Il Certificato di Proprietà di un'auto viene fornito a partire dal 1993.

Auto: acquisto, passaggio di proprietà, esportazione, cronologia, autorizzazione alla guida di un mezzo privato all'estero

Il Certificato di Proprietà di un'auto viene fornito a partire dal 1993. Precedentemente esisteva il Foglio Complementare.
Non essendo un documento di circolazione, non deve essere conservato in automezzo, ma a casa propria.

- ACQUISTO DI UN'AUTO -

Occorre distinguere due casi :

1) prima ISCRIZIONE del veicolo nuovo;
2) TRASCRIZIONE del passaggio di proprietà (acquisto di auto usata).

1) La prima ISCRIZIONE di un veicolo nuovo si articola a sua volta in 2 sottocasi :

a) cod. 15: prima iscrizione di auto mai immatricolata;
b) cod. 17: prima iscrizione di auto proveniente dall'estero (ad esempio dalla Repubblica di San Marino), o auto demolita e poi ricostruita.

Nel caso a) la dichiarazione di vendita deve essere fatta su moduli disponibili presso il P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) e a questi direttamente consegnato. La firma del venditore può essere autenticata dall'Ufficio Anagrafe.

Nel caso b) deve essere presentata una dichiarazione di importazione di chi importa (o ricostruisce, a seconda dei casi) in duplice originale in bollo con firma autenticata dal notaio.
Sempre presso il P.R.A. è disponibile il modulo per la presentazione della pratica.

Alla pratica di prima iscrizione va allegata :
- copia della Carta di Circolazione;
- Certificato di Conformita' (entrambi vengono rilasciati dalla Motorizzazione Civile).

2) La TRASCRIZIONE del PASSAGGIO DI PROPRIETA':


a) il venditore può recarsi all'Ufficio Anagrafe con i dati anagrafici e il codice fiscale del compratore, un proprio documento di riconoscimento e il certificato di proprietà dell'auto sul quale compilerà il modello "T" davanti all'Ufficiale d'Anagrafe che autenticherà la firma (Euro 16 per la marca da bollo). Se l'auto è vecchia il modello "T" sul libretto non c'è, ma è disponibile presso l'anagrafe.

b) andare alla Motorizzazione Civile per aggiornare il libretto di circolazione (occorre effettuare due versamenti);

c) il compratore dovrà recarsi al P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) Via Italia 29, per registrare l'atto di vendita (la spesa dipende dai Kilowatt dell'automobile).

Le tre operazioni su indicate ai punti a, b, c, si possono effettuare anche contemporaneamente presso lo Sportello Telematico dell'Automobilista (STA)
Occorre però che il venditore e l'acquirente siano presenti entrambi.

Documenti necessari:
- Foglio Complementare o Certificato di Proprietà compilato sul retro con i dati dell'acquirente e firmato dal venditore con firma autenticata (l'autentica deve presentare gli estremi completi delle generalità del venditore e del suo documento di identità, data e firma leggibile e per esteso dell'autenticatore con timbro recante nome e cognome dell'ufficio di appartenenza)
- n.1 Fotocopia certificato di proprietà compilato e firmato
- n.2 fotocopie carta di circolazione con esibizionedell'originale
- n.2 fotocopie documento di identità dell'acquirente
- n.2 fotocopie codice fiscale dell'acquirente.

Se il nuovo intestatario è un cittadino extracomunitario dovrà esibire permesso di soggiorno valido in originale+ fotocopia e un'autocertificazione dei propri dati anagrafici ai sensi DPR 445/00.

- ACQUISTO E TRASFERIMENTO DI UN'AUTO O UNA MOTO ALL'ESTERO -

Quando si vende o si esporta un'auto o una moto all'estero, occorre fare una pratica di "Cessazione dalla circolazione per esportazione definitiva" (cod. 53), alla quale vanno allegati i seguenti documenti:

- Foglio Complementare o Certificato di Proprietà
- Carta di Circolazione;
- Targa automobilistica

Prima di effettuare l'esportazione del mezzo il vecchio proprietario o il concessionario auto/moto deve fare un atto di vendita presso un notaio o un Ufficio Anagrafe a favore di chi ha acquistato il mezzo.
Questo atto ha validita' 60 gg. e consente di effettuare il trasferimento.
Arrivato nel suo paese, il nuovo proprietario deve fare il passaggio di proprietà e acquisire le nuove targhe, dopodiche' deve inviare le vecchie targhe e la documentazione italiana del mezzo al vecchio proprietario che provvederà a radiare il mezzo sia per quanto riguarda il libretto che il foglio complementare.
Qualora i documenti richiesti non fossero disponibili occorre una denuncia di smarrimento degli stessi o una dichiarazione di avvenuto ritiro da parte dell'ufficio estero corrispondente all'ufficio Italiano di Motorizzazione.


DOVE RIVOLGERSI per il servizio di autentica :

NOTAIO

- Ufficio Anagrafe - Sportelli n. 8 e 9
Via Caduti di Marzabotto 25
Orari di apertura: QUI


- Delegazioni  Anagrafiche 

Delegazione anagrafica Centro Storico (ex-Circoscrizione 1) Corso d'Augusto 152 - tel. 0541 704790 

Delegazione anagrafica Viserba (ex-Circoscrizione 5) Via Mazzini 22 - tel. 0541 793911

Delegazione anagrafica Miramare (ex-Circoscrizione 3) Piazza Decio Raggi 2 - tel. 0541 793882

Orari di apertura: QUI

 

- AUTORIZZAZIONE ALLA GUIDA DI UN'AUTO PRIVATA ALL'ESTERO -

Si effettua una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, presso l'Anagrafe, compilando un modulo prestampato.
Occorre firmare alla presenza dell'impiegato comunale e serve una marca da bollo di € 16

 

AUTO : CERTIFICATO CRONOLOGICO
L'estratto cronologico di un'autovettura indica tutti i suoi passaggi di proprietà dalla messa in circolazione alla demolizione.
Può essere richiesto tramite un'agenzia di pratiche automobilistiche o direttamente dall'interessato.
E' possibile altresì richiedere delle semplici visure che indicano solo l'ultimo destinatario e non tutte le vicende giuridiche.

P.R.A. - PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO
Via Italia 29 - 47900 Rimini
Tel. 0541/749111-20-29
Fax 0541/749133

 

COMUNICAZIONE PERVENUTA DA ACI 06/10/2014:
L'Unità territoriale ACI Rimini offre ai malati in gravi condizioni di salute ed ai disabili intrasportabili il servizio a domicilio attinente alle autentiche dei passaggi di proprietà PRA e altre formalità del Pubblico Registro Automobilistico.

 

Normativa: 

Decreto Legge n. 223 del 4/7/2006.
Il decreto toglie al notaio la competenza per la vendita dei veicoli e delega gli Uffici dell'Anagrafe, per l'autentica degli atti e delle dichiarazioni che riguardano la vendita di beni mobili registrati e di rimorchi o la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi.
 

Data: 
Mercoledì, 28 Luglio, 2010 - 02:00