Il Comune di Rimini, in esecuzione dell' art. 57 del D.Lgs.

CUG - Comitato Unico di Garanzia

Il Comune di Rimini, in esecuzione dell' art. 57 del D.Lgs. 30/03/2001 n.165 e della Direttiva dei Dipartimenti della Funzione Pubblica e per le Pari Opportunità del 4/03/2011 ha istituito con D.D. n.1429 del 19/10/2011 il CUG (Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni), provvedendo successivamente con Determinazione Dirigenziale n. 52 del 13.01.2014 alla sostituzione di alcuni componenti dimissionari".

Tale organismo paritetico (in quanto composto da qualificati rappresentanti dell'Amministrazione e delle Organizzazioni Sindacali di categoria), è chiamato - nei quattro anni del proprio mandato - ad esercitare istituzionalmente "compiti propositivi, consultivi e di verifica", non solo nell'ambito delle competenze che la legge, i contratti collettivi o altre disposizioni demandavano ai cessati "Comitati per le Pari Opportunità" e ai "Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing", ma amplius anche in materia di accesso all'impiego, al trattamento e alle condizioni di lavoro, alla formazione, alle progressioni in carriera e alla sicurezza, contribuendo - in tali ambiti - a fornire elementi utili per la corretta gestione del personale in un'ottica di parità e contrasto alle discriminazioni.

Come chiamente illustrato dalla citata Direttiva Interministeriale infatti "L'ordinamento italiano ha recepito i principi veicolati dalla Unione Europea in tema di pari opportunità uomo/donna sul lavoro, contrasto ad ogni forma di discriminazione e mobbing. L'amministrazione pubblica, che deve essere datore di lavoro esemplare, ha attuato per prima questi principi. L'efficienza e l'efficacia dell'azione amministrativa e la produttività passano necessariamente attraverso il miglioramento dell'organizzazione del lavoro. Un contesto lavorativo improntato albenessere dei lavoratori e delle lavoratrici, rappresenta, infatti, un elemento imprescindibile per garantire il miglior apporto sia in termini di produttività che di affezione al lavoro...". Al contrario, "... un ambiente lavorativo ove si verifichino episodi di discriminazione o mobbing si associa quasi inevitabilmente alla riduzione e al peggioramento delle prestazioni. Oltre al disagio arrecato ai lavoratori e alle lavoratrici, si hanno ripercussioni negative sia sull'immagine delle amministrazioni pubbliche, sia sulla loro efficienza".

Questo nuovo strumento può quindi contribuire in modo significativo a rinnovare l'etica dei rapporti tra Amministrazione e Cittadino-Lavoratore, con ripercussioni positive - come si è detto - anche sui servizi forniti alla Comunità Locale, vieppiù in questa difficile fase socio-economica.

Strumentale e funzionalmente legata alla mission del nuovo organismo è anche l'implementazione di una costante interlocuzione, non solo con i vertici istituzionali dell'Ente, ma anche con gli altri soggetti istituzionali coinvolti (in primis la Consigliera Provinciale di Parità / Consigliere di Fiducia), i Sindacati di categoria, la R.S.U., ed i singoli Lavoratori; da qui l'esigenza primaria, di una sua effettiva conoscibilità ed accessibilità da parte dei suddetti interlocutori. A questa esigenza queste pagine informative cercano nei limiti del possibile di rispondere.

Nel nella seduta del 23 novembre 2011 il Comitato ha approvato il proprio Regolamento interno per la disciplina delle modalità di funzionamento come previsto al punto 3.4 della richiamata Direttiva Interministeriale.

"Il CUG - Comune di Rimini" partecipa e sostiene la Giornata internazionale dei Diritti dei disabili del 3 dicembre 2012".

cug@comune.rimini.it