Nell’ambito delle disposizioni in materia di federalismo municipale il Decreto Legislativo n.

IDS - Informazioni generali

Nell’ambito delle disposizioni in materia di federalismo municipale il Decreto Legislativo n. 23 del 14/03/2011 ha dato facoltà ai Comuni capoluogo di Provincia di istituire l’Imposta di Soggiorno da applicarsi con gradualità in proporzione al prezzo, fino a 5 euro per ogni pernottamento, a coloro che alloggiano nelle strutture ricettive del Comune.

Con Decreto Legge n. 50 del 24/04/2017 convertito con Legge n. 96 del 21/06/2017, è stata introdotta la figura di “responsabile del pagamento dell’Imposta di Soggiorno” nelle persone fisiche, nei soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e nei soggetti che gestiscono portali telematici, qualora incassino il canone o il corrispettivo dei contratti di “locazioni brevi” stipulati per immobili ad uso abitativo (durata non superiore a 30 giorni).

Il Comune di Rimini ha introdotto, a decorrere dal 01 ottobre 2012, l’Imposta di Soggiorno ed ha approvato il relativo Regolamento Comunale.

Clicca per scaricare il Regolamento in vigore

L'Imposta è commisurata alla tipologia delle strutture ricettive per persona per notte secondo le misure di seguito indicate.

Clicca qui per scaricare le tariffe misure dell'imposta in vigore

L'imposta si applica alle singole persone non residenti nel Comune di Rimini che pernottano (i day-use non sono considerati pernottamenti), fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi.

Sono previste le seguenti esenzioni:

  • i minori fino al compimento del 14° anno di età;

  • i figli minorenni, dal secondo in poi, se soggiornano con i propri genitori, limitatamente ai mesi di giugno, luglio ed agosto. Ai fini del conteggio del numero di figli minorenni rientrano anche i bambini che non hanno ancora compiuto quattordici anni e che godono già dell’esenzione.

  • i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale, in ragione di un accompagnatore per paziente;

  • il personale appartenente alle forze o corpi armati statali, provinciali o locali, nonché del Corpo Nazionale dei Vigli del Fuoco e della Protezione Civile che soggiornano per esigenze di servizio;

  • ogni autista di pullman che soggiorna per esigenze di servizio;

  • un accompagnatore turistico che presta attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio e turismo, ogni 24 partecipanti;

  • il personale dipendente della struttura ricettiva nella quale svolge attività lavorativa;

  • gli anziani, di età non inferiore a 65 anni, facenti parte di gruppi organizzati da enti pubblici locali, che soggiornano in strutture alberghiere classificate in 1 - 2 - 3  stelle, con esclusione dei mesi di luglio ed agosto;

  • i soggetti con invalidità al 100%;

  • gli eventuali accompagnatori dei soggetti con invalidità al 100% ai quali viene anche corrisposto l'assegno di accompagnamento dall'INPS e dall'INAIL, in ragione di un accompagnatore per soggetto;

  • i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, arrivati a seguito di flussi non programmati e rientranti in piani straordinari nazionali di accoglienza, a decorrere dal 25/09/2014;

  • gli ospiti il cui soggiorno è a carico del Comune di Rimini.

OBBLIGHI DEI GESTORI / LOCATORI

I gestori / locatori hanno l'obbligo di dichiarare TRIMESTRALMENTE all'Ente, perentoriamente, dal primo al sedicesimo giorno successivo al trimestre solare di riferimento, il numero di ospiti paganti ed i relativi pernottamenti, il numero dei soggetti esenti ed i relativi pernottamenti, l’imposta eventualmente riscossa dai portali telematici, avvalendosi del portale SoggiorniAmo. L'invio della dichiarazione, che deve essere effettuato esclusivamente mediante procedura telematica, genera anche la causale (CUP) da inserire nel riversamento.

Sempre perentoriamente dal primo al sedicesimo giorno successivo al trimestre solare di riferimento, i gestori / locatori devono effettuare il riversamento al Comune dell'Imposta di Soggiorno indicando la causale (CUP) generata in sede di invio della dichiarazione. Il riversamento dell'Imposta al Comune di Rimini può essere effettuato mediante i seguenti sistemi di pagamento:

  • bonifico bancario su c/c IBAN IT 11 U 02008 24220 000102657722 intestato a Comune di Rimini - Imposta di soggiorno;

  • versamento diretto agli sportelli della Tesoreria Comunale e sue filiali (Banca Unicredit S.p.A.)

Successivamente, devono completare la procedura sul suddetto portale, provvedendo alla registrazione del riversamento eseguito.

Entro il 30 gennaio dell’anno successivo a quello d’imposta (o entro 30 giorni in caso di chiusura dell'attività), il gestore/locatore dovrà scaricare e stampare il conto di gestione dal portale SoggiorniAmo (che sarà compilato automaticamente con i dati relativi alle dichiarazioni ed ai riversamenti), firmarlo e inviarlo all’Ente ai fini della trasmissione alla Corte dei Conti.

In ogni struttura, i gestori/locatori devono informare i propri ospiti riguardo all'esistenza dell'imposta di soggiorno, anche mediante esposizione di apposita informativa che contenga indicazioni relative all'applicazione dell'imposta, alla tariffa applicabile nella struttura, nonché alle esenzioni previste. Tale obbligo sussiste qualunque sia il canale utilizzato dalla struttura per pubblicizzarsi, compresi tutti i siti web e portali/piattaforme online.

I gestori/locatori, a fronte del pagamento dell’imposta di soggiorno da parte dei propri ospiti, devono rilasciare loro quietanza.

I gestori/locatori, a fronte del rifiuto dell’ospite a corrispondere l’imposta di soggiorno, devono annotare i loro dati anagrafici e comunicarli all’Ente tramite il portale SoggiorniAmo.

Tutta la documentazione relativa all'imposta di soggiorno deve essere obbligatoriamente conservata per almeno cinque anni.

 

Pagina WEB aggiornata al 01 marzo 2019.


Dove rivolgersi:

Dipartimento Area Servizi di staff
Settore Risorse Tributarie
Ufficio Imposta di Soggiorno
Via Ducale, 7 - 47921 Rimini
Orario: lunedì e mercoledì: dalle 9.00-12.30; giovedì: dalle 9.00 alle 15.00
           martedì e venerdì: chiuso al pubblico.
Parcheggio: ex-Area Sartini, Piazzale Tiberio
e-mail: impostadisoggiorno@comune.rimini.it
PEC:    ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it
Telefono: 0541 704184   Fax: 0541 704710