ATTIVITA' DI LOCAZIONE BREVE Articolo 4, D.L 24 aprile 2017 n.

Locazioni brevi

ATTIVITA' DI LOCAZIONE BREVE
Articolo 4, D.L 24 aprile 2017 n. 50, convertito dalla Legge 21 giungo 2017 n. 96
Per locazioni brevi si intendono le locazioni (verbali o scritte) di immobli ad uso abitativo, di durata non superiore a 30 giorni consecutivi, ivi incluse quelle che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulate da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attivita' d'impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attivita' di intermediazione immobiliare, ovvero da soggetti che gestiscono portali telematici.

ADEMPIMENTI GENERALI PER ATTIVITA' DI LOCAZIONE BREVE

IMPOSTA DI SOGGIORNO (IdS) – via Ducale n. 7 – tel. 0541/704184
- LUNEDI' E MERCOLEDI' dalle ore 9:00 alle ore 12:30
- GIOVEDI' dalle ore 9:00 alle ore 15:00
- MARTEDI' e VENERDI': chiuso al pubblico.

COMUNICAZIONE INIZIO ATTIVITA' – ACCREDITAMENTO OBBLIGATORIO SUL PORTALE SOGGIONIAMO -  DICHIARAZIONE TRIMESTRALE - VERSAMENTO TRIMESTRALE – CONTO DI GESTIONE ANNUALE
QUESTURA DI RIMINI    sezinformatica.rn@poliziadistato.it

PROCEDURA ALLOGGIATI WEB: 1) MODULO RICHIESTA CREDENZIALI   2) INVIO TELEMATICO SCHEDINE ALLOGGIATI  SUL PORTALE    https://alloggiatiweb.poliziadistato.it 
REGIONE E.R. – RILEVAZIONE STATISTICA DEI FLUSSI TURISTICI - Ufficio Statistica 0541 794739 - 794742 - 794744

COMUNICAZIONE  MENSILE PRESENZE 
TASSA RIFIUTI (TARI) – via Ducale 7 – 0541/704637 – 704639 – 704176
- LUNEDI' E MERCOLEDI' dalle ore 9:00 alle ore 12:30
- GIOVEDI' dalle ore 9:00 alle ore 15:00
- MARTEDI' e VENERDI': chiuso al pubblico.

MODELLO DENUNCIA – PAGAMENTO IN UNICA RATA O TRE RATE
SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP)  via Rosaspina 7 - 0541 704368

NESSUN ADEMPIMENTO

 

ATTENZIONE:
Non rientrano nelle locazioni brevi e pertanto devono comunicare l'apertura allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) coloro che locano il proprio appartamento per finalità turistiche con contratti stipulati ai sensi dell'art. 1, co. 2, lettera c della Legge 431/98.

 

PASSAGGI IN BREVE PER APRIRE L'ATTIVITA' IN FORMA NON IMPRENDITORIALE

  1. comunicare inizio di attivita' di locazione breve all'Ufficio Imposta di Soggiorno compilando ed inviando apposito modello ( CLICCARE QUI )
  2. richiedere credenziali alla Questura di Rimini per accreditamento al portale ALLOGGIATI WEB
    Le schede alloggiati devono essere scaricate in formato pdf dal portale alloggiati web ed obbligatoriamente conservate per 5 anni dall'inserimento
  3. comunicare, mensilmente, all’ufficio statistica della Regione Emilia Romagna, i dati relativi ai propri ospiti (per informazioni telefonare al 0541 794740)

 

INFORMAZIONI GENERALI IMPOSTA DI SOGGIORNO
Nell'ambito delle disposizioni in materia di federalismo municipale (D. Lgs. 23 del 14/03/2011) il Comune di Rimini ha introdotto a decorrere dal 01 ottobre 2012 l'Imposta di Soggiorno ed approvato il relativo Regolamento Comunale.
Con Decreto Legge n. 50 del 24/04/2017 convertito con Legge n. 96 del 21/06/2017, è stata introdotta la figura di “responsabile del pagamento dell’Imposta di Soggiorno” nelle persone fisiche, nei soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e nei soggetti che gestiscono portali telematici, qualora incassino il canone o il corrispettivo dei contratti di “locazioni brevi” stipulati per immobili ad uso abitativo (durata non superiore a 30 giorni).

TARIFFE IMPOSTA DI SOGGIORNO

TIPOLOGIA RICETTIVA CLASSIFICAZIONE IMPOSTA (*) - (euro)
Immobili oggetto di locazioni brevi, ai sensi dell’art. 4 del D.L. 50/17, gestiti direttamente dal proprietario dell’immobile - 0,70
Immobili oggetto di locazioni brevi, ai sensi dell’art. 4, comma 5 ter, del D.L. 50/17, il cui canone o corrispettivo è incassato da gestori di piattaforme telematiche o da soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare   4 % del canone o corrispettivo della locazione (**)

(*) per persona e per notte di soggiorno, fino ad un massimo di n. 7 notti. (**) fino ad un massimo di € 5,00 a persona, per notte di soggiorno fino ad un massimo di n. 7 notti .

CHI DEVE PAGARE
L'Imposta di Soggiorno è dovuta dai soggetti che pernottano nell'appartamento fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi.

CHI NON DEVE PAGARE (ESENTI)

  • i soggetti residenti nel Comune di Rimini;
  • soggetti presenti nelle strutture ricettive ma che non pernottano ("day-use");
  • i minori fino al compimento del 14° anno di età;
  • i figli minorenni, dal secondo in poi, se soggiornano con i propri genitori, limitatamente ai mesi di giugno, luglio ed agosto. Ai fini del conteggio del numero di figli minorenni rientrano anche i bambini che non hanno ancora compiuto quattordici anni e che godono già dell’esenzione.
  • i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale, in ragione di un accompagnatore per paziente;
  • il personale appartenente alle forze o corpi armati statali, provinciali o locali, nonché del Corpo Nazionale dei Vigli del Fuoco e della Protezione Civile che soggiornano per esigenze di servizio;
  • ogni autista di pullman che soggiorna per esigenze di servizio;
  • un accompagnatore turistico che presta attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio e turismo, ogni 24 partecipanti;
  • il personale dipendente della struttura ricettiva nella quale svolge attività lavorativa;
  • gli anziani, di età non inferiore a 65 anni, facenti parte di gruppi organizzati da enti pubblici locali, che soggiornano in strutture alberghiere classificate in 1 - 2 - 3  stelle, con esclusione dei mesi di luglio ed agosto;
  • i soggetti con invalidità al 100%;
  • gli eventuali accompagnatori dei soggetti con invalidità al 100% ai quali viene anche corrisposto l'assegno di accompagnamento dall'INPS e dall'INAIL, in ragione di un accompagnatore per soggetto;
  • i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, arrivati a seguito di flussi non programmati e rientranti in piani straordinari nazionali di accoglienza, a decorrere dal 25/09/2014;
  • gli ospiti il cui soggiorno è a carico del Comune di Rimini.

CHI SI RIFIUTA DI PAGARE
I soggetti che, tenuti al pagamento dell'Imposta di Soggiorno, si rifiutano di versarla al gestore della struttura ricettiva, sono passibili di recupero dell'Imposta aumentata della sanzione del 30%, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n° 471/97, oltre agli interessi di mora.

SCADENZE

Dal 01 aprile al 16 aprile dichiarazione e riversamento relativi al 1° trimestre dell'anno (gennaio/febbraio/marzo)
Dal 01 luglio al 16 luglio dichiarazione e riversamento relativi al 2° trimestre dell'anno (aprile/ maggio/giugno)
Dal 01 ottobre al 16 ottobre dichiarazione e riversamento relativi al 3° trimestre dell'anno (luglio/ agosto/settembre)
Dal 01 gennaio al16 gennaio dichiarazione e riversamento relativi al 4° trimestre dell'anno (ottobre/novembre/ dicembre)

DICHIARAZIONE TRIMESTRALE
Coloro che esercitano attivita' di locazione breve hanno l'obbligo di presentare la dichiarazione dell'Imposta di Soggiorno. La dichiarazione trimestrale si compila e si invia esclusivamente TELEMATICAMENTE utilizzando il portale SoggiorniAmo. Non sara’ più possibile presentare dichiarazioni cartacee.
ATTENZIONE: La dichiarazione trimestrale e' un adempimento previsto a carico del locatore, anche nel caso in cui l'Imposta di Soggiorno sia riscossa da AIRBNB e/o CASEVACANZA.IT (o altro intermediario che riscuota il canone).

MODALITA' OPERATIVE SUL PORTALE SoggiorniAmo

CLICCA SUL SEGUENTE LINK: https://secure.soggiorniamo.com/rimini.php 

(Per ottenere informazioni relative all'utilizzo di SoggiorniAmo è possibile consultare il video tutorial o chattare con l'help desk direttamente dal portale.)

Passaggi in breve:

1. registrazione e generazione credenziali di accesso (solo la prima volta)

COSA SERVE: TELEFONO CELLULARE – EMAIL VALIDA - COPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITÀ VALIDO DA INSERIRE IN PROCEDURA (file .pdf - fronte/retro in un'unica pagina)

La registrazione deve essere eseguita dalla persona fisica (proprietario, usufruttuario o comodatario) che esercita attività di locazione breve;

2. inserimento dati della struttura ricettiva o appartamento (solo la prima volta)

COSA SERVE: DATI CATASTALI (foglio, mappale e subalterno)

3. compilazione ed invio della dichiarazione trimestrale (effettuato l'invio, il portale genera in automatico la causale da inserire nel riversamento)

4. pagamento tramite bonifico o direttamente in tesoreria comunale:

  • bonifico bancario su c/c postale IBAN IT 11 U 02008 24220 000102657722 intestato a Comune di Rimini - Imposta di soggiorno

  • versamento diretto agli sportelli della Tesoreria Comunale e sue filiali (Banca Unicredit S.p.A.)

5. completamento della procedura, provvedendo alla registrazione, nel suddetto portale, del versamento eseguito

 

CASI PARTICOLARI

STRUTTURA/APPARTAMENTO GESTITO TRAMITE I PORTALI TELEMATICI AIRBNB E CASEVACANZA.IT
La dichiarazione trimestrale e' un adempimento previsto a carico del gestore/locatore anche nel caso in cui l'imposta di Soggiorno sia riscossa e riversata direttamente da AIRBNB o da CASEVACANZA.IT.

In particolare:

caso 1) imposta di soggiorno della struttura/appartamento riscossa esclusivamente dal portale AIRBNB e/o CASEVACANZA.IT:
compilare esclusivamente il rigo di dichiarazione denominato "imposta riscossa direttamente dal portale telematico".

caso 2) imposta di soggiorno della struttura/appartamento riscossa sia tramite portale AIRBNB e/o CASEVACANZA.IT, che direttamente dal gestore/locatore:
compilare sia il rigo di dichiarazione denominato "imposta riscossa direttamente dal portale telematico" per l'imposta riscossa da AIRBNB o da CASEVACANZA.IT, che il rigo di dichiarazione denominato "pernottamenti imponibili riscossi direttamente dal gestore" per l'imposta riscossa direttamente dal gestore/locatore.

RIVERSAMENTO TRIMESTRALE ALL'ENTE
Coloro che esercitano attività di locazione breve devono riversare l'Imposta riscossa alle scadenze di cui sopra. E' possibile eseguire il riversamento trimestrale solo dopo aver effettuato l'invio della dichiarazione trimestrale in quanto il portale SoggiorniAmo genera un CODICE UNIVOCO DI PAGAMENTO (CUP) che dovra' essere inserito come causale del riversamento. Il codice SUAP non dovra' piu' essere utilizzato.
Attenzione: coloro che esercitano attivita' di locazione breve esclusivamente tramite gli intermediari AIRBNB e/o CASEVACANZA.IT non devono riversare l'Imposta di Soggiorno, in quanto tale adempimento e' eseguito direttamente da tali intermediari, ma solo inviare la dichiarazione.
In tutti gli altri casi (ad es. prenotazioni gestite direttamente dal locatore oppure prenotazioni con altri portali telematici, quali Booking, Expedia, Subito, ecc..., che non riscuotono l'Imposta di Soggiorno) il locatore dovra' richiedere direttamente all'ospite il pagamento dell'Imposta e riversarla all'Ente.

MODALITA' DI RIVERSAMENTO

BONIFICO BANCARIO sul conto corrente intestato a:
COMUNE DI RIMINI - IMPOSTA DI SOGGIORNO 
IBAN:
IT 11 U 02008 24220 000102657722
PAGAMENTO DIRETTO IN TESORERIA presso tutte le filiali UNICREDIT S.p.A.
 

Effettuato il riversamento e' necessario completare la procedura provvedendo alla registrazione del pagamento sul portale SoggiorniAmo.

Al fine di rispettare le scadenze perentorie ed evitare l'irrogazione delle sanzioni, si evidenzia l'opportunità di organizzare la tempistica degli adempimenti riferiti all'invio della dichiarazione ed al riversamento, tenendo conto che per poter eseguire il riversamento occorre il codice CUP, il quale é generato dal portale SoggiorniAmo solo dopo l'invio della dichiarazione.

CONTO DI GESTIONE

Entro il 30 gennaio successivo all'anno di riferimento (o entro 30 giorni in caso di chiusura dell'attività), è obbligatorio inviare all'Ente il conto di gestione. Tale documento è necessario per trasmettere alla Corte dei Conti il conto giudiziale unico della gestione dell’Imposta di Soggiorno, in allegato al Rendiconto di Bilancio dell’Ente.

Modalita' di trasmissione:

  • cliccare sul bottone conto di gestione nel portale SoggiorniAmo
  • verificare i dati
  • stampare e firmare
  • ricaricare sul portale SoggiorniAmo, con allegato il documento di indentità
  • trasmettere all'Ente sempre tramite portale SoggiorniAmo

ULTERIORI ADEMPIMENTI
Coloro che esercitano attivita' di locazione breve sono obbligati a:

  • INFORMARE GLI OSPITI, anche in appositi spazi, dell'applicazione, dell'entità, delle esenzioni e delle sanzioni dell'imposta di soggiorno
  • RICHIEDERE IL PAGAMENTO DELL'IMPOSTA E RILASCIARE QUIETANZA AL CLIENTE con ricevuta nominativa non fiscale
  • SE IL CLIENTE SI RIFIUTA DI PAGARE L'IMPOSTA e' necessario registrare, sul portale SoggiorniAmo, i dati anagrafici ed il periodo di soggiorno dell'ospite
  • RICHIEDERE DOCUMENTAZIONE AL CLIENTE ESENTE
     In caso di soggetti esenti dal pagamento acquisire la documentazione sotto specificata.
    Acquisire dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, in forma libera o mediante modello predisposto dal Comune di Rimini per:
    - soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale, in ragione di un accompagnatore per paziente;
    - personale appartenente alle forze o corpi armati statali, provinciali o locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile che soggiornano per esigenze di servizio;
    - autista di pullman che soggiorna per esigenze di servizio;
    - accompagnatore turistico che presta attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio e turismo, ogni 24 partecipanti;
    - personale dipendente della struttura ricettiva nella quale svolge attività lavorativa.
    Acquisire idonea documentazione  attestante l’organizzazione del soggiorno da parte degli enti pubblici locali per:
    - anziani, di età non inferiore a 65 anni, facenti parte di gruppi organizzati da enti pubblici locali, che soggiornano in strutture alberghiere classificate in 1-2-3 stelle, con esclusione dei mesi di luglio ed agosto (si ricorda che per l’anno 2013 tale esenzione si applica a decorrere dal 31 agosto).
    Acquisire idonea certificazione attestante l’invalidità o l’essere accompagnatore di persona invalida al 100% che percepisce l’assegno di accompagnamento,per: 
    - soggetti con invalidità al 100%
    - eventuali accompagnatori dei soggetti con invalidità al 100% ai quali viene anche corrisposto l’assegno d’accompagnamento dall’Inps e dall’Inail, in ragione di un accompagnatore per soggetto.
    Acquisire copia della convenzione stipulata dall’Ente gestore intermediario con l’Ente preposto dal Ministero dell’Interno, per
    - cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, arrivati a seguito di flussi non programmati e rientranti in piani straordinari nazionali di accoglienza.
    Conservare la fattura emessa a carico del Comune di Rimini, per 
    - ospiti il cui soggiorno è a carico del Comune di Rimini.
    Accertare la fattispecie, ma non trattenere alcuna documentazione, per:
    - soggetti residenti nel Comune di Rimini
    - soggetti presenti nelle strutture ricettive ma che non pernottano ("day-use")
    - minori fino al compimento del 14° anno di età
    - figli minorenni, dal secondo in poi, se soggiornano con i propri genitori, limitatamente ai mesi di giugno, luglio ed agosto, ferma restando l’esenzione per i minori di anni 14.

Tutta la documentazione dovrà essere conservata per almeno 5 anni.

SANZIONI
Si informa che per ogni violazione alle disposizioni regolamentari, sara’ erogata la sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00, ai sensi dell’art. 7 bis, del D. Lgs. 267/2000, così come nell'ipotesi di mancato o tardivo riversamento dell’imposta e/o presentazione della dichiarazione, anche di un solo giorno.

Con delibera n. 332 del 30/10/2018, la Giunta Comunale ha graduato le sanzioni in base alla gravita' delle violazioni.

L'irrogazione delle sanzioni per omesso o parziale riversamento e/o per omessa presentazione della dichiarazione non esonera il gestore/locatore dal versamento dell'imposta evasa e dalla presentazione della dichiarazione.

TIPO DI VIOLAZIONE AL REGOLAMENTO IMPOSTA DI SOGGIORNO   SANZIONE (euro)
violazione all’obbligo di accreditamento al portale imposta di soggiorno (art. 6, comma 1-bis)   500,00
violazione all’obbligo d’informazione (art. 6, comma 2)   250,00
violazione dell'obbligo di riscossione dell'imposta e rilascio della quietanza (art. 6, comma 3)   50,00
omesso, parziale riversamento dell'imposta (art. 6, comma 4)   10% dell'imposta non riversata o riversata parzialmente (*)
tardivo riversamento (art. 6, comma 4) entro 15 giorni 50,00
dal sedicesimo giorno 150,00
omessa dichiarazione (art. 6, comma 5)   500,00
incompleta o infedele dichiarazione (art. 6, comma 5)   250,00
tardiva dichiarazione (art. 6, comma 5) entro 15 giorni 50,00
dal sedicesimo giorno 150,00
per gli intermediari di cui all'art. 6 bis, comma 2, mancata attuazione degli obblighi convenuti   500,00
mancata esibizione o trasmissione di atti e documenti di cui all'art. 8, comma 2   100,00

(*) Nell'impossibilità a definire l'importo da riversare, nei casi di omesso o parziale riversamento, si applicherà la sanzione amministrativa pecuniaria in misura fissa di Euro 500.

Se il pagamento avviene entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione degli estremi della violazione, sarà ammesso il pagamento di 1/3 della sanzione contestata, fermo restando l'importo minimo di Euro 25,00 ai sensi dell'art. 7-bis del D.Lgs. n. 267/2000.

RESPONSABILITA' DI COLORO CHE ESERCITANO ATTIVITA' DI LOCAZIONE BREVE
Il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo, ovvero che interviene nel pagamento dei predetti canoni o corrispettivi, è responsabile del pagamento dell'imposta di soggiorno nonchè degli adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento comunale, sulla base della normativa tributaria ( art. 13 D.Lgs. 471/1997).
La detenzione senza alcun titolo delle somme di spettanza di questo Ente, rappresenta una fattispecie d’illecito per la quale l’ufficio dovrà effettuare la debita segnalazione alla Corte dei Conti, che procedera' autonomamente in base alle proprie competenze.

 

Pagina WEB aggiornata al 25 febbraio 2019.

Dove rivolgersi:

Dipartimento Area Servizi di staff
Settore Risorse Tributarie
Ufficio Imposta di Soggiorno
Via Ducale, 7 - 47921 Rimini
Orario: lunedì e mercoledì: dalle 9.00-12.30; giovedì: dalle 9.00 alle 15.00
           martedì e venerdì: chiuso al pubblico.
Parcheggio: ex-Area Sartini, Piazzale Tiberio
e-mail: impostadisoggiorno@comune.rimini.it
PEC: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it
Telefono: 0541 704184   Fax: 0541 704710