Previsti nuovi campi, tribune, spogliatoi e servizi per gli spettatori Parere favorevole, q

Impianti sportivi, a Rivabella il nuovo polo del rugby e del baseball giovanile della città

12 Febbraio 2018
  • planimetria impianto sportivo rivabella

 Previsti nuovi campi, tribune, spogliatoi e servizi per gli spettatori

Parere favorevole, questa mattina, da parte della III Commissione consiliare del Comune di Rimini al progetto di riqualificazione dell’impianto sportivo di Rivanella, da oltre un milione di euro, che lo trasformerà in un nuovo polo per il baseball e per il rugby della città. La Commissione comunale ha dato il suo benestare (nessun voto contrario, astensione della minoranza), allo studio di fattibilità per la ‘rigenerazione’ degli impianti di un centro sportivo, attivo dagli anni Settanta a Rivabella, diventato punto di riferimento per gli atleti del rugby e per i tanti praticanti, anche giovanissimi, di baseball.

Cosa prevede il progetto: campi, tribune, club house, spogliatoi, servizi

Il Centro Sportivo “Rivabella” nasce alla fine degli anni Settanta su un terreno di proprietà privata (eredi Ceschina) e oltre a un campo da rugby e due di baseball ospita anche due campi da tennis. Il progetto approvato dalla Giunta prevede l’ampliamento dell’attuale impianto, che comprenderà anche gli spazi in precedenza di uso privato, per un centro sportivo che si estenderà su un totale di 39.847 metri quadrati.

L’intervento è inserito nel Programma triennale dei lavori pubblici 2018-2020 per un investimento di 1.100.000 euro e l’avvio dei lavori è previsto per l'autunno 2018.

Rugby

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo campo omologato regolamentare in erba naturale e il restringimento del campo esistente da allenamento. Sarà ricostruito il fabbricato in muratura esistente, che sarà destinato a spogliatoi e servizi, dotato anche di infermeria, adeguati alle norme CONI e FIR, così come la tribuna, che potrà ospitare fino a 100 spettatori. Tra i campi di baseball e quelli del rugby saranno realizzati nuovi servizi igienici a servizio degli spettatori dei diversi impianti, oltre a spazi a carattere sociale (club house) dedicati alle diverse discipline.

Baseball

Per quanto riguarda il baseball, sarà realizzato un nuovo blocco spogliatoi in elementi prefabbricati posizionati in modo tale che entrambi i campi da gioco siano facilmente raggiungibili e si permetterà l'ingresso separato degli spettatori dagli atleti. Saranno sostituite le panchine (dugout) di entrambi i campi da gioco, con altre dimensionate opportunamente secondo le norme FIBS. Come previsto per l'impianto del rugby, anche in questo caso saranno sostituite le due tribune esistenti con altre in elementi modulari fino a 100 spettatori. Per tutte le opere previste sarà acquisito, oltre al parere CONI, anche quello della commissione impianti della Federazione Italiana Baseball e Softball.Tutti i manufatti saranno realizzati con tecnologia prefabbricata “leggera”, quindi removibili ed eventualmente riposizionabili, antisismici e isolati termicamente a norma di legge" . Saranno previsti spazi a spogliatoio anche per i campi da tennis.

“Si consolida l’infrastrutturazione delle strutture sportive in città – commenta l’assessore allo Sport del Comune di Rimini, Gian Luca Brasini –con la riqualificazione di una serie di campi a servizio dei quartieri, e creando centri sportivi moderni, funzionali e molti ad uso monodisciplinare. Quello legato al rugby e al baseball, in particolare, va ad intercettare discipline in grande sviluppo che vedono crescere numero di appassionati e tesserati. Discipline importanti anche dal punto di vista giovanile, che coinvolgono tante famiglie riminesi, presidi di attività fisica e più in generale di relazione e integrazione. Sono sport di squadra che finalmente avranno una sede moderna e polifunzionale sia per gli atleti che per il pubblico, riqualificando anche una parte importante del quartiere in cui sono inserite, rendendolo ben servito e facilmente raggiungibile”

 

scarica allegati

planimetria impianto sportivo rivabella (1.02 MB - pdf) - 12/02/2018