01/12/2018 MODIFICHE AL REGOLAMENTO DAL 01.01.2019 SCADENZA DELLA DICHIARAZIONE La dich

IDS - Novità in primo piano

01/12/2018

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DAL 01.01.2019

  • SCADENZA DELLA DICHIARAZIONE
    La dichiarazione del gestore, relativa agli ospiti che soggiorneranno dal 2019 presso la struttura, dovra’ essere presentata con periodicita’ trimestrale, con scadenza il giorno 16 del mese successivo al trimestre solare del soggiorno.
    Le nuove scadenze dal 2019 saranno:
    • 1° trimestre (gennaio – febbraio – marzo): 16 aprile

    • 2° trimestre (aprile – maggio – giugno): 16 luglio

    • 3° trimestre (luglio – agosto – settembre):16 ottobre

    • 4° trimestre (ottobre – novembre – dicembre):16 gennaio
       

  • OBBLIGO INVIO TELEMATICO DELLE DICHIARAZIONI TRIMESTRALI
    Per inviare le dichiarazioni sara’ obbligatorio accreditarsi al servizio on line che verra’ messo a disposizione dal Comune di Rimini. Non sara’ più possibile, pertanto, presentare dichiarazioni cartacee.  
       
  • PRESENTAZIONE DEL MODELLO 21 (CONTO GIUDIZIALE) ENTRO IL 30 GENNAIO DELL'ANNO SUCCESSIVO A QUELLO D'IMPOSTA
    Il suddetto servizio on line predisporrà anche il modello 21 (conto giudiziale) che verrà automaticamente compilato attingendo dai dati, inseriti dai gestori, relativi ai pernottamenti degli ospiti e ai riversamenti eseguiti.
    Sarà necessario, però, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all’Ente, ai fini di ottemperare all’obbligo di cui all’art. 233 del Testo Unico degli Enti Locali, per la successiva trasmissione alla Corte dei Conti.

MODIFICA TARIFFE DAL 01.01.2019

Dal 01 gennaio 2019 gli ospiti che soggiornano nelle strutture ricettive del Comune di Rimini dovranno riversare al gestore le tariffe riportate nella seguente tabella, approvate con delibera di Giunta Comunale n. 332 del 30/10/2018.

TIPOLOGIA RICETTIVA

CLASSIFICAZIONE

IMPOSTA(*) (euro)

Strutture Alberghiere: alberghi e residenze turistico-alberghiere (RTA o residence), classificate secondo i parametri stabiliti dalla delibera G.R. n. 916/2007, modificata dalle delibere G.R. 1017/09 e n. 1301/09

1 stella

0,70

2 stelle

1,00

3 stelle / 3 stelle superior

2,00

4 stelle/ 4 stelle superior

3,00

5 stelle

4,00

Strutture Ricettive all’aria apertavillaggi turistici,  classificati secondo i parametri stabiliti dalla delibera G.R. n. 2150/2004, modificata dalla delibera n. 803/2007

2 stelle

1,00

3 stelle

2,00

4 stelle

3,00

Strutture Ricettive all’aria apertacampeggi classificati secondo i parametri stabiliti dalla delibera G.R. n. 2150/2004, modificata dalla delibera n. 803/2007; marina resort classificati secondo i parametri stabiliti dalla delibera G.R. n. 1198/2014

1 stella

0,20

2 stelle

0,40

3 stelle

0,60

4 stelle

0,80

Strutture Ricettive Extralberghiere: case e appartamenti per vacanza gestiti in forma d’impresa, classificate secondo i parametri stabiliti dalla delibera G.R. n. 2186/2005, modificata dalla delibera G.R. 802/2007

2 soli

0,70

3 soli

1,00

4 soli

2,00

Strutture Ricettive Extralberghiere: case per ferie, ostelli, affittacamere (room and breakfast, locande), ai sensi della delibera G.R. n. 2186/2005, modificata dalla delibera G.R. 802/2007

Categoria unica

0,70

Altre Tipologie ricettive: Agriturismi classificati secondo i parametri stabiliti dalla L.R. n. 4/2009 e dalla delibera G.R. 389/2000

1 girasole

0,70

2 girasoli

0,80

3 girasoli

1,50

4 girasoli

2,50

5 girasoli

3,00

Altre Tipologie ricettive: Bed & Breakfast ai sensi della delibera G.R. n. 2149/2004

-

0,70

Altre Tipologie ricettive: Appartamenti ammobiliati ad uso turistico ai sensi della delibera G.R. n. 2186/2005, modificata dalla delibera G.R. 802/2007 e

 

-

 

0,70

Altre Tipologie ricettive: Strutture ricettive all’aria aperta non aperte al pubblico, aree attrezzate di sosta temporanea, ai sensi della delibera G.R. n . 2150/2004, modificata dalla delibera n. 803/2007

 

-

 

0,00

Immobili oggetto di locazioni brevi, ai sensi dell’art. 4 del D.L. 50/17, gestiti direttamente dal proprietario dell’immobile

 

-

 

0,70

Immobili oggetto di locazioni brevi, ai sensi dell’art. 4, comma 5 ter, del D.L. 50/17, il cui canone o corrispettivo è incassato da gestori di piattaforme telematiche o da soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare

 

 4 % del canone o corrispettivo della locazione (**)

(*) per persona e per notte di soggiorno, fino ad un massimo di n. 7 notti; (**) fino ad un massimo di € 5,00 a persona, per notte di soggiorno.

N.B. Per i pernottamenti del capodanno 2018-2019, si estende l’applicazione delle tariffe 2018, vigenti al momento dell’arrivo degli ospiti, anche ai pernottamenti che si protraggono senza interruzione nel nuovo anno.

GRADUAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DAL 01.01.2019
Si ricorda, che già dal 2014, in caso di violazioni al regolamento per Imposta di Soggiorno, sono state introdotte le sanzioni amministrative, nella misura da 25 a 500 Euro come previsto dal Testo Unico per gli Enti Locali.
La Giunta Comunale, con delibera n. 332 del 30/10/2018, ha approvato le linee guida per la graduazione delle sanzioni con riferimento alle sotto elencate violazioni commesse a decorrere dal 01/01/2019, come da seguente prospetto:

VIOLAZIONE AL REGOLAMENTO IMPOSTA DI SOGGIORNO

 

SANZIONE

violazione all’obbligo di accreditamento al portale imposta di soggiorno  (art. 6, comma 1-bis)

 

Euro 500

violazione all’obbligo d’informazione (art. 6, comma 2)

 

Euro 250

violazione dell'obbligo di riscossione dell'imposta e rilascio della quietanza (art. 6, comma 3)

 

Euro  50

omesso, parziale riversamento dell'imposta (art. 6, comma 4)

 

10% dell'imposta non riversata o riversata parzialmente (*)

tardivo riversamento (art. 6, comma 4)

entro 15 giorni

Euro   50

dal sedicesimo giorno

Euro 150

omessa dichiarazione (art. 6, comma 5)

 

Euro 500

incompleta o infedele dichiarazione (art. 6, comma 5)

 

Euro 250

tardiva dichiarazione (art. 6, comma 5)

entro 15 giorni

Euro   50

dal sedicesimo giorno

Euro 150

per gli intermediari di cui all'art. 6 bis, comma 2, mancata attuazione degli obblighi convenuti

 

Euro 500

mancata esibizione o trasmissione di atti e documenti di cui all'art. 8, comma 2

 

Euro 100

 

 

 

(*) Nell'impossibilità a definire l'importo da riversare, nei casi di omesso o parziale riversamento, si applicherà la sanzione amministrativa pecuniaria in misura fissa di Euro 500.

 

 

 

Se il pagamento avviene entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione degli estremi della violazione, sarà ammesso il pagamento di 1/3 della sanzione contestata, fermo restando l'importo minimo di Euro 25,00 ai sensi dell'art. 7-bis del D.Lgs. n. 267/2000.

23/06/2018

LOCAZIONI BREVI - CHI DEVE INCASSARE L'IMPOSTA DI SOGGIORNO DAI CLIENTI

In caso di locazioni brevi, l'Imposta di Soggiorno viene riscossa da coloro che incassano il canone o il corrispettivo del soggiorno.

  • CANONE DEL SOGGIORNO RISCOSSO TRAMITE INTERMEDIARI quali agenzie immobiliari o portali telematici.
    In questo caso l’intermediario è qualificato dalla normativa nazionale (D.L.50/2017) responsabile del pagamento dell’Imposta di Soggiorno, pertanto è obbligato a riscuotere dall’ospite, oltre al canone del soggiorno, anche l’Imposta di Soggiorno e a svolgere tutti gli adempimenti previsti dall’art. 6 del regolamento per l’Imposta di Soggiorno (vedi:        http://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/tributi-comunali/ids-imposta-di-soggiorno/ids-cosa-devono-fare-i-gestori).
    E’ prevista la possibilità, per ogni intermediario, di stipulare una convenzione con l’Ente per facilitare gli adempimenti previsti.
    TARIFFA: 3% del costo del soggiorno del canone o corrispettivo della locazione (fino ad un massimo di € 5,00 a persona, per notte di soggiorno), fino ad un massimo di 7 notti.
    Vedi anche: circolare 3/IDS/2018 del 21/03/2018

05/04/2017

Appartamenti ammobiliati utilizzati ad uso turistico

Si coglie l’occasione dell’approssimarsi della stagione estiva per informare coloro che intendono concedere in affitto ai turisti i propri appartamenti, che la normativa regionale individua, nella categoria “strutture ricettive” con la definizione di “appartamenti ammobiliati per uso turistico”, gli appartamenti che il proprietario o usufruttuario (in misura non superiore a tre) concede in affitto ai turisti in forma NON imprenditoriale e con contratti aventi validità non superiore ai sei mesi consecutivi (Art. 12 della Legge Regionale E.R. n. 16 del 28/07/2004).

Per svolgere tale attività in ottemperanza alla normativa regionale sul turismo è obbligatorio:

Gli adempimenti a cui sono tenuti i detentori di “appartamenti ammobiliati ad uso turistico” sono i seguenti:


05/04/2017

Aggiornamento Mailing List per comunicazioni sull’Imposta di Soggiorno

In vista dell’imminente stagione estiva 2017, l’ufficio Imposta di Soggiorno intende aggiornare la mailing list creata nella casella di posta elettronica “impostadisoggiorno@comune.rimini.it”, in cui sono inseriti gli indirizzi e-mail delle strutture ricettive (Alberghi, Rta, Case per vacanze, Appartamenti ammobiliati ad uso turistico, ecc.) ubicate nel territorio comunale di Rimini.

Tale mailing list viene utilizzata per ricordare ai gestori delle strutture ricettive le scadenze regolamentari obbligatorie (riversamenti all’Ente dell’imposta riscossa dagli ospiti, presentazione della dichiarazione, ecc.) e per informarli di eventuali novità. 

Si evidenzia che le mail che verranno inviate hanno una mera funzione informativa, senza che ne derivi alcun obbligo al Comune, pertanto una mancata comunicazione non giustifica eventuali inadempimenti del gestore.

Chi fosse interessato a comunicare il proprio indirizzo o a modificare quello presente in banca dati, è invitato ad inviare la richiesta tramite e-mail all’indirizzo impostadisoggiorno@comune.rimini.it o a comunicarlo telefonicamente al numero 0541 704184.


27/01/2017

IMPOSTA DI SOGGIORNO - DICHIARAZIONE ANNO 2016 - Scadenza 31 gennaio 2017           

Si ricorda che il 31 gennaio 2017 scade il termine per presentare la dichiarazione per l’Imposta di Soggiorno relativa all’anno 2016.

Si specifica che sono tenute alla presentazione della suddetta dichiarazione tutte le strutture ricettive che risultano aperte allo Sportello Unico per le Attività Produttive.

Pertanto, anche nel caso in cui la struttura non abbia avuto ospiti o abbia avuto solo ospiti che non erano tenuti al versamento dell’imposta, dovrà essere compilata la dichiarazione, indicando, nei quadri relativi ai trimestri in cui la struttura risulta aperta allo Sportello Unico per le Attività Produttive, la cifra “zero” nella casella “Nr. pernottamenti imponibili”  e, nell’apposita sezione, il numero dei pernottamenti degli eventuali ospiti esenti.

Si precisa che dalla dichiarazione, l’ufficio imposta di soggiorno estrae i dati da inviare, annualmente, alla Corte dei Conti, in allegato al Rendiconto di bilancio dell’Ente, per adempiere alla comunicazione, del giudizio di conto della gestione dell’Imposta di Soggiorno.

Per quanto riguarda le modalita’ di presentazione della dichiarazione si rimanda alle pagine dedicate ad Imposta di soggiorno, al seguente link:
http://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/tributi-comunali/ids-imposta-di-soggiorno/ids-dichiarazione-annuale

 

13/01/2017

PROSSIME SCADENZE IMPOSTA DI SOGGIORNO

Si ricordano le imminenti scadenze per l’imposta di soggiorno, con le quali terminano gli adempimenti relativi all’anno 2016:

  • 16 gennaio 2017  per il RIVERSAMENTO DELL’ IMPOSTA RISCOSSA NEL IV TRIMESTRE 2016
  • 31 gennaio 2017 per la PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER IMPOSTA DI SOGGIORNO ANNO 2016

VERSAMENTO DELL’IMPOSTA DI SOGGIORNO
E’ possibile effettuare il versamento con una delle seguenti modalita’:

BONIFICO BANCARIO

IBAN:
IT 11 U 02008 24220 000102657722

sul conto corrente intestato a:
COMUNE DI RIMINI - IMPOSTA DI SOGGIORNO
 

PAGAMENTO DIRETTO IN TESORERIA

presso la sede e tutte le filiali UNICREDIT

Nella causale del versamento andranno indicati i seguenti elementi:

  • "Codice SUAP" assegnato alla struttura ricettiva
  • La dicitura "IdS" che è l'acronimo di Imposta di Soggiorno
  • Trimestre ed anno di riferimento
  • Denominazione della struttura ricettiva

Per ulteriori ragguagli consultare il seguente link: 
http://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/tributi-comunali/ids-imposta-di-soggiorno/ids-versamento-allente-dellimposta

PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER IMPOSTA DI SOGGIORNO

Si precisa che dalla dichiarazione, l’ufficio imposta di soggiorno estrae i dati da inviare, annualmente, alla Corte dei Conti, in allegato al Rendiconto di bilancio dell’Ente, per adempiere alla comunicazione, del giudizio di conto della gestione dell’Imposta di Soggiorno.
Si specifica che sono tenute alla presentazione della suddetta dichiarazione tutte le strutture che risultano aperte allo Sportello Unico per le Attività Produttive.
Pertanto, anche nel caso in cui la struttura non abbia avuto ospiti o abbia avuto solo ospiti che non erano tenuti al versamento dell’imposta, dovrà essere compilata la dichiarazione, indicando, nei quadri relativi ai trimestri in cui la struttura risulta aperta allo Sportello Unico per le Attività Produttive, la cifra “zero” nella casella “Nr. pernottamenti imponibili”  e, nell’apposita sezione, il numero dei pernottamenti degli eventuali ospiti esenti.
Per quanto riguarda le modalita’ di presentazione della dichiarazione si rimanda alle pagine dedicate ad Imposta di soggiorno, al seguente link:

http://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/tributi-comunali/ids-imposta-di-soggiorno/ids-dichiarazione-annuale

 

03/10/2014

DICHIARAZIONE IDS 2014

Considerata la prossima scadenza del 31 gennaio 2015 e la momentanea difficoltà di accesso ai servizi on line Imposta di Soggiorno, per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione relativa all’anno 2014, si comunica che saranno considerate tempestive anche le dichiarazioni pervenute entro il 9 febbraio 2015. Si ricorda, inoltre, che è sempre possibile presentare la dichiarazione utilizzando il modello cartaceo ed inviarla, con la firma del legale rappresentante, secondo una delle seguenti modalità:

- via fax, al numero 0541/704710, insieme ad una fotocopia del documento d'identità del legale rappresentante;

- via mail all'indirizzo impostadisoggiorno@comune.rimini.it, o all’indirizzo pec ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it, allegando la dichiarazione firmata e scannerizzata, oltre alla scansione del documento d'identità del legale rappresentante;

- a mano, allo sportello dell'ufficio Imposta di Soggiorno, in via Ducale n.7 - Rimini, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 13:00, il giovedi orario continuato sino alle ore 15:30;

- con raccomandata all'indirizzo "Ufficio Imposta di Soggiorno", via Ducale n.7 - 47921 Rimini (RN).


03/10/2014
MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L'IMPOSTA DI SOGGIORNO

Con delibera n. 107 del 25/09/2014 il Consiglio Comunale ha approvato alcune modifiche al regolamento comunale e per la precisione:

- ha introdotto una nuova esenzione riservata ai profughi rientranti in piani straordinari nazionali di accoglienza (art. 4, comma 1, lettera k). Per informazioni si veda la sezione "Chi non deve pagare" nella pagina "Informazioni generali Imposta di Soggiorno".

- ha ampliato le ipotesi di applicazione di sanzioni amministrative (art. 9, comma 2) in carico ai gestori che non rispettano gli obblighi regolamentari. Per approfondimenti si veda la sezione "sanzioni amministrative applicabili ai gestori che non rispettano gli obblighi regolamentari" nella pagina "Cosa devono fare i gestori".

- ha semplificato la modalità di rimborso di somme erroneamente riversate al nostro Ente anziché ad altro comune (art. 11, comma 2). Per approfondimenti si veda la sezione "Rimborsi" nella pagina "Versamento all'Ente dell'Imposta".


10/07/2014
SCADENZA VERSAMENTO 2° TRIMESTRE 2014 – Entro il 16 luglio 2014

Si ricorda la scadenza del 16 luglio 2014 per riversare al Comune le somme riscosse per Imposta di Soggiorno nei mesi di aprile, maggio e giugno 2014 (II trimestre 2014).
 


11/04/2014
SCADENZA VERSAMENTO 1° TRIMESTRE 2014 – Entro il 16 aprile 2014

Si ricorda la scadenza del 16 aprile 2014 per riversare al Comune le somme riscosse per Imposta di Soggiorno nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2014 (I trimestre 2014).

Per quanto riguarda le modalita’ di versamento si fa riferimento a quanto indicato in questa pagina.

Si evidenzia che, dopo aver effettuato il versamento, non è necessario inviare nulla all’ufficio tributi. 

Si ricorda che la scadenza della dichiarazione per Imposta di Soggiorno e’ diventata annuale a seguito delle modifiche regolamentari deliberate dal Consiglio Comunale in data 09/05/2013 (delibera n. 28/2013). Pertanto, dopo avere eseguito il versamento, NON SI DEVE presentare la dichiarazione relativa al trimestre di riferimento, in quanto non verrà tenuta in considerazione. E’ possibile, però, utilizzare il servizio on line dell'imposta di soggiorno per inserire e salvare i dati relativi al trimestre di riferimento e recuperarli, poi, in occasione dell’invio della dichiarazione per tutti i trimestri dell'anno 2014 che scadrà il 31/01/2015.


27/12/2013
SCADENZA VERSAMENTO 4° TRIMESTRE 2013 – Entro il 16 gennaio 2014
e SCADENZA DICHIARAZIONE ANNUALE 2013 – Entro il 31 gennaio 2014

Si ricorda che il 16 gennaio 2014 scade il termine per il versamento all’ente dell'IMPOSTA DI SOGGIORNO riscossa nel trimestre ottobre - novembre - dicembre 2013. A tale proposito, per agevolare l'esecuzione dei suddetti adempimenti, si rimanda alla pagina Imposta di Soggiorno  Versamento all’Ente dell’Imposta.

Si ricorda, inoltre, la scadenza del 31 gennaio 2014 per presentare la dichiarazione annuale all’Ente, dei dati relativi ai trimestri 2013. (clicca qui per le notizie relative alla dichiarazione).


04/10/2013
IMPOSTA DI SOGGIORNO - SCADENZA VERSAMENTO 3° TRIMESTRE 2013

Entro il 16 ottobre 2013

Si ricorda che il 16 ottobre 2013 scade il termine per il versamento dell'IMPOSTA DI SOGGIORNO riscossa nel trimestre luglio - agosto - settembre 2013.

A tale proposito, per agevolare l'esecuzione dei suddetti adempimenti, si rimanda alla pagina Imposta di Soggiorno -  Versamento all’Ente dell’Imposta.

Si precisa che il codice SUAP, necessario per la compilazione della causale del versamento, è il numero che associa la struttura ricettiva alla gestione aziendale e viene attribuito, dallo Sportello Unico per le Attività Produttive, nel momento in cui riceve la comunicazione d’inizio attività.

Il codice rimane sempre lo stesso fino ad un eventuale cambio di gestione della struttura ricettiva.

Per conoscere il suddetto codice è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi.

Si ricorda, infine, che la dichiarazione all’Ente, dei dati relativi ai trimestri 2013, ha scadenza 31/01/2014, ma le strutture a carattere stagionale che non avranno ulteriori incassi per l’anno 2013 potranno, sin d’ora, compilare ed inviare la suddetta dichiarazione (clicca qui per le notizie relative alla dichiarazione).


23/09/2013
MODIFICHE AL SERVIZIO ON LINE PER LA COMPILAZIONE E LA TRASMISSIONE DELLE DICHIARAZIONI

Si informa che è stato modificato il servizio on line per compilare e trasmettere le dichiarazioni per Imposta di soggiorno.

Si accederà dalla home page del Comune di Rimini (www.comune.rimini.it)  e si dovrà cliccare sul bottone Imposta di Soggiorno (collocato nella colonna di sinistra, all’interno della sezione Servizi Interattivi).

Si ricorda che per accedere ai servizi on line per Imposta di soggiorno bisogna essere registrati.

Per coloro che ancora non sono registrati sarà necessario seguire le indicazioni fornite alla pagina "Come ci si registra nei servizi on line".

Coloro che sono già in possesso delle credenziali (username e password) di utente certificato devono accedere inserendo nella username solo il codice fiscale senza riportare il suffisso  @comune.rimini.it. La password, invece, è uguale a quella assegnata (è ora possibile modificarla accedendo alla sezione Servizi utente).


01/07/2013
CAMBIO GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI RIMINI

Si informa che, a decorrere dal 1° luglio 2013, il Comune di Rimini ha cambiato la gestione della Tesoreria Comunale che, pertanto, non sarà più gestita dalla Cassa di Risparmio di Rimini SpA ma da Unicredit SpA (vedi pagina "Versamento all'Ente dell'Imposta").


30/05/2013
MODIFICHE REGOLAMENTO IMPOSTA DI SOGGIORNO (Delibera CC 28/2013)

Con delibera C.C. n. 28 del 09/05/2013 sono state apportate modifiche al Regolamento comunale e precisamente:

1.all’articolo relativo alle esenzioni (Art. 4):

- al comma relativo al personale appartenente alle forze e corpi armati, è stata introdotta l’esenzione anche ai membri della protezione civile che soggiornano per esigenze di servizio (Vedi pagina “Informazioni generali - chi non deve pagare");

- al comma relativo agli accompagnatori turistici ora è stato stabilito che non è soggetto al pagamento dell’imposta “un accompagnatore turistico che presta attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio e turismo ogni 24 partecipanti” anziché ogni 25 partecipanti come era previsto nel regolamento pre-vigente (Vedi pagina “Informazioni generali - chi non deve pagare");

sono state introdotte nuove ipotesi di esenzione (vedi pagina “Informazioni generali - inoltre non devono pagare").

2.all’articolo relativo alla dichiarazione (Art. 6):

- la scadenza della dichiarazione è diventata annuale (vedi pagina “Dichiarazione”).


Pagina WEB aggiornata al 14 dicembre 2018.

Dove rivolgersi:
Dipartimento Risorse
SETTORE TRIBUTI
Ufficio Imposta di Soggiorno
Via Ducale, 7 - 47921 Rimini
Orario: lunedì e mercoledì: dalle 9.00-12.30; giovedì: dalle 9.00 alle 15.00
           martedì e venerdì: chiuso al pubblico.
Parcheggio: ex-Area Sartini, Piazzale Tiberio
e-mail: impostadisoggiorno@comune.rimini.it
PEC:    ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it
Telefono: 0541 704631   Fax: 0541 704710

 
Potrebbe anche interessarti: