La materia è regolata nella Regione Emilia-Romagna dalla Legge Regionale n.14/2008, dalla L.R.n.

Centri estivi (soggiorni per vacanza): modalità per l'apertura

La materia è regolata nella Regione Emilia-Romagna dalla Legge Regionale n.14/2008, dalla L.R.n. 2/2003 e dal Regolamento Regionale n.2/2008.
L'apertura e l'esercizio dei soggiorni di vacanza per minori, diurni o comprendenti un numero di pernottamenti inferiori a quattro, è soggetta ad una "Segnalazione Certificata Inizio Attività" (SCIA),da presentare allo Sportello Unico per le Imprese (SUAP) del Comune, attestante la conformità della struttura alle vigenti normative in materia di :
- igiene e sanità,
- prevenzione incendi,
- sicurezza degli impianti e idoneità statica delle strutture
- accessibilità.


La SCIA deve obbligatoriamente contenere i seguenti elementi:

- nome del gestore, residenza e recapito telefonico dello stesso;
- ubicazione del soggiorno di vacanza e relativo recapito telefonico;
- esatta tipologia di soggiorno attivato: esplicitare se si tratta di soggiorno diurno o di soggiorno con un numero di pernottamenti inferiori a quattro;
- numero delle presenze per turno e numero di turni;
- date di inizio e termine dell'attività;
- elenco, con le relative mansioni, del personale che, a qualsiasi titolo, opera nel centro estivo;

Più approfondite informazioni nell'allegato

Data: 
Martedì, 1 Luglio, 2014 - 02:00