Il nuovo modello, approvato con il Decreto Presidente della Repubblica 30 luglio 2012, n.

Permessi per invalidi - Contrassegno per disabili "europeo"

Il nuovo modello, approvato con il Decreto Presidente della Repubblica 30 luglio 2012, n. 151, entrato in vigore il 15 settembre 2012, consente il riconoscimento dei contrassegni rilasciati dagli Stati esteri e stabilisce il conseguente adeguamento del regolamento del codice della strada.

Facendo riferimento al simbolo internazionale di accessibilità, viene introdotto il "contrassegno di parcheggio per disabili" - conforme al modello dell'Unione Europea, previsto dalla raccomandazione n. 98/375/CE del Consiglio dell'Unione Europea del 4 giugno 1998 – che ha validità su tutto il territorio dell’Unione Europea.

Il nuovo tagliando europeo, di colore azzurro, che consente la sosta ed il riconoscimento dei veicoli delle persone diversamente abili, cambia il colore, la forma e prevede anche, a differenza del precedente di colore arancione, la fotografia e firma del titolare.


OBBLIGO DELLA FIRMA

Come previsto dalla vigente normativa il contrassegno per disabili Europeo deve essere obbligatoriamente firmato dall’'avente diritto. In relazione a ciò per il ritiro del contrassegno l'’interessato deve presentarsi personalmente presso il Comando di Polizia Locale ove dopo averlo sottoscritto può ritirare il contrassegno.

Il Comune di Rimini ha già iniziato a rilasciare e rinnovare i permessi con il nuovo modello.

La norma prevede l'’adeguamento di tutti i permessi entro tre anni dall’'entrata in vigore del Decreto, a partire quindi dal 15 settembre 2012.

In questo periodo transitorio, i contrassegni già rilasciati di colore arancione, conserveranno la loro validità fino alla scadenza, ma saranno validi solo sul territorio nazionale.

A specifica e motivata richiesta gli attuali permessi arancioni, tuttora in corso di validità, potranno essere sostituiti.

Il "contrassegno di parcheggio per disabili" conforme al modello dell'Unione Europea, è valido su tutto il territorio dell’'Unione Europea e può avere validità fino ad un massimo di 5 anni dalla data del rilascio, dopodiché occorre richiedere il rinnovo.

In caso di inabilità temporanea, ad es. in seguito ad infortunio, è possibile richiedere un permesso temporaneo.

Il permesso consente di circolare nelle zone a traffico limitato (ZTL) con sosta consentita negli appositi stalli (escluso quelli che riportano sull'apposita segnaletica verticale un numero di concessione) e nella zona disco, senza l'obbligo del rispetto dei limiti di tempo.

I possessori del permesso possono sostare liberamente nei normali parcheggi a pagamento (stalli blu) purchè quelli a loro riservati (stalli gialli) siano tutti occupati e purchè sia esposto in modo ben visibile sul cruscotto il permesso invalidi.

E' consentito l'accesso nelle aree pedonali con divieto di sosta in alcune zone:

  • Piazza Cavour,
  • Piazza Tre Martiri,
  • Corso d'Augusto (tratto compreso tra via Giovanni XXIII (esclusa) a Via Brighenti),
  • Via IV Novembre (tratto compreso tra Via Castelfidardo (esclusa) e Piazza Tre Martiri),
  • Via Garibaldi (tratto compreso tra Via Sigismondo (esclusa) e Piazza Tre Martiri).

Il permesso ha validità solo se il titolare è a bordo del veicolo e qualora il veicolo sia in sosta il titolare deve essere nelle immediate vicinanze dello stesso.

Il conducente del veicolo deve rispettare il Codice della Strada.

 

Cosa occorre: 

PRIMO RILASCIO

Il Permesso viene rilasciato dal Sindaco del Comune di residenza previa presentazione, al momento della richiesta, della seguente documentazione:

  • Copia del Verbale della “Commissione medica integrata”, rilasciato dall'Ufficio dell'ASL del Distretto di appartenenza dal quale risulti che nella visita medica è stato espressamente accertato che la persona per la quale viene chiesta l'autorizzazione ha “effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta” ovvero che “il soggetto è non vedente”. (Non è il verbale di riconoscimento dell'invalidità).

Si precisa che questo ufficio non accetterà Verbali o Certificati difformi da quanto sopra riportato o comunque privi dell'esplicita attestazione che la persona ha “effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta” ovvero che “il soggetto è non vedente”.

Per fissare la visita medica: Numero Verde CUP TEL 800 002255
Orario per informazioni e prenotazioni:
solo telefonicamente dal lunedì al venerdì 8-18 / sabato 8-13

  • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà sulla conformità all'originale della copia del Verbale della “Commissione medica integrata”;
  • domanda (su modulo predisposto) compilata e firmata dall'avente diritto (persona invalida);
  • 2 foto formato tessera: dimensioni L. 3,5 cm, H. 4 cm. Le foto devono essere consegnate già ritagliate nel formato richiesto;
  • elenco targhe compilato e firmato dall'avente diritto (persona invalida) con allegato fotocopia della carta di circolazione del veicolo se con targa straniera o della Repubblica di San Marino;
  • documento di identità valido dell'avente diritto;
  • documento di identità valido dell'eventuale persona delegata (per impedimento temporaneo dell'avente diritto) alla consegna della domanda di cui sopra;
  • documento di identità valido dell'eventuale persona con regolare procura legale (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000) delegata alla consegna e al ritiro del permesso.

Nel caso in cui la certificazione rilasciata dall'ASL di competenza sia TEMPORANEA occorrono anche n. 2 marche da bollo da euro 16,00.


OBBLIGO DELLA FIRMA

Come previsto dalla vigente normativa il contrassegno per disabili Europeo deve essere obbligatoriamente firmato dall’'avente diritto. In relazione a ciò, per il ritiro del contrassegno, l'’interessato deve presentarsi personalmente presso l'Ufficio Permessi ove, dopo averlo sottoscritto, potrà ritirare il contrassegno.
 

PER IL RINNOVO DEL PERMESSO INVALIDI (già rilasciato con validità quinquennale - 5 anni)

  • domanda (su modulo predisposto) compilata e firmata dall'avente diritto (persona invalida);
  • 2 foto formato tessera: dimensioni L. 3,5 cm, H. 4 cm. Le foto devono essere consegnate già ritagliate nel formato richiesto;
  • documento di identità valido dell'interessato;
  • certificato rilasciato dal proprio medico di famiglia che certifichi esplicitamente il “persistere delle condizioni di salute che hanno dato luogo al rilascio del contrassegno disabili”.

Certificati con diverse indicazioni non potranno essere accettati in quanto non previsti dalla vigente normativa.

  • documento di identità valido dell'eventuale persona delegata (per impedimento temporaneo dell'avente diritto) alla consegna della domanda di cui sopra;
  • documento di identità valido dell'eventuale persona con regolare procura legale (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000) delegata alla consegna della domanda di cui sopra;
  • elenco targhe in duplice copia compilato e firmato dall'avente diritto (persona invalida) con allegato fotocopia della carta di circolazione del veicolo se con targa straniera o della Repubblica di San Marino;
  • comunicare il numero di stallo personalizzato, qualora il richiedente ne sia titolare.


OBBLIGO DELLA FIRMA

Come previsto dalla vigente normativa il contrassegno per disabili Europeo deve essere obbligatoriamente firmato dall’'avente diritto.
In relazione a ciò, per il ritiro del contrassegno, l'’interessato deve presentarsi personalmente presso l'Ufficio Permessi ove, dopo averlo sottoscritto, potrà ritirare il contrassegno, previa consegna del precedente contrassegno sia nel formato plastificato che nel formato cartaceo.


PER IL RINNOVO DEL PERMESSO TEMPORANEO

  • Verbale della “Commissione medica integrata”, rilasciato dall'Ufficio dell'ASL del Distretto di appartenenza dalla quale risulti che nella visita medica è stato espressamente accertato che la persona per la quale viene chiesta l'autorizzazione ha “effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta” (non è il verbale di riconoscimento dell'invalidità).

Si precisa che questo ufficio non accetterà Verbali o Certificati difformi da quanto sopra riportato o comunque privi dell'esplicita attestazione che la persona ha “effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta”.

Per fissare la visita medica: Ufficio Certificati ASL - Via Coriano 38 - Tel 0541/707254.
Orario per informazioni e prenotazioni: da lunedì a giovedì 12-13.

  • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà sulla conformità all'originale della copia del Verbale della “Commissione medica integrata”;
  • domanda (su modulo predisposto) compilata e firmata dall'avente diritto (persona invalida);
  • 2 foto formato tessera: dimensioni L. 3,5 cm, H. 4 cm. Le foto devono essere consegnate già ritagliate nel formato richiesto;
  • documento di identità valido dell'avente diritto;
  • documento di identità valido dell'eventuale persona delegata (per impedimento temporaneo dell'avente diritto) alla consegna della domanda di cui sopra.
  • documento di identità valido dell'eventuale persona con regolare procura legale (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000) delegata alla consegna della domanda di cui sopra.
  • elenco targhe in duplice copia compilato e firmato dall'avente diritto (persona invalida) con allegato fotocopia della carta di circolazione del veicolo se con targa straniera o della Repubblica di San Marino.
  • comunicare il numero di stallo personalizzato, qualora il richiedente ne sia titolare.

Nel caso in cui la certificazione rilasciata dall'ASL di competenza sia TEMPORANEA occorrono anche n. 2 marche da bollo da euro 16,00.


OBBLIGO DELLA FIRMA

Come previsto dalla vigente normativa il contrassegno per disabili Europeo deve essere obbligatoriamente firmato dall’'avente diritto.
In relazione a ciò, per il ritiro del contrassegno, l’'interessato deve presentarsi personalmente presso l'Ufficio Permessi ove, dopo averlo sottoscritto, potrà ritirare il contrassegno, previa consegna del precedente contrassegno sia nel formato plastificato che nel formato cartaceo.

 

 

Normativa: 

- D.P.R. n. 495/1992 art. 381: sulla concessione del contrassegno invalidi;
- D.P.R. n. 151/2012: modifiche all'art. 381 D.P.R. n. 495/1992 – Nuovo Contrassegno Disabili Europeo
- Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 6 aprile 2012, n. 82.: semplificazione
- D.P.R. n. 503/1996 art. 12 comma 3: estende la possibilità di ottenere il contrassegno anche ai non vedenti;
- D.P.R. n. 384/1978 art. 6: il contrassegno va esposto sul cruscotto;
- D.P.R. n. 384/1978 art. 5: nei centri abitati, in caso di limitazione della sosta e/o della circolazione, l'autorità competente può disporre la circolazione e la sosta;

Deliberazione di G.C. n. 186 del 10/05/2005

Deliberazione di G.C. n. 457 del 28/12/2006

Deliberazione di G.C. n. 301 dell'11/09/2007

Deliberazione di G.C. n. 386 del 25/11/2008

Deliberazione di G.C. n. 086 del 10/03/2009

Deliberazione di G.C. n. 030 del 05/02/2013

Deliberazione di G.C. n. 220 del 10/09/2013

Deliberazione di G.C. n. 281 del 07/10/2014

Deliberazione di G.C. n. 320 del 29/09/2015


 

Allegato: 
Elenco Targhe (119.74 KB - pdf)
Data: 
Giovedì, 29 Maggio, 2014 - 02:00