Strumenti urbanistici

Per strumenti urbanistici si intende l’insieme degli atti che hanno lo scopo di tutelare il territorio e regolarne l’uso e le trasformazioni.

Tali strumenti non possono essere in contrasto con le leggi nazionali e vengono approvati nel rispetto delle norme che ne disciplinano.

Il Piano Regolatore Generale (PRG) è lo strumento con il quale il Comune ha governato la disciplina d'uso e le trasformazioni del proprio territorio, secondo le norme della prima legge regionale in materia di tutela e uso del territorio n. 47 del 1978 e successive modifiche ed integrazioni.

Successivamente la legge regionale n. 20 del 2000 ha innovato nei contenuti e nelle forme l’uso del territorio, suddividendo i piani regolatori comunali in tre strumenti di pianificazione generale: Piano strutturale comunale (PSC), Regolamento urbanistico edilizio (RUE), i Piano operativo comunale (POC).

E' in forza di questa legge che il Comune ha approvato gli strumenti attualmente vigenti:
    PSC - Piano Strutturale Comunale
    RUE - Regolamento Urbanistico Edilizio

Dal 01/01/2018 è in vigore la nuova legge urbanistica regionale n. 24 del 2017, essa prevede un unico strumento urbanistico denominato Piano Urbanistico Generale (PUG) che supera l'articolazione PSC-RUE-POC.
La stessa legge non consente la formazione di nuovi POC.

Nella sezione dedicata alla Pianificazione Generale sono disponibili ulteriori informazioni.


La Pianificazione Attuativa costituisce un approfondimento delle previsioni degli strumenti urbanistici generali traducendo dettagliatamente le previsioni e le precisazioni dettate per grandi linee nello strumento generale.

La Pianificazione attuativa in pratica, è il tramite tra il Piano urbanistico e il progetto edilizio.

Anch’essa, con le modifiche delle leggi regionali in materia tutela e uso del territorio, ha subìto innovazioni.

I principali strumenti attuativi sono: piani particolareggiati di iniziativa pubblica e privata, piani di lottizzazione PEEP, PIP (Piani di insediamento produttivi), piani di recupero di iniziativa pubblica e privata, ecc. ai quali si aggiungono gli accordi operativi previsti dalla LR24/2017