Denominazione CEA Capofila e Responsabile del progetto CEAS Rimini Comune di Rimini – Direzion

Progetto “Piedibus”

Anno di attivazione: 2007.

Denominazione CEA Capofila e Responsabile del progetto

CEAS Rimini

Comune di Rimini – Direzione Servizi Educativi e di Protezione Sociale, Dott. Fabio Mazzotti

 

Partner, collaborazioni, risorse del territorio (CEA accreditati e Altre strutture)

  • Comune di Rimini;
  • Terzo Settore (ente gestore per l’annualità 2015/2018: Cooperativa Sociale Unitaria Pensionati);
  • Scuole Primarie del Comune di Rimini.

 

Soggetti a cui è stato rivolto il progetto

Il progetto è rivolto agli alunni delle scuole primarie e alle loro famiglie.

 

Materiale prodotto

L’iniziativa prevede la definizione di lettere di comunicazione alle famiglie e la predisposizione della modulistica necessaria alla formalizzazione delle adesioni degli alunni al progetto. Il progetto prevede anche la somministrazione di un questionario di gradimento rivolto alle famiglie.

 

Descrizione della proposta iniziale, obiettivi e risultati attesi

Il Progetto “Piedibus” mira a promuovere l’andare a piedi a scuola dei bambini al fine di:

  • Favorire esperienze autonome per sviluppare l’autostima e contribuire ad un sano equilibrio psicologico;
  • Incentivare il movimento per contribuire a prevenire il rischio dell’obesità, patologia in aumento anche in età evolutiva;
  • Favorire la socializzazione;
  • Consentire ai bambini di acquisire elementi di educazione stradale, così da sviluppare consapevolezza del traffico e del movimento sulla strada.

 

Descrizione dei risultati a progetto concluso

La Cooperativa Sociale Unitaria Pensionati, ente gestore individuato a seguito di istruttoria pubblica per il triennio 2015/2018, all’avvio di ogni anno scolastico prende contatti con le Dirigenze Scolastiche per la raccolta delle adesioni al progetto. Successivamente alla raccolta delle adesioni, l’ente gestore si occupa di prendere contatti con le famiglie degli alunni, spiegare il progetto e richiedere le adesioni all’iniziativa. Sulla base delle adesioni ricevute, l’ente gestore definisce i percorsi e procede all’attivazione delle linee.

Il progetto prevede l’acquisto di cappellini per contraddistinguere i bambini frequentanti l’iniziativa.

 

Referente a cui rivolgersi per eventuali chiarimenti:

Comune di Rimini – Direzione Servizi Educativi e di Protezione Sociale, Dott. Fabio Mazzotti, fabio.mazzotti@comune.rimini.it