I contribuenti possono richiedere, su questioni aventi contenuto giuridico e valenza generale, l'i

Modalità di presentazione della richiesta di Interpello

I contribuenti possono richiedere, su questioni aventi contenuto giuridico e valenza generale, l'interpretazione dell'Amministrazione Comunale sull'applicazione di singole norme di legge o regolamenti concernenti i tributi locali.

L'interpello, che può essere inviato direttamente alla casella di posta elettronica 

tributi@comune.rimini.it 

ovvero posta elettronica certificata 

ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it,

dovrà contenere i seguenti elementi:

INDIRIZZO AL FUNZIONARIO RESPONSABILE DEL TRIBUTO
(specificare TRIBUTI SUGLI IMMOBILI / TASI / TARI /PUBBLICITÀ / AFFISSIONI)
Via Ducale, 7 - c.a.p. 47921 - RIMINI (RN)
OGGETTO Richiesta di interpello in materia di tributi locali
NOMINATIVO (Nome e Cognome del richiedente);
DOMICILIO (Residenza o Sede Legale oppure altro recapito presso il quale si desidera ricevere la risposta scritta)
TRIBUTO Indicare il tributo al quale è riferito il quesito interpretativo (esempio: IMU; TARI; PUBBLICITÀ);
OGGETTO Indicare sinteticamente l'argomento specifico e/o la norma oggetto del medesimo quesito: (esempio: "maggiore detrazione per abitazione principale"; "determinazione valore aree fabbricabili"; ecc.);
FORMULAZIONE DEL QUESITO Si rammenta che il "quesito interpretativo" affinchè sia ritenuto meritevole di considerazione deve essere di "contenuto giuridico e valenza generale" per la materia tributaria locale. Richieste di carattere meramente personale o particolare saranno trattate, al di fuori del procedimento di interpello, direttamente dagli Uffici dei Tributi Comunali.

 

In alternativa si può stampare e compilare il modulo allegato ed inviarlo per posta o consegnarlo a mano presso gli Uffici dei Tributi Comunali.