Questo l’obbiettivo comune scaturito da un percorso di design-thinking, attraverso cui Comune di Rim

Welfare digitale: affidato l’incarico a Lepida per la realizzazione dell’app a sostegno di famiglie con pazienti anziani

30 Novembre 2020
Favorire la domiciliarità dei pazienti provenienti da un percorso di dimissioni protette e destinatari di una serie di servizi socio-sanitari, utilizzando al meglio le tecnologie digitali.

Questo l’obbiettivo comune scaturito da un percorso di design-thinking, attraverso cui Comune di Rimini e Lepida hanno sviluppato idee per per co-progettare soluzioni tecnologiche a supporto della filiera che va dalle dimissioni ospedaliere protette alla presa in carico da parte dei servizi sociali, con una finalità ben precisa.

Lo strumento individuato è quello di una”app per il welfare digitale” attraverso cui sarà possibile richiedere, seguire e monitorare alcuni servizi per anziani, come l’ assegno di cura, i servizi sollievi, i centri diurni, gli ausili assegnati, con tanto di tempistiche di consegna e tracciamento.

Un progetto complesso e articolato che verrà sperimentato dai servizi nel corso dell’anno, in modo da poter essere messo a disposizione dei cittadini nella seconda metà del 2021.

Il primo passo è stato l’affidamento dell’incarico tecnico a Lepida - per circa 90 mila euro – che seguirà la progettazione per tutti i comuni del distretto socio sanitario di Rimini. L’applicazione mobile, una volta disponibile, sarà pubblicata sugli store di Apple (App Store) e Google (Play Store).

Per accedere all’app sarà necessaria l’autenticazione con SpID. Lepida, coerentemente con le conclusioni raggiunte dal gruppo di lavoro congiunto AuSL e Comune, ha predisposto un piano dei lavori che prevede tappe prestabilite di verifica, controllo e sviluppo nel corso dell’anno.

L’applicazione prevederà l’integrazione con gli applicativi gestionali in uso nel Comune e nell’AUSL Romagna (Ambito di Rimini), per rendere possibile la consultazione del PAI (Piano assistenziale individuale).

“Rimini è protagonista di un progetto pilota regionale – spiega Gloria Lisi, assessore alla protezione sociale del Comune di Rimini – in grado di coniugare welfare e digitale. L’app, una volta disponibile, servirà ad ogni famiglia per orientarsi nella rete dei servizi per anziani e accedere ad alcune opportunità del welfare cittadino. Il progetto rappresenta un ulteriore passo avanti nell’erogazione di servizi contestuali e personalizzati ai cittadini riminesi.
L’app si affiancherà al tradizionale accesso ai servizi welfare tramite gli sportelli sociali, in ottica smart e mobile-first consentendo di interagire con il Comune tramite lo smartphone”.