Tre mostre uniche per chi ama il mondo dei motori, tra storia e avanguardia, tra passato e futuro.

MotoGp, Rimini si accende: al via la serie d’appuntamenti dedicati al mondo dei motori

31 Agosto 2017
Sabato 2 settembre alle ore 18 l’inaugurazione delle mostre al Teatro Galli e alla Far.
  • Mostra I colori del motomondiale
  • Mostra I colori del motomondiale
  • Mostra I colori del motomondiale
  • Mostra I colori del motomondiale
  • Mostra I colori del motomondiale

Tre mostre uniche per chi ama il mondo dei motori, tra storia e avanguardia, tra passato e futuro. Sono le straordinarie esposizioni che rappresentano il cuore di Rimini Motor Soul, il cartellone di eventi inserito nell’ambito di The Riders’ Land Experience che la città di Rimini propone in occasione del Gran Premio Tribul Mastercard di San Marino e la Riviera di Rimini, in programma sul circuito di Misano dall’8 al 10 settembre.

I colori del motomondiale - Le Dame, i Cavalier, l’Arme e i motori: dalle armature alle tute dei campioni

Appuntamento sabato 2 settembre alle ore 18 per l’inaugurazione ufficiale di “I colori del motomondiale”, la mostra allestita al Teatro Galli che rinnova il connubio tra il Comune di Rimini e Drudi Performance. L’esposizione, curata insieme al designer Aldo Drudi, è divenuto un appuntamento tradizionale del calendario di eventi collaterali al Gran Premio ed è uno dei più attesi dal pubblico, che fino al 10 settembre potrà ammirare delle show bikes ufficiali dei maggiori team della Motogp, dei caschi e delle tute dei campioni, studiati e disegnati da Drudi, realizzati da fabbriche altamente specializzate come Spidi Sport. Quest’anno la mostra avrà una declinazione particolare, incrociando le celebrazioni del 600esimo anniversario di Sigismondo Pandolfo Malatesta. Ribattezzata “Le Dame, i Cavalier, l’Arme e i motori”, la mostra propone un affascinante confronto tra le tute avveniristiche e hi tech dei centauri di oggi e le armature dei cavalieri rinascimentali. Elisa Tosi Brandi e Thessy Schoenholzer Nichols hanno ideato un'esposizione dove gli abiti antichi e contemporanei dialogano tra loro, mettendo in evidenza la bellezza formale delle soluzioni sartoriali medievali, in grado di offrire spunti di ispirazione per la moda e l’abbigliamento sportivo del futuro. Ne sono esempi i farsetti in pelle realizzati dalla Spidi Sport su esemplari del XV secolo, tra cui quello di Pandolfo III, e le tute di Aldo Drudi concepite meditando sulle armature di fine medioevo, da cui il designer ha ricavato idee per progettare indumenti dalle elevate performance in termini di agilità e sicurezza. Questa sezione della mostra proseguirà fino al 29 ottobre.

 

Racing shot: in mostra gli scatti di oltre 50 fotografi di tutto il mondo

Il Teatro Galli ospita anche la seconda mostra, Racing Shot, il contest internazionale dedicato ai fotografi professionisti accreditati alla sala stampa della Motogp che esporranno le loro fotografie e si sottoporranno ad una giuria di tecnici internazionali per giungere a scegliere e premiare lo scatto migliore. Oltre 50 i fotografi di diverse nazionalità che hanno aderito a questa quarta edizione del contest, per un totale di oltre 170 scatti pervenuti. Tra questi sono stati selezionati i più belli e i più rappresentativi che saranno in mostra fino al 10 settembre e che saranno anche sottoposti al giudizio del pubblico, che potrà votare la propria foto preferita attraverso la pagina facebook facebook.com/riminiracingshot. Sarà attribuito inoltre un premio speciale alla foto più ‘fortunosa’, quella cioè scattata dal fotografo che si è trovato al posto giusto nel momento giusto. Quest’anno inoltre Racing Shot è dedicato a Marco Guidetti, fotografo bolognese storica presenza sui circuiti del motomondiale, scomparso l’11 agosto scorso all’età di 55 anni e che sarà ricordato con una retrospettiva oltre che nella serata di premiazione in programma il 7 settembre alla sala Ressi.

 

Le mostre sono promosse dal Comune di Rimini con la collaborazione di Drudi Performance, Milagro, Dorna e con il contributo tra gli altri di Nikon Italia, Manfrotto e Neon Rimini.

La Rossa ed il Lungomare: 1946 – 2016. 70 anni di passione ducati in Riviera

E’ dedicata a un mito che dall’Italia ha conquistato il mondo, la Ducati, la terza mostra che inaugurerà sabato 2 settembre, sempre alle 18. “La Rossa ed il Lungomare: 1946 – 2016. 70 anni di passione ducati in Riviera” è il titolo dell’esposizione in programma negli spazi espositivi della Far di piazza Cavour dal 2 al 10 settembre (ingresso libero). La mostra, allestita dal curatore del Museo Ducati Livio Lodi e realizzata in collaborazione con lo Sport Club Il Velocifero, propone una carrellata delle moto più rappresentative che hanno solcato la riviera dal dopo guerra a oggi, accompagnate da immagini del tempo e da approfondimenti sui cambiamenti storici e sociali degli ultimi decenni.

E al mare, più precisamente in piazzale Fellini, dall’8 al 10 settembre prenderà vita il Villaggio Ducati uno spazio dove gli appassionati della Rossa troveranno animazione, food & beverage, gadget e merchandising, curiosità e possibilità di effettuare test drive dei nuovi modelli.

A completare il palinsesto di iniziative “Movie rider”, una rassegna di film ospitata dalla Cineteca Comunale di Rimini (ore 21, ingresso libero). Quattro le pellicole in programmazione: “Indian – La Grande sfida” (sabato 2), “I fidanzati della morte” (lunedì 4) di Romolo Marcellini, “Il mago Mancini” (venerdì 8) Quadrophenia (sabato 9).

Infine, il 10 settembre si segnala il 1° Motoraduno Rimini Amarcord riservato a moto omologate ASI (data costruzione antecedente al 1996) organizzato in collaborazione con Il Velocifero.

Tutte le iniziative sono a ingresso libero.