Le fideiussioni dovranno essere in bollo con autentica della firma del fideiussore.
La cauzione prestata avrà scadenza non inferiore a tre mesi dalla data di estrazione. Il Comune potrà incamerare la cauzione se entro 30 giorni dall'estrazione non saranno consegnati i premi ai vincitori.

Cosa occorre: 

Comunicazione al Sindaco, al Prefetto competente e all'Ispettorato Compartimentale dei Monopoli di Stato inviata almeno 30 giorni prima della manifestazione.

Per le Lotterie locali occorre inoltre allegare il regolamento riguardante la specifica Lotteria nel quale saranno indicati:

  • la quantità e la natura dei premi messi in palio;
  • la quantità e il prezzo dei biglietti da vendere;
  • il luogo in cui vengono esposti i premi;
  • il luogo e i tempi fissati per l'estrazione e la consegna dei premi.

Per le Tombole occorre inoltre allegare:

  • Regolamento della specifica Tombola dove si elencano i premi e il prezzo di ciascuna cartella;
  • documentazione comprovante l'avvenuto versamento di una cauzione finalizzata a garantire l'assegnazione dei premi (calcolata in misura pari al valore complessivo dei premi prestata a favore del Comune).

Per le Pesche o Banchi di beneficenza, nella comunicazione occorre specificare il numero di biglietti che si intendono emettere ed il relativo prezzo.

 

Normativa: 

D.P.R. n. 430 del 26/10/2001 in vigore dal 12/04/2002.

Referenti esterni: 

Ispettorato compartimentale Monopoli di Stato
Via Solferino 21 - 47121 Forlì
monopoli.forli@aams.it
monopoli.forli@pec.aams.it

Data: 
Giovedì, 27 Febbraio, 2014 - 01:00