Contributi per lo smaltimento di manufatti contenenti amianto anno 2020

ll Comune di Rimini destina un importo complessivo di 20.000 euro per l'erogazione di contributi economici a fondo perduto ai privati cittadini che rimuovono e smaltiscono manufatti contenenti amianto quali lastre o pannelli piani o ondulati, utilizzati per la copertura di edifici e come pareti divisorie non portanti, tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie e di esalazione, serbatoi per contenere acqua ecc., e/o elementi contenenti amianto utilizzati in ambito domestico (forni, stufe, pannelli di protezione caloriferi o condominiale, fioriere ecc.).

 

Il contributo non è comulabile con altre agevolazioni pertanto il beneficiario non deve ricevere per lo stesso intervento altri tipi di finanziamento siano essi europei, statali, regionali o di altra natura. Tra le agevolazioni di cui sopra si intendono compresi anche gli incentivi erogati dal Gestore Servizi Elettrici nazionale (GSE) per l'installazione di inpianti fotovoltaici con sostituzione di coperture di fabbricati realizzate con elementi edilizi contenenti amianto, nonchè le detrazioni fiscali riguardanti la ristrutturazione edilizia ed il miglioramento energetico dei fabbricati o di altra natura analoga o similare.

ll contributo coprirà il 50% della spesa effettivamente sostenuta e documentata, sino ad un massimo di Euro 1.200 (milleduecento/00), IVA inclusa, per ogni singolo intervento, con divieto di suddivisione artificiosa di bonifica in stralci.

Il contributo non include l'eventuale costo di manufatti sostitutivi e la loro messa in opera e sarà erogato in ordine di precedenza di prenotazione fino all’esaurimento del fondo disponibile.

Possono richiedere il contributo i proprietari di manufatti contenenti amianto che siano:

  • presenti nel territorio del Comune di Rimini ed in regola con gli strumenti urbanistici vigenti;

  • abbandonati sul suolo di proprieta` del soggetto richiedente già denunciati ad una Pubblica Autorita`;

Non saranno oggetto di incentivo gli interventi realizzati in data antecedente il 1° Gennaio 2019 (farà fede la data riportata sulla quarta copia del formulario di trasporto firmata in accettazione dal destinatario)

Per ottenere il contributo il proprietario del manufatto dovrà rivolgersi ad una ditta specializzata che effettua gli interventi di bonifica di beni contenenti amianto. L’elenco delle ditte abilitate è disponibile di seguito nella sezione allegati, all'indirizzo web www.albogestoririfiuti.it e presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Rimini con sede Piazza Cavour, 29 (Tel 0541/704704).

Visto il D.L. 8 Aprile 2020 n. 23 recante “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di dempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, non chè interventi in materia di salute e lavori, di proroga di termini amministrativi e processuali”, che all'art.37 “Termini dei procedimenti amministrativi e dell'efficacia degli atti amministrativi in scadenza”, stabilisce che “il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell'art.103 del D.L. 17 Marzo 2020 n 18 è prorogato al 15 Maggio 2020”  si rende noto che la data di apertura del Bando amianto 2020 fissata per il giorno 15 Aprile 2020 viene prorogata al 15 Maggio 2020.

Le domande di richiesta contributo che verranno presentate prima di tale data (15 Maggio 2020) non verranno prese in considerazione e verranno pertano annullate.

 

Inoltre, tenuto conto dell'emergenza COVID-19 e di quanto disposto dal D.L. n.18 del 17 Marzo 2020, di seguito si elencano le misure organizzative adottate per il contenimento della diffusione del virus.

L'allegato “E” denominato “richiesta contributo” dovrà essere inoltrato esclusivamente via pec o e-mail.

La trasmissione potrà essere effettuata direttamente dalla Ditta (esclusivamente tramite PEC) che ha effettuato la bonifica o dal privato cittadino ad uno dei seguenti indirizzi:

dipartimento3@pec.comune.rimini.it (per Ditta e/o privato cittadino) oppure qualitaambientale@comune.rimini.it (per privato cittadino).

Il modulo “E” riportante marca da bollo e firma del richiedente il contributo, dovrà essere successivamente spedito in originale al seguente indirizzo:

Comune di Rimini – U.O. Qualità Ambientale Via Rosaspina 21 – 47923 - Rimini (RN)