BIKE SHARING MI MUOVO IN BICI  Un’opportunità per spostarsi in modo veloce, autonomo e so

Mobilità sostenibile

BIKE SHARING

MI MUOVO IN BICI 

Un’opportunità per spostarsi in modo veloce, autonomo e sostenibile. Una rete di collegamenti pensata per chi vuole vivere la città su due ruote, per chi preferisce sentirsi libero dal traffico cittadino e accedere ai servizi di trasporto regionali utilizzando un unico titolo di viaggio: Mi Muovo, la Carta unica di pagamento della mobilità regionale.
Mi Muovo in bici (bike sharing biciclette verdi) è il progetto di “bike sharing & ride” promosso dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito di un’importante e ampia strategia di mobilità finalizzata alla creazione di una rete integrata di trasporto pubblico in grado di offrire ai cittadini un ventaglio di alternative per lo spostamento urbano. Attivando il servizio sulla propria card è possibile prelevare e restituire la bicicletta in una delle stazioni presenti nelle città aderenti. Pensato per gli spostamenti brevi, il bike sharing oggi rappresenta la forma di spostamento urbano più conveniente, sia in termini di tempo sia in termini economici.

Per maggiori informazioni vai alla guida ai servizi:  Mi muovo in bici 

 

MONOPATTINI ELETTRICI

Dal mese di Agosto 2019 a Rimini è presente il servizio sperimentale di noleggio monopattini elettrici, con il sistema free floating,  per un periodo di 12 mesi. Due le società attive, Bird Rides Italy e Lime, le due società sono specializzate nello sharing di mezzi elettrici a flusso libero, senza stazioni di prelievo e gestito con una App per smartphone (Android: Play Store di Google - IOS: App Store)

* Bird - Enjoy The Ride

* Lime - Spostati Quando Vuoi


Sul territorio la circolazione dei dispositivi per la micromobilità elettrica è consentita esclusivamente in ambito urbano e in particolare sulla pista ciclabile del lungomare sud da Miramare (lungomare Spadazzi) fino l’incrocio con Via Faenza; sulla pista ciclabile del lungomare sud dall’incrocio con Via Siracusa fino Piazzale Boscovich; sulla pista ciclabile lungo via destra del porto fino al Ponte dei Mille; sulla pista ciclabile di via Principe Amedeo da Piazzale Fellini al sottopasso; sul percorso ciclopedonale di Piazzale Cesari Battisti dal sottopasso alla Stazione ferroviaria; nei percorsi ciclopedonali dei parchi Renzi, Maria Callas, Cervi, Olga Bondi, Fabbri, Poderi della Ghirlandetta, XXV Aprile; nelle “zone 30” da Via Cristoforo Colombo al lungomare Claudio Tintori; sulla pista ciclabile del lungomare nord a Viserbella.

In tutte queste zone la velocità non dovrà essere superiore a 15km/h, mentre nelle aree pedonali e nelle vie del centro storico e di Piazzale Fellini non potrà superare i a 6km/h, ovvero in Via Marecchia, da via dei Mille a Ponte di Tiberio; sul Ponte di Tiberio; su Corso D'Augusto da Ponte di Tiberio a Via Verdi; in Via Verdi fino Piazza Malatesta; in Via Garibaldi, da Porta Montanara a Via Bertola; su Corso d'Augusto, da Arco d'Augusto a Via Bertola; in Via IV Novembre e Via Dante, da Via Alberti a Stazione Ferroviaria; in Via Galeria e Via Castelfidardo, da Via Bastioni Orientali a Via IV Novembre.

Vai al comunicato stampa

Vai alla notizia sulla stampa locale

 

scarica allegati