Uno degli asset principali del Masterplan strategico del Comune di Rimini sta alla base del programm

52, 15, 6. Ecco la ‘Città Diffusa’: 52 interventi in 15 mesi per 6 milioni di euro investiti dal Comune di Rimini per accrescere la vivibilità, la sicurezza e i collegamenti dell’intero territorio a monte della Statale 16

22 Giugno 2019
‘Una città coesa e armonica che si sviluppa per anelli concentrici dove alle frazioni si assegnano funzioni’.
  • Mappa "La città diffusa"

Uno degli asset principali del Masterplan strategico del Comune di Rimini sta alla base del programma operativo ‘Città Diffusa’, 50 interventi interamente a carico del bilancio del Comune di Rimini che verranno eseguiti nell’arco di 15 mesi lungo l’intera fascia territoriale a monte della linea della Statale 16 ‘Adriatica’. Si tratta di strade, scuole, piazze, verde, impiantistica sportiva, videosorveglianza, edilizia cimiteriale, aree di sosta, che si snodano tutte intorno al concetto di città circolare, senza più fratture, capace di svilupparsi per cerchi concentrici.

“Andiamo a creare connessioni attraverso funzioni e identità tra il territorio a mare e a monte della Statale 16 - è il commento dell’Amministrazione comunale di Rimini -. Quanto indicato nel Masterplan Strategico trova oggi un upgrade, con interventi già inseriti nei Bilanci con il palinsesto dei lavori ‘Città Diffusa’.

Da Santa Giustina a Corpolò, dalla Gaiofana alla Grotta Rossa, presentiamo una prima serie di interventi, 52 in tutto in questa tranche iniziale a cui ne seguiranno altri, che di qui all’autunno 2020 verranno realizzati per elevare la qualità di vita e la sintonia tra le diverse parti di Rimini”.

Nel dettaglio, per questa tranche l’investimento complessivo da parte del Comune di Rimini si aggira nell’ordine dei 6 milioni di euro, equamente distribuiti tra parte nord e parte sud dell’area comunale a monte della Statale Adriatica. Nel dettaglio si tratta di:
 

Città Diffusa/Santa Giustina

1)      Nuova piazzetta Bar Sport: 200 mila euro

2)      Nuovo attraversamento semaforizzato lungo via Emilia: 30 mila euro

3)      Riqualificazione Scuola: 315 mila euro

4)      Adeguamento normativo palestra: 25 mila euro

5)      Videosorveglianza digitale, via Villalta presso scuola elementare: 10 mila euro

6)      Videosorveglianza digitale via Meldola presso area di sosta: 10 mila euro

 

Città Diffusa/Area Nord

-          Nuova piazzetta del Tituccio a Corpolò: 150 mila euro

-          Manutenzione straordinaria via Baracchi a Corpolò

-          Adeguamento normativo palestra a Corpolò: 70 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, intersezione via Marecchiese e via Don Villa a Vergiano: 10 mila euro

-          Rifacimento pavimentazione Scuola Monte Cieco: 15 mila euro

-          Videsorveglianza digitale, intersezione via Trasversale Marecchia, via Santa Cristina e via San Martino in Venti a San Martino in Venti: 10 mila euro

-          Parcheggio pubblico a are verde in via dei Mulini a Spadarolo: 240 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, rotatoria tra via Marecchiese e via Montese a Spadarolo: 10 mila euro

-          Pista ciclabile, parcheggi pubblici, opere a verde in via Tristano e Isotta ai Padulli: 355 mila euro

-          Riqualificazione area ponte romano a San Vito: 200 mila euro

-          Manutenzione straordinaria parcheggio a San Vito

-          Completamento intervento strutturale Cimitero Santa Aquilina: 140 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, intersezione tra via San Martino in Venti e via Santa Aquilina a Santa Aquilina: 10 mila euro

-          Videsorveglianza digitale, intersezione tra via Santa Aquilina e via Amola a Santa Aquilina: 10 mila euro

-          Manutenzione straordinaria area giochi via Traversa Marecchiese a Vergiano: 15 mila euro

-          Nuova area di sgambamento cani via Carmen ai Padulli : 20 mila euro

-          Videsorveglianza digitale, rotatoria all’intersezione tra via Tristano e Isotta, via Nabucco e via Villagrande ai Padulli: 10 mila euro


Città Diffusa/Area Sud

-          Ampliamento Scuola Gaiofana: 350 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, rotatoria intersezione via Freud, via Tondelli, via Manzi a Gaiofana: 10 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, rotatoria intersezione via Montescudo, via Bidente, via Tirso a Ponte Rotto: 10 mila euro

-          Completamento viabilità zona Tombanuova a San Lorenzo in Correggiano: 576 mila euro

-          Videosorveglianza digitale, rotatoria intersezione via Coriano, via San Lorenzo in Corregiano, via Rontanini a San Lorenzo in Correggiano: 10 mila euro

-          Pista ciclabile via Coriano: un milione di euro

-          Pista ciclabile Grotta Rossa: 200 mila euro

-          Percorso pedonale da Via Montescudo a cimitero San Lorenzo in Correggiano 50 mila euro

-          Ristrutturazione cimitero San Vito, San Lorenzo: 372 mila euro

-          Ristrutturazione cimitero San Martino Montelabbate: 175 mila euro

-          Riqualificazione dell’area antistante la Pieve romanica di San Salvatore

 

Città Diffusa/Manutenzioni stradali

Nuove asfaltature su 31 vie su tutto il territorio a monte della Statale 16: 1.500.000 milioni di euro

 

Questi 52 interventi sono connessi agli interventi programmati sulla grande viabilità della Statale 16, agli interventi di riqualificazione del centro storico e dei lungomari nord e sud, con l’obiettivo di creare nuovi assi di collegamento- orizzontali e verticali- tra le diverse aree di Rimini, decongestionando le criticità e stabilendo nuove e più vie di accesso e di uscita in direzione monte/mare e mare/monte. Al tempo stesso con gli interventi di ‘Città Diffusa’ si restituiscono alle persone piazze per incontrarsi, spazi per far giocare i bambini, aree sgambamento per uscire a passeggio con i propri animali, così come si creano percorsi  per muoversi in sicurezza a piedi o in bicicletta. In aggiunta agli interventi infrastrutturali sono allo studio anche misure di regolamentazione della circolazione che consentano di migliorare la sicurezza dei percorsi in alcune situazioni puntuali, dalla Grotta Rossa a Viserba.

Attenzione infine anche alle esigenze delle famiglie e della comunità scolastica, con interventi puntuali che si inseriscono in un quadro complessivo di investimenti programmati di oltre 4milioni di euro sull’edilizia scolastica riminese.

I progetti di ‘Città Diffusa’ si inseriscono in un quadro di opere che nel complesso, al netto dei problemi e dei ritardi degli Enti e degli organismi nazionali su progetti degli Enti locali già da anni al vaglio autorizzativo, ammontano a  oltre 50 milioni di euro. A semplice titolo esemplificativo, la nuova Statale 16 prevede decisivi interventi di collegamento monte/mare e mare/monte con sottopassi e messa in sicurezza attraverso: a) percorso ciclopedonale zona Covignano; b) attraversamento ciclopedonale SS16- via Covignano; c) attraversamento ciclopedonale SS16- intersezione via Grottarossa d) attraversamento ciclopedonale SS16- via Coriano; e) rotatoria intersezione SS16-SS72.

 

Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi “La nuova circonvallazione di Santa Giustina, storia di ordinario pantano italiano

 

“Se dico al Governo italiano che sul progetto di nuova Circonvallazione di Santa Giustina non si può perdere più un secondo di tempo si tratta di un attacco politico o della verità? Se dico che non ci attendiamo aiuti da Roma ma almeno che non venga bloccato quanto già fatto a livello locale, mi devo aspettare la reazione rabbiosa di questo o di quello? Al di là delle domande, voglio raccontare questa storia, esemplare, di ordinaria burocrazia italica, ripercorrendone le tappe con oggettiva neutralità. Si Parla del progetto della nuova circonvallazione di santa Giustina, un’opera strategica non solo per il decongestionamento della mobilità locale a beneficio dell’abitato e dei motori di sviluppo lì ubicati (RiminiFiera in primis), ma necessaria all’ottimizzazione della rete stradale regionale lungo l’asse della via Emilia.

 

-     Nel 2015 termina in consiglio comunale, con l’approvazione del progetto preliminare, della variante urbanistica e del piano particellare d’esproprio, il lungo e complesso iter per individuare il miglior tracciato in termini di costi e benefici, tra le 5 soluzioni pensate per la nuova Circonvallazione di Santa Giustina. Scelta concertata in un confronto partecipato con i Cittadini;

-     Il progetto approvato è già predisposto per i successivi livelli- definitivo ed esecutivo- necessari per indire la gara di appalto per l’affidamento dei lavori, avviando al tempo stesso in parallelo la procedura espropriativa sulla quale non vi era alcuna opposizione ostativa in tribunale;

-     Il progetto dell’importo di 9,5milioni di euro prevede 3 intersezioni a rotatoria, la prima di innesto con la Strada Statale n. 9 all’altezza dell’ingresso del Cimitero, la seconda nell’intersezione con via Carpinello e la terza con via Linaro, una pista ciclopedonale bidirezionale lato mare e alcuni sottopassi di servizio.

-     Nel 2016 il Comune di Rimini completa il progetto preliminare con gli studi geologici, archeologici, idraulici per il rischio di esondazione del Fiume Marecchia e della Fossa Budriolo e ambientali per l’impatto della presenza della nuova strada sulle falde, sulla qualità dell’aria e l’inquinamento da rumore, investendo risorse per oltre 100mila euro destinate all’approfondimento progettale richiesto per legge;

-     Nel 2017 il Comune di Rimini accetta la proposta della Regione e dell’Anas, condivisa dalla Provincia e dal Comune di Santarcangelo di Romagna, di inserire la nuova circonvallazione di Santa Giustina nella rete nazionale pensandola come variante alla Strada Statale n. 9 come soluzione alternativa all’attraversamento dell’edificato. Per questo accoglie l’integrazione al progetto preliminare approvato in Consiglio Comunale, estendendo le attività anche ai tratti esistenti nel territorio del comune di Santarcangelo di Romagna e precisamente nella zona artigianale e il tratto terminale della Strada Provinciale di Gronda.

·         Nel 2016, il Comune di Rimini, dopo la precedente analisi tecnica sulla migliore soluzione da adottarsi, presenta l’intera documentazione per procedere al progetto esecutivo, agli espropri e alla gara d’appalto per la ‘realizzazione della variante e della rotatoria all’altezza di via Italia’: costruzione della nuova circonvallazione di Santa Giustina che permetterà di ridurre il traffico in transito all’interno del centro abitato e soppressione del  semaforo nell’intersezione tra Via Emilia (SS9) e Via Italia’. Costo dell’intervento, 11.9 milioni di euro

·         Nel 2017, il CIPE eroga 31,6 milioni di euro sul Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) al Comune di Rimini  per la realizzazione di una serie di interventi infrastrutturali di messa in sicurezza e miglioramento della viabilità urbana ed extraurbana nel territorio comunale. Tra questi, le risorse per Santa Giustina. Ma contestualmente il CIPE dispone che sia Anas a disporre dei fondi e delle procedure l’iter progettuale della specifica variante di Santa Giustina. Quindi 19 milioni di euro direttamente al Comune di Rimini per gli interventi nell’area Nord (tra questi la nuova Diredaua i cui lavori partiranno proprio lunedì 10 giugno) e i restanti 11.9 milioni ad Anas per la circonvallazione a bypassare la via Emilia.

·         Nel 2018 il tavolo di lavoro insediato tra i Tecnici dell’Anas e del Comune di Rimini integra la documentazione progettuale e ambientale consegnata con gli elaborati previsti per la progettazione di una nuova strada statale e in particolar modo con la valutazione ‘costi/benefici’ dell’opera che viene giudicata ‘indispensabile’ per la rete viaria locale e regionale.

·         Essendo nel frattempo entrato il vigore un aggiornamento del Codice dell’Ambiente con l’obbligo di sottoporre la realizzazione della nuova infrastruttura alla procedura di screening ambientale presso il Ministero, il Comune di Rimini stanzia ulteriori 40mila euro per predisporre lo Studio Preliminare Ambientale completo del progetto preliminare redatto secondo gli standard Anas, presentato al Ministero dell’Ambiente per l’istruttoria in data 18 febbraio 2019. Il Ministero ha  per legge 90 giorni di tempo per esprimersi con il proprio provvedimento.

·         Nel’incontro tenuto in Regione il 24 gennaio 2019 alla presenza dei Responsabili dell’Anas di Roma e di Bologna, le parti si sono lasciate con l’impegno dell’Anas di procedere celermente all’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva per giungere alla gara di appalto secondo un cronoprogramma già delineato, avviando anche la fase terminale della procedura espropriativa ripartendo dal grande lavoro svolto dal Comune di Rimini che garantisce non solo il successo dell’iniziativa ma anche un considerevole risparmio di tempo per essere in assenza di conflitti con i Privati e completate le procedure preliminari previste dalle norme.

 

Siamo fermi qui. Al silenzio del Ministero dell’Ambiente che dura 4 mesi. Due Ministri che evidentemente non si chiamano né si parlano, Toninelli e Costa. Un lavoro progettuale e procedurale enorme che, dopo aver intercettato finanziamenti e avere percorso sino in fondo l’iter, giace ad oggi ‘spiaggiato’ sulle scrivanie ministeriali. Va detto che Anas, in attesa dell’Ok del Ministero dell’Ambiente, ha già affidato il progetto esecutivo. Se entro pochi giorni, il Ministro Costa desse l’ok, entro il 2020 si potrebbe chiudere la partita documentale e avviare la gara d’appalto. Per affidare i lavori entro la primavera dell’anno prossimo. Intanto sono stati persi diversi mesi. Chiediamo pubblicamente che arrivi rapidamente il via libera. Ministro Costa, Ministro Toninelli, avete già tutto in mano, compresa la famosa analisi costi/benefici. Sentitevi, telefonatevi, ma date il via libera alla nuova circonvallazione di santa Giustina. Dobbiamo fare dei lenzuoli di protesta con il vostro nome per accelerare?”