Un volume di traffico che nonostante l’incremento dovuto alla crescita degli operatori e dei visitat

Sigep: nelle prime ore sta funzionando il sistema d’accoglienza alla manifestazione che vede la partecipazione di decine di migliaia tra espositori, visitatori e buyers

18 Gennaio 2020
Come atteso è stato importante nella mattinata di oggi il volume di traffico che ha impegnato le strade cittadine in occasione della prima giornata del Sigep, il Salone della gelateria, pasticceria e panificazione artigianali e caffè, che con l’inaugurazione di sabato 18 festeggerà fino al 22 gennaio il 41 compleanno.

Un volume di traffico che nonostante l’incremento dovuto alla crescita degli operatori e dei visitatori alla manifestazione, che come dalle aspettative si conferma, non ha sorpreso anche grazie al piano straordinario predisposto per agevolare l’arrivo in Fiera e lo spostamento sul territorio dei visitatori mettendo a punto le migliori opportunità per collegare il quartiere con aeroporti, stazioni ferroviarie e alberghi.

Un piano che, accanto al potenziamento considerevole dei servizi pubblici, ha visto all’opera decine di agenti della Polizia locale riminese e di una serie di misure anche strutturali per impedire, sulla base dell’esperienze passate, il ripetersi di fenomeni come la sosta selvaggia, capaci di provocare riflessi negativi importanti sull’intero sistema della viabilità. E’ il caso delle strade secondarie come via Maiano dietro la chiesa di San Martino in Riparotta, o della pista ciclabile lungo la via Emilia, importante arteria dedicata alla mobilità di pedoni, bicilette e da quest’anno anche dei monopattini elettrici. Per impedire questo fenomeno sono stati così posizionati oltre 80 new jersey, utilizzati anche per adottare efficacemente soluzioni viabilistiche capaci di fluidificare i flussi viabilistici come, ad esempio all’intersezione di via XXIII Settembre e via Carlo Zavagli.

Un piano che in queste prime ore ha dato i propri frutti: solo a ridosso della fiera, infatti, nonostante la pioggia che ha spinto all’utilizzo delle auto, si sono creati i rallentamenti dovuti soprattutto alle problematiche di accesso a tutti i parcheggi al servizio dell’evento, mentre sulle vie che dalla zona mare e dal centro portavano al Sigep il traffico ha potuto scorrere in maniera senza particolari disagi considerato i numeri dell’evento e la giornata di mercato che ha, come noto, ricadute importanti sulla viabilità cittadina.

Considerato che domani sarà una giornata festiva, e quindi con una ricaduta minore sui flussi di traffico da parte dei riminesi, dal Comando di Polizia locale, che con 44 operatori presidia quotidianamente e in maniera esclusiva la manifestazione, alle giornate culmine di lunedì e di martedì, giornate in cui però il tempo dovrebbe migliorare con ricadute positive sulla circolazione.

L’impegno straordinario della Polizia locale riminese è stato programmato sui principali nodi strutturali da e per la fiera, così da fluidificare le correnti di traffico che intersecandosi potrebbero contribuire al rallentamento della circolazione sia in entrata ma soprattutto al momento dell’uscita, quando l’esperienza ormai acquisita ha consigliato nei fatti l’obiettivo di tener ben distinti i tre flussi che si creano. Soprattutto in queste ore la Polizia locale consiglia gli utenti, specie i cittadini residenti in grado di conoscere nel dettaglio la città, di programmare al meglio orari e percorsi alternativi alle direttrici più congestionate.

Sul fronte del trasporto pubblico sei fermate in più giornaliere dei treni regionali alla stazione di Rimini Fiera rispetto alla passata edizione, incremento della capacità dei treni charter ´Cattolica - Santarcangelo´ da 450 a 590 posti, prolungamento della tratta D dei Bus Speciali che arriveranno fino a Riccione e intensificazione dei collegamenti dalla stazione di Rimini al quartiere fieristico grazie alla collaborazione tra IEG e l´amministrazione comunale. Sono queste alcune delle novità del migliorato servizio di trasporto in fiera e dello spostamento dei visitatori che potrà contare su due importanti novità: la recente entrata in funzione di Metromare, il servizio di trasporto che in modalità protetta collega in poco più di venti minuti la stazione Ceccarini di Riccione fino alla stazione di Rimini.