Corsi di alfabetizzazione, diffusione della cultura digitale, supporto individuale per la facilitazi

Pane e Internet: in tre anni 1832 cittadini coinvolti. Le storie di Serafino e Sandra

13 Luglio 2018
Corsi di alfabetizzazione informatica, eventi di cultura digitale, supporto e facilitazione. 1832 cittadini coinvolti, 450 gli ultra sessantacinquenni.

Corsi di alfabetizzazione, diffusione della cultura digitale, supporto individuale per la facilitazione digitale; dal 2015 ad oggi sono stati 1.832 i cittadini riminesi coinvolti nelle attività del Punto Pane e Internet del Comune di Rimini attraverso 50 corsi, 1232 ore di tutoraggio individuale e tre sedi nelle diverse zone della città (centro, nord, sud). Pane e Internet – a Rimini presente con un punto dedicato nella sede dell'Urp di piazza Cavour - è un progetto nato nell’ambito dell’Agenda Digitale Regionale, per favorire lo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini - sopratutto nei più anziani – ridurre il digital divide e sviluppare la cultura digitale.

La fascia di cittadini più rappresentata è quella compresa tra i 65 e i 74 anni (240), seguita dai 55/64 enni (102), 31 gli ultraottantenni e 73 gli ultra settantacinquenni.


Le storie di Serafino e Sandra

Tra loro anche Serafino Monaldi, pensionato riminese classe'42 che ci racconta come il contatto con le nuove tecnologie avvenne “con un tablet, da autodidatta e attraverso l'aiuto di un amico, con cui ho provato a capire qualcosa di più di informativa e web, mondi finora sconosciuti. Con pazienza iniziai a navigare sul web; fu proprio sul sito del Comune di Rimini che trovai i corsi di “pane e internet”. Mi iscrissi e qualche mese dopo ero in classe con altri venti, più o meno coetanei, a parlare di computer, rete, programmi. In poco tempo sono riuscito a creare i miei primi account su google e facebook, creare documenti e salvarli, gestire le cartelle, scaricare film e musica.

Sono rimasto molto soddisfatto, e mi sono iscritto insieme a molti altri al corso del secondo livello. Io avevo già il pc, chi non lo aveva è andato a comprarlo per esercitarsi a casa, in un clima di entusiasmo e gioia di imparare. Oggi sono autonomo al 70%, ed è cambiata la mia quotidianità. Basti pensare che uso il fascicolo sanitario elettronico per prenotare le visite e scaricare i referti medici, ho il pin per il mio account sul sito dell'Inps e gestisco da casa il mio conto in banca: i debiti rimangono, ma almeno non faccio più le file per saperlo! Niente più carta, inoltre, con tutti quegli avvisi che ti inviano e che poi non trovi mai quando servono. Dopo i due corsi ho chiesto appuntamento con i tutor per alcune ore di accompagnamento individuale che mi sono servite per approfondire alcuni programmi specifici. In definitiva, è migliorata la qualità della mia vita quotidiana”

Con lui, nei primi due corsi, anche la moglie, Sandra Clementi: “proprio i tutor sono uno dei punti di forza di questi corsi. Persone preparate ma sopratutto molto gentili e pazienti. Io ho iniziato ad avvicinarmi al pc per poter scrivere le mie ricette, sono infatti appassionata di cucina. Ho chiesto a mio figlio, che con grande pazienza mi ha spiegato le prime nozioni. Ma non sempre i figli hanno tempo per seguirci da vicino, così mi sono iscritta al corso del Comune di Rimini. Lo uso meno di mio marito, ma mi è molto utile quando devo scrivere; preparo e invio lettere e salvo le mie ricette in modo da trovarle sempre quando devo iniziare a cucinarle”