L'occupazione, permanente o temporanea, di spazi ed aree pubbliche è soggetta a preventiva concessio

Informazioni sulle modalità di applicazione del canone COSAP

OGGETTO DEL CANONE

L'occupazione, permanente o temporanea, di spazi ed aree pubbliche è soggetta a preventiva concessione/autorizzazione rilasciata dal Comune e al pagamento di un canone.

Vengono definite occupazioni permanenti quelle di carattere stabile, effettuate anche con manufatti, aventi durata pluriennale fino ad un massimo di 29 anni. Sono, invece, temporanee quelle effettuate, anche con manufatti, di durata inferiore all'anno.

Per spazi ed aree pubbliche si intendono le strade, le piazze, i marciapiedi e tutte le aree e i relativi spazi sovrastanti e sottostanti appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune. Sono considerate pubbliche anche le aree di proprietà privata sulle quali risulti costituita (nei modi e nei termini di legge) una servitù di pubblico passaggio.

 

DOMANDA DI CONCESSIONE/AUTORIZZAZIONE

Chiunque intenda occupare una porzione di suolo pubblico deve presentare all’Ufficio COSAP apposita domanda in carta legale (con marca da bollo da € 16,00) redatta sulla base dei modelli di seguito allegati.

La richiesta deve pervenire con congruo anticipo rispetto alla data prevista per l’inizio dell’occupazione in quanto il procedimento si conclude, con un provvedimento espresso, entro il termine di 60 giorni dalla data di presentazione della domanda.

La domanda, sottoscritta (con firma digitale ovvero autografa) dal titolare o legale rappresentante dell’ente / associazione / società richiedente, può essere inviata tramite PEC all’indirizzo dipartimento4@pec.comune.rimini.it , unitamente a fotocopia del documento di identità del richiedente. La domanda in formato cartaceo potrà essere presentata direttamente all’ufficio, per posta o fax al n. 0541/704581.

Per la richiesta di occupazione di suolo pubblico deve essere corrisposto un contributo per le spese di istruttoria e di eventuale sopralluogo di € 30,00 nei casi di nuova occupazione e di € 15,00 per i procedimenti di rinnovo della concessione.

Il pagamento del contributo alle spese di istruttoria è effettuato mediante bollettino di c/c potale n. 86744471 (IBAN: IT 45 J 07601 13200 000086744471) intestato a Comune di Rimini – Diritti di ricerca ed istruttoria – Servizio Tesoreria, causale proventi per ricerca ed istruttoria pratiche COSAP.

Alla domanda di occupazione di suolo pubblico deve necessariamente essere allegata apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui si attesti di essere in regola con il pagamento della tassa rifiuti (TARI) se ed in quanto dovuta in relazione all’attività in funzione della quale è richiesta l’occupazione.

Allegato: dichiarazione di regolarità del pagamento della TARI

ATTENZIONE: La concessione eventualmente rilasciata sulla base di una falsa dichiarazione sostitutiva è considerata come mai rilasciata ed espone il dichiarante concessionario, oltre alle relative conseguenze penali, alla contestazione dell’originaria abusività della sua occupazione con applicazione della relativa indennità, maggiorata di sanzioni ed interessi.

 

Nella richiesta devono essere, inoltre, allegati:

  • n. 3 copie della planimetria in scala adeguata dell’ubicazione contenente le misure della superficie da occupare della strada, marciapiede, e degli eventuali manufatti;
  • n. 2 foto a colori dello stato dei luoghi (solo per occupazioni con cantieri edili)
  • ricevuta del versamento dei diritti di istruttoria;
  • fotocopia del documento d’identità del richiedente.

 

INDICAZIONI SUI FORMATI DELLE PLANIMETRIE E DEI PROGETTI DI OCCUPAZIONE

Al fine di consentire l’agevole stampa delle tavole digitali ovvero la trasformazione delle tavole cartacee in un documento digitale la planimetrie o il progetto di occupazione dovrà essere redatto esclusivamente in formato standard: A4, A3 e multipli del formato A3.

Pertanto, saranno ammessi sia la composizione dei progetti in più tavole di formato A4 o A3 ma anche l’utilizzo di formati di grandi dimensioni (a seconda delle necessità di rappresentazione grafica) con l’unica accortezza che la rappresentazione degli elementi grafici (delle planimetrie, dei prospetti, delle sezioni, viste laterali, foto o rendering) non ricadano nella intersezione di due o più fogli A3.

INDICAZIONI PER L’ASSOLVIMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO

Al fine di consentire l’assolvimento del pagamento dell’imposta di bollo (prevista ai sensi dell’art. 15 del DPR 642/1972), senza necessità di presentare o inoltrare fisicamente le marche da bollo all’Ufficio è predisposto un apposito modello contenente la dichiarazione di assolvimento dell’obbligo.

Allegato:https://www.comune.rimini.it/sites/comune.rimini.it/files/dichiarazione_assolvimento_imposta_di_bollo.pdf

La dichiarazione dovrà essere redatta in ogni sua parte con apposizione nell’apposito spazio e annullamento della marca da bollo. La stessa dovrà semplicemente essere allegata all’istanza insieme a tutti i documenti occorrenti.

Il medesimo modello di dichiarazione dell’Assolvimento dell’imposta di bollo potrà essere usato per l’inoltro dell’ulteriore marca da bollo necessaria (come obbligo di legge) per l’emanazione del provvedimento finale.

Si avverte che tale dichiarazione al fine di responsabilizzare l’effettivo pagamento dell’imposta di bollo è redatta nella forma della Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà la quale prevede anche conseguenze penali gravi per le dichiarazioni mendaci. Il richiedente avrà l’obbligo di conservare la dichiarazione affinché l’Autorità competente possa effettuare i controlli successivi.

Attenzione: Ai sensi dell’art. 181 del DL n. 34 del 19/05/2020, le istanze dei pubblici esercizi, relative al periodo 01/05/2020 - 31/10/2020 sono validamente presentate senza applicazione dell’imposta di bollo.

CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI IN FORMATO DIGITALE ED INVIO AL RICHIEDENTE TRAMITE PEC

Le Autorizzazioni / Concessioni per l’occupazione del suolo pubblico verranno firmate e saranno prodotte in formato digitale. Ciò consentirà- una volta assolti, in via preventiva il pagamento del canone e dell’imposta di bollo - il perfezionamento del procedimento tramite l’invio a mezzo PEC al diretto interessato del provvedimento che così potrà iniziare l’occupazione alla data convenuta senza ulteriori formalità. L’inoltro alle persone fisiche non tenute per legge a disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata potrà avvenire tramite la posta elettronica personale.

 

FIDEJUSSIONE

 

Per il rilascio delle concessioni all’occupazione di suolo pubblico con cantieri edili di durata superiore a 10 giorni ovvero, in relazione alle caratteristiche dell’occupazione, nei casi in cui l’Amministrazione lo ritenga necessario ai fini della tutela del patrimonio pubblico, il concessionario è tenuto a costituire adeguato deposito cauzionale oppure fidejussione bancaria o assicurativa.

ORDINANZA PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL TRAFFICO

Le occupazioni che interessano la sede stradale sono subordinate al rilascio dell’ordinanza di regolamentazione del traffico veicolare da richiedere all’Ufficio Autorizzazioni e nulla osta della Polizia Municipale via della Gazzella, 27, da lunedì a venerdì 10 – 13, giovedì 9 – 17 (informazioni telefoniche da lunedì a venerdì 10- 15.30 al tel. 0541/ 704405)

DETERMINAZIONE DEL CANONE

Il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche è determinato in base:

  • alle tariffe stabilite periodicamente dalla Giunta Comunale;
  • al valore economico della disponibilità dell’area nonché del sacrificio imposto alla collettività, con previsione di coefficenti moltiplicatori.
  • all’entità dell’occupazione espressa in metri quadrati o metri lineari;
  • alla durata dell’occupazione;

Le tariffe sono determinate dalla Giunta comunale con riferimento alla classificazione in 3 categorie di importanza delle strade, aree e spazi pubblici.

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il titolare della Concessione / autorizzazione di occupazione di suolo pubblico è tenuto al pagamento anticipato del canone che deve essere eseguito prima del ritiro materiale dell’atto e comunque prima dell'inizio previsto per l'occupazione.

Il versamento del canone può essere effettuato a mezzo del bollettino di c/c postale n. 11236478 intestato a Comune di Rimini – Cosap – Servizio Tesoreria, oppure tramite versamento diretto alla Tesoreria Comunale. Il versamento diretto alla Tesoreria Comunale potrà essere effettuato in qualunque sportello della banca Unicredit SpA al c/c bancario

IBAN: IT  63  Q  02008  24220  000102621578

Per importi di entità superiore a € 400,00 è possibile richiedere il pagamento rateale del canone.

SANZIONI

Per le occupazioni abusive, cioè quelle effettuate in assenza della concessione / autorizzazione, si applica, in luogo del canone, un'indennità pari al canone maggiorato del 50% e una sanzione pari al 100% dell’indennità stessa.

Per il mancato pagamento del canone o di una rata di esso si applica la sanzione amministrativa pecuniaria pari al 30% dell’importo del canone o della rata. Se il versamento viene effettuato tardivamente rispetto alla data di scadenza prevista si applica la sanzione del 15%.

RAVVEDIMENTO OPEROSO

Prima della formale contestazione del mancato o del tardivo pagamento del canone è prevista la possibilità di ravvedimento da parte del concessionario, tramite l’autoapplicazione al momento del versamento della sola sanzione pari al 10% dell’importo del canone o della rata dovuti.

Per fruire di questa possibilità, una volta effettuato il versamento (tramite c/c Postale o direttamente alla Tesoreria comunale), è sufficente darne comunicazione all'Ufficio Cosap utilizzando il modello appositamente predisposto.

In ogni caso, l'Ufficio Cosap è a disposizione per il calcolo preciso dell'importo dovuto.

RATEIZZAZIONE DEBITI ARRETRATI

I debiti relativi a carichi arretrati (somme ingiunte da CORIT - Riscossioni Locali Spa o non ancora ingiunte ma accertate dall'Ufficio con apposito avviso) potranno essere dilazionati su istanza del debitore qualora lo stesso si trovi in "temporanea situazione di difficoltà finanziaria". La particolare situazione di difficoltà finanziaria dovrà obbligatoriamente essere autocertificata.

Conformemente all'art. 13 del Regolamento Generale delle Entrate la rateizzazione è ammessa solo per importi superiori a € 300,00. Sono previste 6 rate bimestrali (per una durata di 12 mesi) per somme complessivamente a debito inferiori a € 5.000,00. Sono previste, invece, 12 rate bimestrali (per una durata di 24 mesi) nel caso di debiti maggiori. Per importi superiori a € 10.000 l'accoglimento della istanza di rateizzazione è subordinata alla presentazione di apposita fidejussione bancaria o assicurativa.

Alle rateizzazioni sarà applicato il saggio di interesse legale nella misura stabilita per l' ’anno.

 NORMATIVA DI RIFERIMENTO

DOVE RIVOLGERSI

Per informazioni e la presentazione delle domande l'Ufficio COSAP è aperto al pubblico in via Rosaspina, 7, dalle ore 10,00 alle ore 13,15 nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, il giovedì dalle ore 9,00 alle ore 17,00.

Tel:      0541 704319

Fax:     0541 704581

Pec: dipartimento4@pec.comune.rimini.it

Email: cosap@comune.rimini.it