Il Comune di Rimini ha un tempio crematorio situato presso il Cimitero monumentale e civico. 

Cremazione

Il Comune di Rimini ha un tempio crematorio situato presso il Cimitero monumentale e civico. 

L’opera, inaugurata nell'aprile del 2016,  domina la piazza antistante il cimitero diventandone una sorta di monumento. La scelta della collocazione ha consentito di creare maggiori spazi a disposizione dei cittadini, la struttura infatti è composta da una sala del commiato, una piazza, il giardino, oltre ai necessari uffici preposti al pubblico e il parcheggio. Il tempio è stato progettato separando in modo marcato gli spazi fruibili agli utenti dalle aree operative, con tutti i luoghi di lavoro posizionati lungo un percorso rettilineo nella zona retrostante la struttura.

La sala del commiato è disponibile gratuitamente su prenotazione. E’ inoltre presente un’area per la dispersioni delle ceneri, anche questa disponibile su richiesta.

l tempio crematorio di Rimini osserva i seguenti orari:

Ufficio Prenotazioni ed informazioni
Dalle ore 8.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00

Ricezioni e consegna urne
Da Lunedì a Venerdì ore 8,00 - 18,00
Sabato ore 8,00 - 17,00

Contatti:
Tel. 0541/741817
Fax 0541/358330
Email: crematorio.rimini@ser-cim.it


Nella regione Emilia Romagna esitono altri strutture crematorie a Faenza, Bologna, Ferrara, Parma, Reggio Emilia.

Il Consiglio Regionale ha approvato una legge che stabilisce che la dispersione delle ceneri non è più reato. Le ceneri del defunto, che finora potevano essere conservate solo nel cimitero, potranno essere affidate alla famiglia e tenute in casa se lo si desidera, oppure, in base alla volontà scritta dell'interessato, possono essere disperse in aree private o in natura, compresi fiumi e mari.
E' necessaria un'autorizzazione dell'ufficale di Stato Civile del comune dove è avvenuto il decesso.
Possono essere disperse in natura anche le ceneri di defunti cremati prima dell'entrata in vigore della legge ma ancora in attesa di una collocazione definitiva.

COSA:
Chi intende avvalersi della cremazione, ha le seguenti possibilità :

  • affidare la propria volontà al coniuge o, in assenza, ai familiari più prossimi (in questo caso non c'è bisogno di alcun atto scritto);
  • esprimerere la volontà di avvalersi della cremazione nel testamento;
  • iscriversi ad una ditta o società riconosciuta che si interesserà della pratica.

Gli oneri per la cremazione e i servizi connessi, sono a carico del cittadino (solo in caso di indigenza del defunto, le spese possono essere sostenute dal comune di ultima residenza nei limiti delle ordinarie disponibilità di bilancio).

Il nuovo Regolamento per le attività funebri definisce anche le modalità per la dispersione delle ceneri.

 

Normativa: 

- L.130 del 30/03/2001 "Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri"
- Decreto del 1/7/2002 (G.U. 189 del 13/08/2002) relativo alla determinazione delle tariffe per la cremazione.
- Legge Regionale n. 19 del 29/7/04 "Disciplina in materia funeraria e di Polizia Mortuaria" e Direttive Applicative

- Deliberazione di Giunta Comunale n. 481 del 1/12/04: "Approvazione delle modalità per l'affidamento delle urne cinerarie ai familiari dei defunti"

- Deliberazione di Giunta Comunale n. 60 del 24/5/07 "Approvazione del Regolamento Comunale per le attività funebri necroscopiche cimiteriali e di polizia mortuaria"

- Determina dirigenziale n. 1352/2015

- Delibera di Giunta n. 163/2016 - Fissazione delle tariffe del serivizio di cremazione

 

Data: 
Venerdì, 3 Settembre, 2010 (All day)