Una manutenzione straordinaria che interessa l’impiantistica e il corpo dell’edificio e che sarà seg

Impianti energetici di nuova generazione e nuova illuminazione per il Palasport Flaminio. In campo investimenti per circa 800mila euro

3 Febbraio 2020
Impiantistica, illuminazione e miglioramento strutturale: la Giunta comunale ha approvato una serie di interventi di riqualificazione e di efficentamento energetico per rendere sempre più funzionale uno dei principali poli sportivi della città, il Palasport Flaminio.

Una manutenzione straordinaria che interessa l’impiantistica e il corpo dell’edificio e che sarà seguita da un ulteriore step di interventi, che consentirà all’Amministrazione (che ha in concessione la struttura attraverso un contratto sottoscritto con  la Provincia di Rimini) di avere a disposizione un palazzetto che meglio risponde alle esigenze degli sportivi e degli spettatori.

Nello specifico Anthea, che si farà carico dei lavori attraverso l’accordo quadro sottoscritto con il Comune, ha redatto la diagnosi energetica del Palazzetto dello Sport dalla quale è emersa la necessità primaria di riqualificare dal punto di vista energetico l’edificio. l’intervento di manutenzione straordinaria riguarderà in primo luogo la riqualificazione energetica. Si interverrà quindi sulla centrale termica, sostituendo le caldaie esistenti con due caldaie ad alto rendimento e i due cogeneratori non funzionanti con un nuovo impianto. Si provvederà anche alla sostituzione delle pompe di circolazione esistenti con nuove pompe di tipo elettronico a basso assorbimento, il tutto per garantire una riduzione sostanziale dei consumi di energia elettrica durante il funzionamento ordinario degli impianti. L’intervento di riqualificazione energetica riguarderà anche l’illuminazione, con la sostituzione dei corpi illuminanti dei corridoi, delle palestre, degli spogliatoi al piano interrato con corpi illuminanti a basso assorbimento con tecnologia LED. Nuova luce anche sul campo da gioco, con l’installazione di dispositivi a LED, nel rispetto dell’indice di illuminazione previsto dalla Lega serie A Basket per le riprese televisive. Parallelamente all’intervento di riqualificazione energetica si interverrà con opere di miglioramento sismico dell’edificio. L’intervento – che si prevede possa partire la prossima estate - prevede una spesa a carico di Anthea di circa 464mila euro, ed è stato candidato per accedere al finanziamento (pari al 30%) previsto dal POR FESR 2014-2020, a cui si potranno aggiungere altri contributi (come ad esempio certificati bianchi TEE, contributo del conto termico 2.0). Nei prossimi giorni inoltre saranno approvate ulteriori opere mirate alla parte strutturale dell’edificio e già previsti nel piano economico finanziario dell’intervento per ulteriori 400mila euro circa, per un investimento complessivo sul Palasport che dunque si aggirerà sugli 800mila euro.

“Credo che questo intervento sia rilevante sotto ogni punto di vista, sia perché va a migliorare la più frequentata struttura indoor di Rimini, sia per la sostenibilità ambientale ed economica dell’intera opera – spiega l’assessore al Bilancio e allo Sport Gian Luca Brasini – Innanzitutto andiamo a rendere più funzionale il Flaminio, un luogo simbolo per gli sportivi riminesi e centrale per la pratica agonistica e non della nostra città. Un posto del cuore tornato sotto i riflettori grazie alla passione e all’entusiasmo risvegliati alla Rbr, la squadra di basket cittadina fresca della decima vittoria consecutiva. Un intervento esemplare anche dal punto di vista economico: andiamo ad intervenire sull’efficentamento energetico accedendo anche a più fonti di finanziamento e rientrando degli investimenti nel giro di pochi anni andando a risparmiare sui consumi e quindi sui canoni. Di fatto un investimento che si ripaga da sé e che consente di dare più prospettiva in termini di durata e di utilizzo al Palazzo”.