Elezione diretta del Sindaco e rinnovo del Consiglio Comunale del 5 Giugno 2016 I RAPPRESENTANTI DE

I Rappresentanti delle liste dei candidati presso la sezione

Elezione diretta del Sindaco e rinnovo del Consiglio Comunale del 5 Giugno 2016
I RAPPRESENTANTI DELLE LISTE DEI CANDIDATI PRESSO LA SEZIONE ELETTORALE:


I delegati di lista, di cui all’art. 12, penultimo comma, della legge 24 gennaio 1979, n. 18, hanno facoltà di designare due propri rappresentanti, uno effettivo e l’altro supplente, presso ciascuna sezione elettorale del Comune.

- il rappresentante designato deve essere elettore del Comune di Rimini - tale requisito potrà essere accertato dalla tessera elettorale in possesso del designato;

- la designazione deve essere fatta per iscritto e la firma dei delegati deve essere autenticata da uno dei soggetti di cui all’art. 14 della legge 21 marzo 1990, n. 53, e successive modificazioni( i notai; i giudici di pace; i cancellieri e i collaboratori delle cancellerie delle corti di appello, dei tribunali e delle sezioni distaccate di tribunale; i segretari delle procure della Repubblica; i presidenti delle provincie, i sindaci; gli assessori comunali e provinciali; i presidenti dei consigli comunali e provinciali; i presidenti e i vice presidenti dei consigli circoscrizionali; i segretari comunali e provinciali; i funzionari incaricati dal sindaco o dal presidente della provincia; i consiglieri provinciali e i consiglieri comunali che comunichino la propria disponibilità, rispettivamente, al presidente della provincia e al sindaco);

- la designazione è valida anche se effettuata da uno solo dei due delegati indicati nella dichiarazione di presentazione della lista dei candidati;

-  il rappresentante di lista deve saper “leggere e scrivere”;


- Gli atti di designazione debbono essere presentati entro VENERDI' 3 GIUGNO all'Ufficio Elettorale che provvederà a curarne la trasmissione ai rispettivi presidenti di seggio;

- In alternativa le designazioni possono essere presentate anche direttamente ai presidenti delle sezioni elettorali;

  •  nel pomeriggio del sabato 4 giugno alla costituzione del seggio (ore 16:00)
  •  la domenica 5 Giugno purché prima che abbiano inizio le operazioni di votazione (entro le ore 7:00).

- la designazione dei rappresentanti di lista effettuata per il primo turno di votazione è valida anche per l’eventuale turno di ballottaggio, a meno che i delegati non presentino nuovi e differenti atti di designazione.

 


FACOLTÀ DEI RAPPRESENTANTI DELLE LISTE DEI CANDIDATI PRESSO LA SEZIONE.

I rappresentanti delle liste dei candidati presso la sezione:

a) hanno diritto di assistere a tutte le operazioni dell’ufficio elettorale di sezione sedendo al tavolo dell’ufficio stesso o in prossimità ma sempre in un luogo che consenta loro di seguire le operazioni;

b) possono far inserire succintamente nel verbale eventuali dichiarazioni;

c) possono apporre la loro firma: sulle strisce di chiusura dell’urna contenente le schede votate  - nel verbale del seggio e sui plichi contenenti gli atti della votazione e dello scrutinio nonché sulle striscie adesive apposte alle finestre ed agli accessi della sala della votazione.

I rappresentanti di lista, per l’esercizio delle loro funzioni, sono autorizzati a portare un bracciale o un altro distintivo con riprodotto il contrassegno della lista da loro rappresentata.


In base al provvedimento del 12 febbraio 2004 (Disposizioni in materia di comunicazione e di propaganda politica) nonché all’ulteriore provvedimento del 7 settembre 2005 (Misure in materia di propaganda elettorale) adottati dal Garante per la protezione dei dati personali a seguito dell’entrata in vigore del codice approvato con decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sono stati ribaditi limiti e divieti al trattamento di dati personali, anche di natura sensibile, che gli scrutatori e i rappresentanti di lista sono tenuti ad osservare nel rispetto del diritto alla riservatezza e del principio costituzionale della libertà e segretezza del voto.
In tale contesto, è illegittima la compilazione, da parte dei predetti soggetti, per una successiva utilizzazione da parte della stessa persona o della formazione politica di riferimento, di elenchi di persone che si siano astenute dal partecipare alla votazione o che abbiano votato.
I presidenti di seggio vorranno fare in modo che, compatibilmente con l’esigenza di assicurare il regolare svolgimento delle operazioni, i rappresentanti di lista possano adempiere al loro incarico compiutamente e nella più ampia libertà.
I rappresentanti di cui trattasi, qualora ne facciano richiesta, possono assistere anche alle operazioni di raccolta del voto effettuate dal seggio speciale o dall’ufficio distaccato di sezione o dallo stesso ufficio distaccato incaricato della raccolta del voto a domicilio.
È consentito ai rappresentanti predetti di trattenersi all’esterno della sala in cui ha sede l’ufficio elettorale di sezione durante il tempo in cui questa rimane chiusa.


SANZIONI PREVISTE PER I RAPPRESENTANTI DI LISTA PRESSO LA SEZIONE.

I rappresentanti di lista che impediscono il regolare svolgimento delle operazioni
elettorali sono puniti con la reclusione da due a cinque anni e con la multa fino a euro
2.065. ( art. 96, ultimo comma, T.U. n. 570/1960)

 

 

 

scarica allegati

FACSIMILE FILE DOC (15 KB - doc)
FACSIMILE FILE PDF (62.37 KB - pdf)