Progetto Legalità e sicurezza sul lavoro AS. 2018-2019

Progetto “Legalità e Sicurezza sul Lavoro per lo sviluppo di azioni finalizzate ad informare e sensibilizzare gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado” – Anno scolastico 2018-2019

Dal 1999 è stato attivato un Progetto che vede la collaborazione degli Enti Territoriali, delle Istituzioni e delle Organizzazioni sindacali di categoria del territorio riminese: la Provincia di Rimini, l’Ufficio Scolastico VII – Ambito territoriale di Forlì, Cesena e Rimini, il Corpo dei Vigili del Fuoco, la Direzione Territoriale Lavoro (DTL) di Rimini, l’AUSL della Romagna, l’Inail, l’Inps, l’Ordine Consulenti del Lavoro, l’Associazione Nazionale Mutilati Invalidi del Lavoro (ANMIL), i sindacati CGIL, CISL, UIL. Il progetto è volto ad informare e sensibilizzare gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado, ossia i lavoratori di domani, sulle tematiche della legalità e sicurezza sul lavoro e nell’ambito del succitato Progetto, gli studenti delle scuole riminesi sono stati coinvolti attivamente mediante azioni formative e concorsi di idee ad hoc, manifestando un tasso positivo di gradimento sui risultati.

Un  tassello di questo importante percorso di crescita del Territorio, è rappresentato dall’approvazione del Protocollo d’intesa per la legalità, la qualità, la regolarità e la sicurezza del lavoro e delle prestazioni negli appalti e concessioni di lavori, servizi e forniture pubblici, siglato il 16 settembre 2013, con il quale si è ritenuto di affrontare, declinandolo in azioni e procedure concreti, il tema della lotta e della prevenzione di fenomeni di illegalità nel lavoro, collegati alla criminalità organizzata ed alle infiltrazioni di stampo mafioso.

Da qui l’opportunità di ampliare il concetto di legalità e di sicurezza, nell’ambito delle azioni informative e di sensibilizzazione da offrire agli studenti, anche alle tematiche ed agli argomenti oggetto del citato Protocollo, al fine di creare una vera cultura di prevenzione e responsabilità sociale, partendo dalle giovani generazioni, innalzando la soglia di attenzione e conoscenza verso fenomeni di intrusione e penetrazione criminale nell’economia.

Nell’aprile 2015 è stato siglato un Protocollo per lo sviluppo di azioni finalizzate ad informare e sensibilizzare gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado, ossia i lavoratori di domani, sulle tematiche della legalità e della sicurezza sul posto di lavoro sottoscritto da: il Comune di Rimini, la Provincia di Rimini, l’Ufficio Scolastico VII – Ambito territoriale di Forlì, Cesena e Rimini, l’INAIL di Rimini, l’INPS di Rimini, l’AUSL della Romagna, la DTL di Rimini, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Rimini, CGIL, CISL, UIL e l’ANMIL di Rimini e le Categorie economiche del territorio riminese.

Obiettivo del protocollo sottoscritto è di promuovere azioni ed adottare intese dirette a:

1.1       promuovere una cultura della legalità e della sicurezza attraverso la diffusione delle informazioni e favorendo lo scambio di notizie e esperienze;

1.2       raccordare gli interventi formativi di competenza dei vari soggetti;

1.3       sensibilizzare l’opinione pubblica attorno ai problemi della sicurezza e della legalità finalizzata ad una crescita della coscienza sociale;

1.4       permettere ai giovani di migliorare la capacità di intervenire in maniera più consapevole e preventiva sulle condizioni di scelta di un lavoro che sia regolare, sicuro e di qualità;

1.5       favorire l’avvicinamento degli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado del Territorio riminese alla cultura della sicurezza e della legalità del lavoro anche attraverso possibili percorsi formativi;

1.6       fare conoscere ai futuri lavoratori le regole del mondo del lavoro, sensibilizzarli sulla cultura della legalità e della sicurezza, portando nelle aule, altresì, testimonianze ed esperienze concrete delle conseguenze dell’incidentalità sui luoghi di lavoro;

1.7       implementare alcune azioni che potranno eventualmente essere replicate negli anni successivi, ampliandone anche portata e numero di soggetti coinvolti, il tutto nella logica del perseguimento degli obiettivi di ampia portata sopracitati.

 

Il Progetto per l’anno scolastico 2018-2019, coordinato dal Comune di Rimini si concretizza in questo documento riassuntivo degli obiettivi progettuali, delle azioni e degli impegni oggetto dell’iniziativa in parola. Si promuoverà anche il coinvolgimento dei Comuni della Provincia di Rimini sedi di Scuole Superiori.


Evento finale Teatro Novelli, 5 Aprile 2018

 

OBIETTIVI PROGETTUALI

Il progetto intende favorire l’avvicinamento degli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado del Territorio riminese alla cultura della sicurezza e della legalità sul lavoro attraverso percorsi formativi.

I percorsi formativi saranno rivolti, di norma, agli studenti delle classi IV  e forniranno conoscenze in tema di:

  • Normativa del lavoro e della legalità;
  • Tipologia dei rapporti di lavoro (autonomo, dipendente,);
  • Aspetti assicurativi e tutele del lavoratore;
  • Normativa sulla sicurezza e salute nei posti di lavoro ed in itinere;
  • Le forme di lavoro irregolare.

SOGGETTI PROMOTORI

Gli Enti promotori del Progetto sono costituiti da: Comune di Rimini, INAIL di Rimini, INPS di Rimini, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Rimini, ANMIL di Rimini, Ufficio Scolastico VII – Ambito territoriale di Forlì, Cesena e Rimini, Provincia di Rimini, AUSL della Romagna, DTL di Rimini, Vigili del Fuoco di Rimini, la Capitaneria di Porto, le OO.SS. di CGIL, CISL e UIL di Rimini e l’Associazione Libera

Per la realizzazione delle azioni previste dal progetto è stato costituito un Tavolo Tecnico di Coordinamento.

Gli Enti finanziatori del Progetto per l’anno scolastico 2017-2018 sono: il Comune di Rimini, l’INAIL di Rimini, l’INPS di Rimini, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Rimini e l’ANMIL di Rimini. Al Comune di Rimini compete la funzione ed il ruolo di Ente coordinatore dell’iniziativa, anche dal punto di vista della gestione amministrativo-contabile delle risorse.

 

AZIONI PROGETTUALI

Il Progetto prevede fondamentalmente tre azioni pilota:

  • azione 1 - una campagna di comunicazione volta a sensibilizzare la popolazione che espliciti la condivisione e l’analisi dei dati messi a disposizione dai vari Enti e Organismi coinvolti inerenti le tematiche progettuali;
  • azione 2 – progettazione e gestione di percorsi formativi su richiesta delle singole scuole. Il percorso formativo per l’anno scolastico 2017-18, da svolgersi nei mesi di novembre e dicembre 2017, è suddiviso in due moduli per un totale di 8 ore: 4 ore sul tema della “Sicurezza sul lavoro”, coordinato dal referente dell’INAIL;  4 ore sul tema della “Legalità sul lavoro”, coordinato dal referente dell’INPS.

I moduli prevedono la compresenza degli esperti messi a disposizione dagli enti promotori; tale nuova modalità di svolgimento del percorso formativo/informativo consente da una parte agli studenti di concentrarsi sui due aspetti fondanti del rispetto delle regole sul posto di lavoro, senza frammentazioni e interventi spesso a distanza nel tempo e, dall’altra, consente alle Scuole di gestire al meglio un calendario di 2 incontri. Il percorso formativo/informativo così strutturato consente agli Istituti eventuali aggregazioni di più classi frequentanti la IV (massimo 60 studenti per aula). Per il 2017 si prevede un unico intervento di complessive 8 ore per Istituto scolastico.

Di seguito sono descritti i programmi degli interventi formativi:

  1. MODULO LEGALITÀ SUL LAVORO – due interventi di 2 ore per un totale di 4 ore;
  2. MODULO SICUREZZA SUL LAVORO -  due interventi di 2 ore per un totale di 4 ore.

 

MODULO “LEGALITA’ SUL LAVORO”

Referente: Antonella Marani  - tel: 0541 398331-  mail: antonella.marani@inps.it  

Enti coinvolti: INPS, DTL Rimini, Centro per l'impiego, Ordine Consulenti Lavoro, CGIL, CISL, UIL.

Il modulo “Legalità sul lavoro” è così articolato:

  • Il cittadino alla ricerca di un’occupazione (Centro per l’impiego);
  • Il cittadino assunto – la busta paga (CGIL-CISL-UIL);
  • Le tipologie dei contratti (Consulenti del lavoro);
  • La contrattualistica e il rispetto dei contratti (DTL);
  • Le tutele previdenziali derivanti dal rapporto di lavoro (INPS).

MODULO “SICUREZZA SUL LAVORO”

Referente: Cesare Tommasini – tel. 0541 363621 – mail : c.tommasini@inail.it

Enti coinvolti: INAIL, AUSL Romagna, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto - Guardia Costiera, ANMIL, CGIL, CISL, UIL.

Il modulo “Sicurezza sul lavoro” è così articolato.

  • Il mondo INAIL – Previene – Assicura – Garantisce – Protegge;
  • Il lavoratore infortunato  – Testimonianza (ANMIL)
  • La prevenzione, la vigilanza e le indagini negli ambienti di lavoro (AUSL Romagna);
  • Tutele e diritti dei lavoratori all’informazione/formazione e addestramento (CGIL-CISL-UIL);
  • La sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro (Vigili del Fuoco);
  • Sicurezza e tutela della salute in mare (Capitaneria di porto – Guardia Costiera).

 

  • azione 3 - azioni o iniziative di promozione della campagna informativa (e/o convegno/conferenza) che vedrà il coinvolgimento delle Scuole riminesi.

TEMPI DI REALIZZAZIONE

Il Progetto si svilupperà seconda la seguente tempistica, di massima:

  • Analisi, studio ed avvio dell’azione e campagna di informazione (azione 1) – gennaio/aprile 2019 MANIFESTO - SPOT TELEVISIVO , SPOT RADIOFONICO, BANNER Annuncio pubblicitario su una pagina web, collegato al sito dell'inserzionista tramite un link;
  • Progettazione e organizzazione dei PERCORSI FORMATIVI e successivo svolgimento (azione 2) –novembre/dicembre 2018;
  • Concorso “NON C’E’ SICUREZZA SENZA LEGALITA’ – IO LAVORERO’ SICURO” (gennaio/aprile 2019);
  • Azione complementare sviluppata in contemporanea o al termine delle prime due azioni (azione 3) – gennaio/aprile 2019. EVENTO FINALE TEATRO NOVELLI.

 

Responsabile del progetto per il Comune di Rimini: Massimo Stefanini  - tel. 0541/704753 – massimo.stefanini@comune.rimini.it

Per informazioni sarà possibile contattare il referente del Comune di Rimini: Bruno Angelini – tel. 0541/704980 – bruno.angelini@comune.rimini.it

Rimini, ottobre 2018

 

scarica allegati