Il progetto, attuato con il contributo della Regione Emilia-Romagna sul bando 2013 della L.R.

I like my Bike - MoviMenti under 30 I giovani di Rimini per una nuova città mobile senz'auto

11 Giugno 2014
Sabato 28 giugno, dalle ore 16.30 alle ore 20.30, si svolgerà tra il Ponte di Tiberio e la Darsena l’evento conclusivo del progetto partecipativo “I like my Bike – MoviMenti Under 30”, realizzato dall’Assessorato all’Ambiente e alle Politiche Giovanili e dal Piano Strategico di Rimini in collaborazione con decine di giovani riminesi.

Il progetto, attuato con il contributo della Regione Emilia-Romagna sul bando 2013 della L.R. 3/2010, ha aperto un confronto con i giovani riminesi tra i 18 e i 30 anni attraverso laboratori dedicati al tema della mobilità attiva e degli spazi della città. Numerosi ragazzi, provenienti da diverse realtà cittadine (centri giovanili, università, associazioni, cooperative sociali) hanno lavorato insieme per progettare un sistema di percorsi ciclabili, corredati di spazi e servizi, a partire dalle esigenze che rilevano nel vivere quotidianamente il proprio territorio e dalle loro diverse conoscenze e capacità.

Ai fini della condivisione del progetto, il Comune ha sottoscritto un accordo formale con diversi soggetti che rappresentano le realtà giovanili cittadine e che hanno partecipato ad un tavolo di negoziazione che ha  orientato e monitorato le attività.

L’obiettivo che ha animato Comune e Piano Strategico nell’ideazione del progetto è stato quello di concorrere a diffondere una nuova cultura ambientale nelle nuove generazioni e, soprattutto, di suscitare fiducia e coinvolgimento concreto dei giovani nella vita pubblica e nelle decisioni sulla città, rafforzandone la partecipazione ai processi decisionali e chiamandoli ad esprimersi in maniera concreta per disegnare la città che desiderano per il loro futuro.

In tal senso, il progetto è stato concepito come una prima sperimentazione pilota che si amplierà già dai prossimi mesi ad altri temi e campi di azione.

I tavoli di lavoro, seguiti da esperti e facilitatori, hanno operato su quattro temi tra loro interconnessi: la redazione di un Biciplan; la comunicazione della nuova mobilità; nuova mobilità e spazi delle cultura; i mestieri della nuova mobilità.

L’evento di sabato 28 prenderà avvio alle ore 16.30 con una biciclettata aperta a tutti che partirà dal Ponte di Tiberio e condurrà i partecipanti alla Darsena dove, dalle 15.30 alle 20.30 si succederanno eventi e manifestazioni con cui i ragazzi mostreranno alla cittadinanza gli esiti del loro lavoro. Accanto a spettacoli di parkour, danza e performance di writing, sono previste un’asta di biciclette, organizzata dalla Ciclofficina di Rimini, la presentazione del Biciplan di Rimini e la presentazione di altri progetti sviluppati dai ragazzi sui temi del cicloturismo, della comunicazione della nuova mobilità, del trasporto di merci su bici.

A seguito dell’evento del 28 giugno, è prevista una ulteriore attività istruttoria che terminerà nel prossimo mese di luglio quando gli esiti elaborati dai ragazzi e dal tavolo di negoziazione si tradurranno in un atto deliberativo assunto dall’amministrazione comunale, che verrà recepito all’interno del Piano Urbano della Mobilità in corso di elaborazione.

Lo staff che segue al progetto è composto da tecnici del Comune di Rimini Bruno Borghini, Leonina Grossi, Nicola Bastianelli e Chiara Semprini, dagli architetti Matteo Dondè, Maria Luisi Cipriani e Elena Farnè, con i facilitatori della Cooperativa Controvento di Cesena. Per il Piano strategico hanno collaborato Noemi Bello, Claudio Santini e Valentina Ridolfi.

In caso di maltempo, l’evento slitterà a sabato prossimo.