Partiranno ad ottobre 2018 i lavori di riqualificazione dell’impianto sportivo destinato al rugby e

Impianto sportivo di Rivabella, la Giunta approva il progetto esecutivo

30 Maggio 2018
Avviata la procedura di gara, ad ottobre previsto l’inizio dei lavori.

Partiranno ad ottobre 2018 i lavori di riqualificazione dell’impianto sportivo destinato al rugby e al baseball di Rivabella, un progetto da oltre un milione di euro che trasformerà il vecchio impianto in un nuovo punto di riferimento per gli atleti delle due discipline. La Giunta comunale ieri ha approvato il progetto esecutivo ed è stata avviata la procedura di gara, che consentirà di iniziare i lavori con l’inizio dell’autunno. Il progetto prevede l’ampliamento dell’attuale impianto, che comprenderà anche gli spazi in precedenza di uso privato, per un centro sportivo che si estenderà su un totale di 39.847 metri quadrati. Una riqualificazione importante che comporterà un investimento complessivo di 1.100.000 euro finanziato per circa la metà attraverso i contributi del bando “Sport e periferie”.

Per quanto riguarda il settore dedicato al rugby, il progetto prevede la realizzazione di un nuovo campo omologato regolamentare in erba naturale e il rifacimento del campo esistente da allenamento. Sarà ricostruito il fabbricato in muratura esistente, che sarà destinato a spogliatoi e servizi, dotato anche di infermeria, adeguati alle norme CONI e FIR, così come la tribuna, che potrà ospitare fino a 100 spettatori.

Tra i campi di baseball e quelli del rugby saranno realizzati nuovi servizi igienici a servizio degli spettatori dei diversi impianti, oltre a spazi a carattere sociale (club house) dedicati alle diverse discipline.

Per l’area dedicata al baseball, sarà realizzato un nuovo blocco spogliatoi in elementi prefabbricati posizionati in modo tale che entrambi i campi da gioco siano facilmente raggiungibili e si permetterà l'ingresso separato degli spettatori dagli atleti. Come previsto per l'impianto del rugby, anche in questo caso saranno sostituite le due tribune esistenti con altre in elementi modulari fino a 100 spettatori. Per tutte le opere previste sarà acquisito, oltre al parere CONI, anche quello della commissione impianti della Federazione Italiana Baseball e Softball.

Tutti i manufatti saranno realizzati con tecnologia “leggera”, quindi removibili ed eventualmente riposizionabili, antisismici e isolati termicamente a norma di legge".