L’esposizione intende mostrare al pubblico, per la prima volta, le recentissime acquisizioni di dis

B - ARCHIVE. Le opere donate all'Archivio della Biennale Disegno Rimini

26 Luglio 2019
Sabato 27 luglio alle ore 17,30, nell’Ala Nuova del Museo della città di Rimini, inaugurerà la MOSTRA DELLE OPERE DONATE AL MUSEO DELLA CITTA’ PER L’ARCHIVIO BIENNALE DISEGNO RIMINI, a cura di Alessandra Bigi Iotti e Franco Pozzi (27 luglio-15 settembre 2019).
  • opere donate
  • opere donate
  • opere donate
  • opere donate

L’esposizione intende mostrare al pubblico, per la prima volta, le recentissime acquisizioni di
disegni legate alla manifestazione BIENNALE DISEGNO RIMINI. Più di cento disegni contemporanei
donati con grande liberalità da artisti provenienti da tutta Italia e in parte anche dall’estero e un
piccolo nucleo di fogli antichi e del ‘900, per un valore di mercato che supera i duecentomila euro.
Queste opere vanno a costituire il primo nucleo della collezione di disegni dell’Archivio Biennale
Disegno, con l’auspicio che, grazie anche a questa intensa e appassionata attività, la collezione
possa vivere e crescere negli anni futuri.
Moltissimi i nomi degli artisti legati alla Biennale che hanno generosamente deciso di donare una
loro opera per la nascente collezione d’arte: da quelli più affermati come Davide Benati, Giovanni
Frangi, Vittorio d’Augusta, Graziano Pompili e Massimo Pulini, ai giovani che si sono avvicendati a
CANTIERE DISEGNO nel corso delle tre edizioni della biennale.
Punto di partenza della collezione di disegni antichi e moderni è il grande bozzetto preparatorio
del sipario del teatro Galli, realizzato da Francesco Coghetti nel 1857, ed entrato a far parte delle
collezioni comunali grazie alla liberalità di Luigi e Adriana Valentini nel 2016. Recentissima è anche
l’acquisizione di un importante fondo di xilografie e disegni di Giancarlo De Carolis, nipote del
celebre xilografo Adolfo, decano degli artisti riminesi recentemente scomparso, che ha esposto le
sue originali opere per l’ultima volta proprio nel corso della terza Biennale Disegno nel 2018.
La nascente collezione di disegni è stata organizzata in un ARCHIVIO BIENNALE DISEGNO (seguito
con passione e dedizione da Alessandra Bigi Iotti e Franco Pozzi e da Piero Delucca e Annamaria
Bernucci dell’Assessorato alla cultura del Comune di Rimini) che comprende, oltre alle opere
d’arte donate, anche una fototeca e una biblioteca, arricchita non solo dai numerosi cataloghi
prodotti nel corso delle tre edizioni della Biennale, ma anche dai cataloghi donati dagli artisti stessi
insieme alle opere. L’obiettivo è quello di creare, in parallelo alla raccolta di disegni, una biblioteca
specifica della Biennale, specializzata nel Disegno, antico, moderno e contemporaneo.
La grafica è stata seguita, come sempre, con passione e rigore da Stefano Tonti.

Il catalogo è stato reso possibile grazie alla generosità e attenzione di Oreste Ruggeri di KIA e di
Amedeo Bartolini di NFC Edizioni Rimini.
L’assistenza nell’allestimento e nella realizzazione delle cornici è stata sostenuta da Vagnini cornici
e da Zamagni Galleria d’Arte.
Un ringraziamento a Neon Rimini per il supporto tecnico nell’installazione di Marotta & Russo al
primo piano dell’Ala Nuova del Museo.

MOSTRA DELLE OPERE DONATE AL MUSEO DELLA CITTA’ PER L’ARCHIVIO BIENNALE DISEGNO RIMINI

Rimini, Museo della città, Ala Nuova
27 luglio – 15 settembre 2019
Inaugurazione sabato 27 luglio, ore 17,30

scarica allegati

Opera di Grenci Domenico (220.77 KB - jpeg)
Opera di Leonardo Cemak (117.89 KB - jpeg)
Opera Smacchia ri tigre (181.27 KB - jpeg)
Opera di Liverani (178.4 KB - jpeg)