Saranno complessivamente 19.192 gli studenti riminesi pronti a iniziare l'anno scolastico 2015-2016

Scuola: 19.192 gli studenti riminesi per l'anno 2015-2016

10 Settembre 2015
Due le scuole nuove realizzate, 30 i cantieri estivi realizzati. 15milioni e 544 euro investiti per le scuole e i servizi educativi.

Saranno complessivamente 19.192 gli studenti riminesi pronti a iniziare l'anno scolastico 2015-2016 nelle 48 scuole statali di diverso ordine e grado presenti nel Comune di Rimini.

La parte del leone sarà giovata dagli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, le superiori, con 9.527 iscritti, seguiti da quelli delle scuole primarie (5.267), dalle secondarie di primo grado (le scuole medie) con 3.520, per finire con quelle dell'infanzia (878).

Le insegnanti nelle scuole dell'infanzia del Comune di Rimini sono 112, le educatrici nei nidi 75.

Numeri importanti, in sostanziale tenuta rispetto l'anno passato, dove il numero complessivo di studenti sfiorava quota 19.500.

 

L'edilizia scolastica

 

Il 2015-2016 è un anno importante per la scuola riminese perché saranno diverse le novità che si troveranno davanti studenti, famiglie e insegnanti.

Alcuni di questi studenti inizieranno infatti il nuovo anno scolastico nelle due strutture nuove di Villaggio Primo Maggio e Gaiofana che, oltre ad essere due dei principali investimenti e obiettivi di questa amministrazione, rappresentano veri fiori all'occhiello dal punto di vista strutturale, energetico, ambientale e di interazione con la viabilità e logistica dei quartieri in cui sono inserite. Non solo, se le due nuove scuole hanno visto impegnate risorse per circa 9milioni e 500mila euro, complessivamente, sono stati investiti più di un milione e quattocentomila euro per più di 30 cantieri tra interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria su tutto il territorio riminese. Una parte importante di queste risorse, circa settecentomila euro, sono state impiegate nelle scuole elementari Decio Raggi e Gianni Rodari per migliorare, ammodernare e integrare a livello strutturale i plessi scolastici. Gli altri interventi vanno da lavori di rinforzo strutturale o di creazione di termocappotti e controsoffitti a interventi più immediati come la realizzazione di staccionate, la sostituzione dei portoni di ingresso, l'abbellimento dei giardini e delle dotazioni tecniche, il piastrellamento di bagni piuttosto che la tinteggiatura di interni ed esterni fino ai lavori di piccola manutenzione e di miglioria estetica.

 

Diritto allo studio

Ammontano a circa un milione e duecentoventiseimila euro le risorse impegnate per il sostegno agli studenti con handicap nei nidi e nelle materne delle scuole riminesi. Da segnalare con particolare soddisfazione come la cooperativa Ancora, che l'anno scorso vinse il bando per gli educatori e da settembre 2014 gestisce il servizio, abbia proprio in questi giorni stabilizzato 35 educatori.

Questa particolare tipologia di servizio è inoltre implementata con ulteriori 165mila euro provenienti dal sociale e utilizzati per progetti extracurricolari come quello ad esempio di integrazione e assistenza infermieristica nelle scuole, un servizio che solo Rimini e pochissime altre realtà mettono in campo.

Più di 1.500mila euro sono quelli investiti dal Comune di Rimini per il sostegno alle mense scolastiche,  dove solo nel 2014-2015 sono stati serviti 214mila pasti per 1.750 studenti.

976mila euro quelli impegnati per il trasporto scolastico, con 25 linee attivate e, nel 2014-2015, 757 studenti trasportati. 15 le linee di piedibus attivate in 9 diversi istituti scolastici. 90Mila euro stanziati per il loro sviluppo nel prossimo triennio scolastico.

2439 le tariffe agevolate concesse per le famiglie con reddito basso, 2.100 quelle ridotte , 24 quelle minime attivate per le famiglie colpite dalla crisi.

180mila euro investiti nei voucher per integrare la spesa delle famiglie e facilitare la permanenza nei nidi dei loro figli

187mila euro, in fine, quelli per l'acquisto di circa 18mila libri scolastici. 139 mila euro quelli investiti pr il supporto all’acquisto di libri di testo delle scuole secondarie primarie e secondarie per 1.047 famiglie riminesi.

 

Secondarie superiori; gli iscritti scuola per scuola.

 

Licei scientifici: 2349

Liceo classico e magistrali: 2031

Istituto tecnico per geometri: 1460

Istituto tecnico per Ragionieri: 809

Istituti professionale per il commercio (Einaudi): 486

Istituto professionale Alberti: 738

Istituto perito turistico: 808

 

“Fuor di metafora, ma dati alla mano – sottolinea il Vicesindaco con delega ai servizi educativi del Comune di Rimini, Gloria Lisi – quello della scuola rappresenta il nostro più grande investimento. Non parlo solo delle ingenti risorse fisicamente messe a disposizione della scuola - dalla realizzazione dei due nuovi plessi a Villaggio Primo Maggio e Gaiofana alla manutenzione scolastica fino al diritto allo studio – ma sopratutto alla centralità culturale, sociale, civica  ma anche economica che ogni studente rappresenta non per il Comune di Rimini, ma per tutta la comunità riminese. Ogni studente è il primo investimento in cultura ed  educazione che una comunità deve fare se vuole migliorarsi e crescere. Questo è un punto fermo del nostro mandato a cui stiamo dando, oltre che strutture e risorse, anche gambe e piedi. L'interazione tra istruzione e servizi sociali è un altro punto che caratterizza la nostra idea di scuola; una scuola inclusiva, dove le diversità diventano risorsa e non limite, dove il diritto allo studio si materializza non solo in supporti economici ma anche in servizi educativi ed assistenziali per chi ne ha più bisogno”.