Il Comune di Rimini è uno dei casi di successo in Italia riconosciuto dal Premio Innovazione organiz

Al Comune di Rimini il Premio Innovazione di Smau Bologna per la strategia di contrasto e recupero dell’evasione fiscale

25 Maggio 2019
Rimini come eccellenza in campo nazionale nel contrasto all’evasione fiscale.

Il Comune di Rimini è uno dei casi di successo in Italia riconosciuto dal Premio Innovazione organizzato da SMAU Bologna, la principale piattaforma di business matching in Italia nei settori dell’innovazione e delle tecnologie digitali per imprese e pubbliche amministrazioni locali in programma il 6 e 7 giugno. Il Premio Innovazione Smau è un riconoscimento assegnato  alle imprese e alle amministrazioni locali che si sono distinte per aver condotto una strategia d’innovazione digitale utile anche ad altre realtà ed enti. Il Comune di Rimini si è aggiudicato il riconoscimento per il software avanzato utilizzato per la gestione dei tributi e il recupero dell’evasione fiscale: un percorso di innovazione che ha avuto una sterzata nel 2014, con l’internalizzazione e quindi gestione in house della TARI. A questo scopo si è reso fondamentale adottare un nuovo software ed implementare nuovi flussi informativi.

Oltre alla gestione dell’attività ordinaria, le necessità di ottimizzare il recupero crediti e la lotta all’evasione hanno portato il Comune a costruire un percorso “di eccellenza” con l’incontro tra professionalità interne ed esterne. Il partner tecnologico individuato per raggiungere tale obiettivo, scelto attraverso procedure ad evidenza pubblica, è stato Municipia, società del Gruppo Engineering, con il quale è stato possibile mettere a frutto l’esperienza già maturata in passato in tema di incrocio delle banche dati finalizzato alla loro bonifica e all’individuazione di posizioni irregolari o addirittura sconosciute al fisco.

L’azione tempestiva messa in campo ha permesso, dal 2016 ad oggi, di recuperare crediti per 21,8 milioni di euro (di cui già incassati 12 milioni, le procedure per la riscossione sono in corso). Inoltre, grazie all’alto grado di innovazione degli strumenti informatici utilizzati, si sono potuti avviare dei processi di ricerca delle posizioni “border line” o aventi caratteristiche particolari di tassabilità, che hanno consentito il recupero di ulteriori 7 milioni (di cui già incassati 3,4 milioni). 

“L’utilizzo di questa piattaforma tecnologica rappresenta un elemento centrale di una strategia di recupero dell’evaso che nello scorso biennio è stata caratterizzata dalla  ‘tax compliance’, attraverso l’adozione di provvedimenti e iniziative per agevolare i contribuenti intenzionati a regolarizzarsi – sottolinea l’assessore Brasini – Una serie di azione che ci ha riconsegnato ottimi risultati, che si sono riflessi sul contenimento delle tariffe e sull’accelerazione delle procedure di riscossione. Oggi siamo in una seconda fase orientata che mira a colpire i recidivi e le violazioni più radicate, attraverso specifiche modifiche ai Regolamenti comunali e il lavoro sinergico dei vari uffici dell’Amministrazione, con AUSL, Ispettorato provinciale del Lavoro ed agli altri enti. Ricordo inoltre che sul piano legislativo, il Comune di Rimini ha collaborato con altri enti per la presentazione di una norma di legge che consenta ai comuni di subordinare il rilascio di licenze per negozi, esercizi ed altre attività produttive alla regolarità dei versamenti dei tributi locali. Una disposizione recepita in una proposta di legge approvata il 14 maggio scorso dalla Camera. I risultati conquistati e i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale anche per l’innovazione digitale che stiamo mettendo in campo, ci danno ulteriore stimolo a proseguire in questo percorso”.